Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
I miei libriRivista d'arte Parliamone

TUTTI I MIEI LIBRI SU AMAZON qui

La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Piante e fiori del mio giardino e altre bellezze: qui
Download gratuito VIVERE CON L'ACUFENE.

Alcune avvertenze

Si prega di leggere quanto riportato nel quadro a destra della pagina principale della Rivista d’arte Parliamone.

Letteratura


LETTERATURA: Addio, amico!

23 ottobre 2007

racconto di Gian Gabriele Benedetti

[di Gian Gabriele Benedetti: “Paese”, Lalli Editore, 1986]

Il cielo grigio e la pioggerellina fitta ed insistente sono in sintonia con questa malinconica giornata di fine novembre. Pare che anche il tempo pianga insieme con l’animo ferito.
Cammino di malavoglia lungo il viale asfaltato con i rari lampioni ai fianchi già accesi. L’ombrello aperto non impedisce alle gocce minute e leggere di bagnare gli abiti, che danno una fastidiosa sensazione di umidità.
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: Dorothy Louise Zinn – La raccomandazione – Clientelismo vecchio e nuovo, Donzelli Roma 2001

22 ottobre 2007

di Alfio Squillaci

[L’ultimo libro di Alfio Squillaci: “Mare Jonio”, Sedizioni, 2007]
(da oggi si avvia una collaborazione con Alfio Squillaci, direttore della rivista letteraria La Frusta!)

Che dovesse pervenire da una statunitense uno studio ampio ed articolato sulla devastante pratica sociale della raccomandazione in Italia, è un fatto che solo in un primo momento lascia sorpresi. In fondo, dicono  che nel Corano i cammelli non siano mai citati; sono per così dire tanto  impliciti nel paesaggio locale che non è necessario farvi continuo riferimento (come la neve nei romanzi russi!).
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: Virginia Woolf: “Mrs Dalloway” (1925)

21 ottobre 2007

di Bartolomeo Di Monaco

[Per le altre sue letture scorrere qui]

(Trad. Pier Francesco Paolini)

L’opera precede di due anni Gita al Faro e rappresenta il momento in cui l’autrice prende possesso definitivamente della sua scrittura quale strumento di indagine di una interiorità che solo per mezzo di essa può essere esplorata: “Ora posso scrivere, e scrivere e scrivere”.
(continua…)

Commenti disattivati

FAVOLE: Il viaggio

20 ottobre 2007

di Giusi Piccinini

Tra meno di un mese sarebbe stato Natale e Marina era felicissima, aveva preparato un piano perfetto per incontrare Babbo Natale, il fieno per le sue 10 Renne, e latte e biscotti da mangiare insieme con lui.
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: I libri della giovinezza

18 ottobre 2007

di Elisabetta Liguori

[L’ultimo libro di Elisabetta Liguori: “Il correttore”, Pequod, 2007]

C’è chi dice che per i migliori sia oggettivamente riscontrabile un picco artistico creativo. Uno soltanto, intorno ai ventitré anni, mese più, mese meno. Dopo quel picco, quindi, le beautiful mind, i matematici, pittori, musicisti, poeti, scivolerebbero lentamente verso il declino.
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: I Fontanabuona

17 ottobre 2007

Racconto autobiografico di Carlo Capone

[L’ultimo libro pubblicato da Carlo Capone: “Il naso di Pinocchio”, Sovera Editore, 2004]

Ora è tempo di impegni, relazioni sociali, fingimenti, e l’animo così s’invecchia, solcato da mille rughe di illusioni perse, dispiaceri e saggezza, ma io i Fontanabuona non me li scordo. Anche se il padre è morto e il figlio dirigerà chi sa quale banca napoletana, a volte, quando il silenzio della notte allevia i pensieri e l’avvento dell’alba restituisce calore, io quel calore lo sento attraverso due forme, leggere come un pianto lontano. Sono le figure di Pasqualino e Giacomo R., marchesi di Fontanabuona.
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: Milena Agus, Mal di pietre, Nottetempo 2007

17 ottobre 2007

di Marisa Cecchetti

[L’ultimo libro pubblicato da Marisa Cecchetti: “Straniero tu che non mi accogli l’anima”, Edizioni Del Cerro, 2005]

La voce narrante in Mal di pietre di Milena Agus (Nottetempo), è la nipote. La protagonista, la nonna,  non ha nome, come non lo hanno gli altri personaggi. La nonna “si era sposata tardi, nel giugno del ’43, dopo i bombardamenti degli Americani su Cagliari, e a quei tempi avere trent’anni senza ancora sistemazione era come essere già un po’ zitella”. Allora, nella società sarda dell’interno, una adolescente che scrivesse poesie d’amore infuocato ai ragazzi che la avvicinavano, in una famiglia abituata solo al lavoro dei campi, era considerata assai originale.
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: Chiama il tre

