Libri, leggende, informazioni sulla cittĂ  di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone

TUTTI I MIEI LIBRI SU AMAZON qui

La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Piante e fiori del mio giardino e altre bellezze: qui
Download gratuito VIVERE CON L'ACUFENE.

Alcune avvertenze

Si prega di leggere quanto riportato nel quadro a destra della pagina principale della Rivista d’arte Parliamone.

Storia


STORIA: I MAESTRI: La crisi del delitto Matteotti

31 Dicembre 2010

di Domenico Bartoli
[dal “Corriere della Sera”, giovedì 9 febbraio 1967]

Tra le pagine torbide del­la nostra storia, il delitto Matteotti è forse l’episodio piĂą noto. La sua importanza fu decisiva: dopo questo fat­to gravissimo che coinvolgeva le sue responsabilitĂ  persona­li, almeno indirette, e che mi­nacciava il suo potere, Mus­solini fu spinto ad uscire del tutto dalla costituzione ed a passare all’aperta dittatura. (continua…)

Commenti disattivati

Storia: I MAESTRI: Mussolini e le sue metamorfosi

29 Ottobre 2010

di Mario Cervi
[dal “Corriere della Sera”, giovedì 19 febbraio 1970]

Ancora una biografia di Mussolini: e perciò, implicita­mente, ancora una storia del fascismo. L’ha scritta Gaspare Giudice (Mussolini, UTET, pp. 708. L. 8.500) che però non ripercorre, e gliene dobbiamo essere grati, la strada seguita da altri storici: la sua non è una ricostruzione e rielaborazione accurata, paziente, im­ponente, del materiale docu­mentario, alla De Felice; e nemmeno è una svelta e bril­lante volgarizzazione di ele­menti noti. Giudice ha proce­duto secondo una traccia cro­nologica, in sostanza ha illu­minato tutti gli avvenimenti fondamentali dell’avventura mussoliniana. (continua…)

Commenti disattivati

STORIA: I MAESTRI: I prigionieri italiani nell’ultimo conflitto

25 Settembre 2010

di Mario Cervi
[dal “Corriere della Sera”, domenica 21 settembre 1969]

« Vorrei considerare la prigionia degli italiani du­rante l’ultimo conflitto come un fatto storico unitario, e perciò globalmente. (continua…)

Commenti disattivati

STORIA: I MAESTRI: Chi ha perso l’ultima guerra?

22 Agosto 2010

di Mario Cervi
[dal “Corriere della Sera”, domenica 14 dicembre 1969]

GiĂ  nel titolo Storia d’Italia nella guerra fascista 1940-1943, ed Laterza, pp. 650, L. 5000) l’ultimo libro di Gior­gio Bocca rivela la sua im­postazione dì fondo: la ricer­ca cioè di una interpretazio­ne e di una chiave politica e sociale, prima ancora che mi­litare; una chiave che con­senta di penetrare le intime ragioni dell’avventura disa­strosa, e della sconfitta. Guer­ra fascista, in contrapposi­zione ad una vera guerra di popolo; e, in qualche modo, guerra di classe. (continua…)

Commenti disattivati

STORIA: Storia di Berta: Le cittĂ  al tempo di Berta(16)

5 Agosto 2010

di Vincenzo Moneta

Capitolo IX

LE CITTA’

Lucca – Pavia – Roma – Aquisgrana – Bisanzio – Baghdad – Cordoba

(continua…)

Commenti disattivati

STORIA: Storia di Berta: Le cittĂ  nell’Alto medioevo (15)

20 Luglio 2010

di Vincenzo Moneta

CAP IX –
LE CITTA’
LUCCA – PAVIA – ROMA – AQUISGRANA –  BISANZIO – BAGHDAD – CORDOBA
Nelle cittĂ  dell’alto medioevo: un’idea di Europa. (continua…)

Commenti disattivati

STORIA: Storia di Berta: “Il cronista” di Berta di Toscana (14)

