Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
I miei libriRivista d'arte Parliamone

TUTTI I MIEI LIBRI SU AMAZON qui

La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Piante e fiori del mio giardino e altre bellezze: qui
Download VIVERE CON L'ACUFENE.

Max Weber e i suoi eredi

26 febbraio 2013

di Costanza Caredio

Le disavventure economiche di quest’ultimo periodo – non calcolando i danni subìti- sono interessanti per i riflessi sul nostro modo di pensare.
Dal dopoguerra siamo stati assillati dalla conclamata superiorità, rispetto a noi provinciali, dell'”Etica protestante e lo spirito del capitalismo” da un lato e dell’economia marxista di totale dirigismo statale dall’altro. Poi il Comunismo è risultato fallimentare sotto tutti gli aspetti, compreso quello ambientale: è riuscito infatti a deturpare l’ambiente e nello stesso tempo a ridurre al minimo i consumi; a costruire mostri abitativi fatiscenti e a non concedere la proprietà, così da non ottenere neppure la manutenzione; a mortificare un popolo dignitoso, che, come unico mezzo di protesta aveva quello di correr dietro ai turisti/e per comprare i loro calzini e le loro borsette di plastica.
Eliminato dall’immaginario ottimista il comunismo reale, rimaneva il capitalismo, frutto dell’etica protestante, ovvero del risparmio di un popolo sobrio e laborioso e non fantasioso e spendaccione come il nostro. Ora sappiamo che il capitalismo non è poi così etico.

Già c’erano perplessità sulla Svizzera, che ha sempre accettato il denaro di chiunque (non olet) e da qualsiasi paese. Altrove si chiamerebbe “riciclaggio del denaro sporco”. La Svizzera ospitava anarchici e rivoluzionari, il che le ha sempre procurato un’ottima reputazione di “garante dei diritti umani”. Ma poi gli exrifugiati andavano a sovvertire i paesi tranquilli e ricchi, i cui governanti, cacciati, correvano a depositare i propri tesori, guarda caso, nelle banche elvetiche.
Rimaneva l’USA come faro di un “capitalismo dal volto umano”. Esso si è ora rivelato, con le strategie colonialiste, velenose e distruttive delle sue banche, assai poco etico.
Non è il caso di piangerci addosso: il nostro “provincialismo” rimane il più affidabile.


Letto 1300 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Invito tutti a non inviarmi più libri in lettura. Per mancanza di tempo, e dall'11 novembre 2013 anche di salute, non posso più accontentare nessuno. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Chiedo scusa.
Bart