16 ottobre 2007

di Marino Magliani

[Gli ultimi libri pubblicati da Marino Magliani: “Quattro giorni per non morire”, Sironi, 2006, “Il collezionista di tempo”, Sironi, 2007]

Le carte erano accanto alla macchina del caffé, il vapore le danneggiava, poi seccavano e quando le mischiavi, quel sentire la contorsione rigida e malata della carta ti dava un senso di nausea.
Le carte devono stare in un posto asciutto, si lamentava un vecchio.
Quando chiusero l’osteria del rettilineo e andammo a giocare all’altro bar sul ponte, le carte stavano sulla mensolina di marmo della finestra e prendevano l’umidità degli spifferi. Le carte devono stare in un posto asciutto, diceva il vecchio.
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: Leila Guerriero: Suicidi in capo al mondo

15 ottobre 2007

Una giornalista argentina racconta la tragedia di Las Heras

di Stefania Nardini

E’ una di quelle storie che soltanto chi é giornalista «dentro» ha la capacità di esplorare fino in fondo. Leila Guerriero infatti è una giornalista. Una giornalista argentina, che un giorno sente parlare di un luogo alla fine del mondo dove la gente si uccide.
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: Due brevi racconti

14 ottobre 2007

scritti da Nicola Dal Falco

IsoleAsole

Le vere isole, assolute, lenticolari, impreviste, si vedono meglio osservando le carte geografiche. Sono diverse da quelle sparse per il mare, lanciate al largo con colpi lunghi e corti. Non bisogna andarle a cercare dove l’azzurro le fa risaltare come nei. Se ne stanno rannicchiate in bozzoli di colline, tra pareti ondeggianti di canne. Quelle emergono, queste sprofondano e delimitano un niente; asole di terra, poggiate nel letto dei fiumi, realtà fotografate in negativo. 
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: Una lettura del romanzo La scampanata di Bartolomeo Di Monaco

13 ottobre 2007

di Barbara Iannì

Caro Bart,
il tuo romanzo si è sciolto in un soffio tra gli occhi e mi è rimasto nel cuore, come le storie di guerra che ho sentito raccontare tante volte dai miei nonni.
(continua…)

LETTERATURA: Verità, varietà e coerenza nella produzione letteraria di Mario Tobino

12 ottobre 2007

di Marisa Cecchetti

Parte I

Mario Tobino è nato a Viareggio il 16 gennaio 1910, secondo di quattro figli. Il padre, farmacista, era di Tellaro, nel golfo di La Spezia, la madre era proprietaria di terre a Vezzano Ligure.  Ha un’infanzia libera, trascorsa con i figli del popolo, a giocare nel Piazzone e sul molo. Nelle vacanze estive, da ragazzo, si imbarca su qualche bastimento e le vacanze diventano avventurose ed alimentano la sua fantasia.  
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: Due brevi racconti

10 ottobre 2007

scritti da Nicola Dal Falco

La porta morta

È lasciando l’autostrada che ho scoperto l’esistenza della porta morta. Scivolando in acqua come dalla fiancata di una nave dentro la pianura, dove le linee si sovrappongono in una trama che sorregge cose e persone.
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: T. Myû: “Le memorie di una geisha – ‘Fuku-Ko’”

8 ottobre 2007

di Bartolomeo Di Monaco

[Per le altre sue letture scorrere qui]

(Trad. B. Balbi)

Di questo romanzo ho la seconda edizione stampata nel 1918 dalla Casa editrice l’Estremo Oriente con sede a Brescia e, nel momento della stampa, con sede provvisoria a Napoli. Scrivo tutto ciò poiché confesso di non essere riuscito a trovare nessuna notizia né dell’autore giapponese né del suo traduttore. Spero che qualcuno che ne sa più di me, voglia essere così gentile da fornirmene.
(continua…)

LETTERATURA: Una manciata di stelle (Una volta, a veglio)

3 ottobre 2007

racconto di Gian Gabriele Benedetti

“Il ricordo è l’unico paradiso
dal quale non possiamo venir cacciati”.
Jean Paul, Impromptus

E’ un mondo piccolo, il mio, ma grande
nella giara dei ricordi.
Spesso vi attingo, per ritrovarmi.

Era calata la sera. Il giorno, ormai corto, ci diceva dell’autunno inoltrato. In cucina si facevano scuri i muri e i pochi mobili stagionati. Solo il caminetto acceso dava qualche sbirciata di luce fiacca intorno. La mamma aveva appena lavato i piatti al grande acquaio di pietra e sistemato alla svelta la stanza.
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: Henry James: “Ritratto di signora” (1881)

2 ottobre 2007

di Bartolomeo Di Monaco
[Per le altre sue letture scorrere qui]

(Trad. Pina Sergi Ragionieri)

Non è mai il corpo a descriverci uno dei tanti personaggi di questo autore, bensì la complessa introspezione, sua cifra stilistica particolare,  che consente ad essi di vivere. La loro intricata natura è ciò che li trasfigura nella mente di ogni lettore. Henry James è uno dei maggiori narratori di tutti i tempi. La sua scrittura, pur essendo, oltre che raffinata, assai difficile per una rotondità speciale che la contraddistingue, non gli ha impedito di conquistarsi un largo seguito di estimatori.
(continua…)

LETTERATURA: Giuseppe Montesano: Di questa vita menzognera

29 settembre 2007

di Carlo Capone

[L’ultimo romanzo pubblicato da Carlo Capone: “Il naso di Pinocchio”, Sovera Editore, 2004]

Furore, nichilismo, visione febbricitante e oralità come premio a una fame ancestrale, sono tratti dell’animo napoletano. Io questi temi, e non solo, li vedo riassunti nell’opera di Giuseppe Montesano.
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: Linea 23 Rosso

27 settembre 2007

racconto di Stelvio Mestrovich

[Alcune pubblicazioni di Stelvio Mestrovich: “Appunti di archeologia musicale”, Pagnini, 2002, “Il caso Palinuro”, Pagnini, 2003, “Venezia rosso sangue”, Flaccovio, 2004, “Delitto in casa Goldoni”, Carabba, 2007]

partenza da Piazzale Verdi ore 8,02

(data di un giorno qualsiasi)

il signor Tobia Ruzzini impeccabilmente vestito con tanto di mezza tuba nera  alzando il bastone da passeggio con lo stile che lo caratterizza sale sulla navetta delle ore otto con gli abituali due minuti di anticipo che gli servono come accade da anni per occupare il posto che ormai gli spetta di diritto il pulmino di un color arancione nella parte alta nero in quella inferiore col motore acceso si sente un ninnolo importante 
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: Tempo di grappoli

25 settembre 2007

racconto di Gian Gabriele Benedetti

[di Gian Gabriele Benedetti: “Paese”, Lalli Editore, 1986]

Il nonno si era alzato prima del solito, quella mattina. Lo sentii dallo scricchiolio della scala in legno, mentre scendeva nella cucina grande. Non persi tempo. Sgusciai lesto dalle coperte e fui giù con lui, che mi guardò alquanto sorpreso.
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: Scrittori Lucchesi: Fabrizio Puccinelli: “Il supplente” (1972)

24 settembre 2007

di Bartolomeo Di Monaco

[Per le altre sue letture scorrere qui]

Angelo Fiore, nel 1964, scrisse un romanzo che aveva lo stesso titolo di questo di Puccinelli, uscito otto anni più tardi, nel 1972, presso l’editore Franco Maria Ricci. In entrambi si narra l’esperienza di un insegnante che, nel caso di Puccinelli, nato nella mia città di Lucca nel 1936 e morto a Firenze nel 1992, è inviato in una scuola media della Garfagnana, la bella località montana della Lucchesia, da dove Ludovico Ariosto scrisse le sue “Lettere dalla Garfagnana”, quando ne era governatore.
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: Il tempo in un sacco

23 settembre 2007

racconto di Elisabetta Liguori

[L’ultimo romanzo di Elisabetta Liguori: “Il correttore”, Pequod, 2007]

Non l’aveva sentito arrivare. Appena sollevato il mento per cambiar posizione, Aldo era già lì, con la circonferenza bollente del bicchiere di cartone tra pollice e indice. Vedendolo, Eda aveva pensato che la sua fosse la faccia più comoda su cui posarsi in quel momento e aveva allargato la bocca in un’espressione di gratitudine lievemente ebete. La sala d’attesa era tetra: su ogni cosa c’era polvere in strati e odore marcio, come di legno sottile bagnato da lunghe piogge.
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: Le esecuzioni

20 settembre 2007

racconto di Stelvio Mestrovich

[Alcune pubblicazioni di Stelvio Mestrovich: “Appunti di archeologia musicale”, Pagnini, 2002, “Il caso Palinuro”, Pagnini, 2003, “Venezia rosso sangue”, Flaccovio, 2004, “Delitto in casa Goldoni”, Carabba, 2007]

Kansas City, ore 18.55

Arthur Scholes, detenuto numero MC 243,  si ferma sulla soglia della cella.
Ha da dire qualcosa?”  gli chiedono.
No.”
Poi, a piccoli passi, scortato da due guardie, si avanza lungo il corridoio. La morte non gli fa paura. Lui mostra un volto impassibile. È sempre ammanettato. Uno dei poliziotti è un negro. Come quello che aveva ferito prima che lo arrestassero. Scholes, invece, è biondissimo. Ha le basette lunghe e i baffi curatissimi. Gli occhiali lo rendono interessante.

(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: “I compagni del fuoco” di Ernesto Aloia

19 settembre 2007

di Paolo Cacciolati

E’ difficile capire, e poi spiegare, perché un libro come questo, I compagni del fuoco, di Ernesto Aloia, non abbia risposto alle mie aspettative.
Non intendo scimmiottare l’artiglieria della critica che appunto artiglia implumi prede (pratica peraltro sempre meno in voga, a favore di un generalizzato quanto soporifero laissez faire). Vorrei solamente  provare a spiegare cosa non mi ha convinto di questo libro.
(continua…)

Commenti disattivati

LEGGENDE: L’oca fatata

17 settembre 2007

di Paolo Fantozzi

[Le ultime pubblicazioni di Paolo Fantozzi: “Storie e leggende lungo il fume Serchio”, Le Lettere, 2007, “Storie e leggende della Versilia”, Le Lettere, 2005, “Le leggende delle Alpi Apuane”, Le Lettere, 2003″]

Sono già trascorsi tanti anni da quando la signora Gina aveva un’oca fatata. La sua era l’ultima casa in cima alla collina, proprio là dove vasti prati interrompono il bosco in modo che il vento possa correre più veloce.

(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: Stefano Bernazzani: “L’inverno che non dimenticheremo” (2007). Mobydick, pagg. 288, euro 17

13 settembre 2007

di Bartolomeo Di Monaco

[Per le altre sue letture scorrere qui]

 

L’autore è nato nel 1970, è piacentino, e questo è il suo primo romanzo. Nel 2003 aveva esordito con una raccolta di racconti, “Viaggiatori diretti altrove”, pubblicata dalla stessa casa editrice, che rientrò nella rosa dei finalisti del Premio “Assisi”.
(continua…)

Commenti disattivati

LEGGENDE: Le tazze delle fate

9 settembre 2007

di Paolo Fantozzi

[Le ultime pubblicazioni di Paolo Fantozzi: “Storie e leggende lungo il fume Serchio”, Le Lettere, 2007, “Storie e leggende della Versilia”, Le Lettere, 2005, “Le leggende delle Alpi Apuane”, Le Lettere, 2003″]

Tra le selve che accompagnano il fiume verso la pianura lucchese se ne trova una fitta e impervia dove si aprono grotte buie e profonde che la gente chiama Buche delle Fate. Ce ne sono un po’ ovunque sparse qua e là, ma sui fianchi boscosi del monte Gragno se ne aprono di suggestive e misteriose.
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: I luoghi dell’anima

8 settembre 2007

di Bartolomeo Di Monaco

L’8 settembre è la festa della Natività della Madonna. Vicino a casa mia, in un punto sulla collina denominata “La Romagna” sorge un antico eremo devastato dai vandali dei nostri tempi, dopo che si era conservato per tanti secoli. Si tratta dell’eremo di Rupecava o Lupo Cavo che qualche studioso vuole visitato anche da Sant’Agostino.
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: Percy Bysshe Shelley nella nostra terra

7 settembre 2007

di Paolo Fantozzi

[Le ultime pubblicazioni di Paolo Fantozzi: “Storie e leggende lungo il fume Serchio”, Le Lettere, 2007, “Storie e leggende della Versilia”, Le Lettere, 2005, “Le leggende delle Alpi Apuane”, Le Lettere, 2003″]

Fu dopo il regno dei Baciocchi, nell’estate del 1818, che Shelley e la sua famiglia trascorsero l’estate ai Bagni di Lucca. La villa che aveva preso in affitto era nascosta in un giardino rigoglioso al centro di un labirinto di alberi che scendevano dalle alte colline.
(continua…)

LETTERATURA: Un libro per cominciare bene

6 settembre 2007

di Rosanna Rota

Non date retta alla quarta di copertina, che la avvicina a Starnone e Mastrocola: Antonella Landi è La Profe, l’unica e vera, almeno per tutto il popolo della rete, fra cui è popolarissima.
(continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: Guerre indiane

5 settembre 2007

di Daniela Toschi

Arrivammo alla tomba di Toro Seduto, a Mobridge, nel South Dakota, dopo una tappa di oltre 500 chilometri, al tramonto, e rimanevano pochi minuti per fare le foto.
Non c’era segno di presenza umana salvo poche luci isolate, in lontananza, sull’altra sponda del Missouri.
(continua…)

Invito tutti a non inviarmi più libri in lettura. Per mancanza di tempo, e dall'11 novembre 2013 anche di salute, non posso più accontentare nessuno. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Chiedo scusa.
Bart