10 Luglio 2010

di Vincenzo Moneta

Capitolo VIII
LIUTPRANDO da Cremona
Liutprando visse alla corte di Ugo di Provenza, di Berengario II e di Ottone (continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: STORIA: Iraq: l’enoteca di Akram, a Erbil

2 Luglio 2010

di Riccardo Lagorio

Probabilmente sono trascorsi 8000 anni da quando le popolazioni della Mesopotamia iniziarono a spremere uva, attendere un conveniente periodo per la fermentazione del mosto ed infine utilizzarne il risultato per cerimonie civili e religiose. (continua…)

STORIA: EreditĂ  politica di Berta di Toscana (13)

29 Giugno 2010

di Vincenzo Moneta
Il potere di Ermengarda, figlia di Berta.
Astuzie e lusinghe verso Rodolfo di Borgogna

Secondo le cronache …

In questo tempo veniva a morte Adalberto, marchese d’Ivrea, e la consorte Ermengarda, figlia del potentissimo marchese Adalberto di Toscana e di Berta, si trovò ad essere padrona di tutt’Italia. (continua…)

Commenti disattivati

STORIA: I MAESTRI: Chateaubriand e Napoleone

24 Giugno 2010

di Mario Bonfantini
[dal “Corriere della Sera”, giovedì 12 febbraio 1970]

Il 21 marzo 1804 a Parigi Chateaubriand era giĂ  pron­to a partire con la moglie per Sion, la capitale del Vallese dove era stato nominato rappresentante della Francia. (continua…)

Commenti disattivati

STORIA: Fine del potere di Berengario e Berta (12)

23 Giugno 2010

Morte di Berengario
Lotte per la successione
Morte di Berta (continua…)

Commenti disattivati

LETTERATURA: STORIA: Giovanni Gelati: “Diario di un podestà antifascista. Coreglia Antelminelli Giugno – Dicembre 1944”

20 Giugno 2010

di Vittorio Baccelli

“Diario di un podestĂ  antifascista. Coreglia Antelminelli Giugno – Dicembre 1944” di Giovanni Gelati, prefazione di Alberto Cavaglion, introduzione di Giorgio Bernard, copertina di Antonio Possenti, collana I racconti, Salomone Belforte editore, Livorno 2009, pp.130. (continua…)

STORIA: Berta contro Berengario (11)

16 Giugno 2010

di Vincenzo Moneta

BERTA REGGENTE DEL POTERE MARCHIONALE
17 AGOSTO 915
Muore il marchese di Toscana Adalberto II
 A Berta la reggenza per il figlio Guido (continua…)

Commenti disattivati

STORIA: EreditĂ  politica di Berta di Toscana (10)

10 Giugno 2010

di Vincenzo Moneta
Il potere di Ermengarda, figlia di Berta.
Astuzie e lusinghe verso Rodolfo di Borgogna (continua…)

STORIA: Berta e l’arcivescovo di Ravenna (9)

2 Giugno 2010

di Vincenzo Moneta
-TRATTATIVE PER L’INCORONAZIONE DI
BERENGARIO E CROCIATA CONTRO I SARACENI (continua…)

Commenti disattivati

STORIA: Il Risorgimento visto da “Lo Statuto” toscano #33/33

25 Maggio 2010
[Si conclude la serie dedicata agli articoli apparsi nel 1849 sui giornali “Il Conciliatore” toscano e “Lo Statuto”, che ne fu il continuatore dopo la chiusura del primo]

[da “Lo Statuto”, venerdì 27 luglio 1849]

ITALIA.
FIRENZE, 26. — II 24 circa le ore 2 pom., il cannone annunziava a Viareggio l’avvicinarsi della fregata a vapore napoletana il Ruggiero che recava S. A. I. e R. il Granduca nostro adorato Sovrano e la sua I. e R. Famiglia. (continua…)

Commenti disattivati

STORIA: Berta fra Lucca e Bagdad (8)

3 Maggio 2010

di Vincenzo Moneta 

SCAMBIO DI AMBASCERIE FRA BERTA DI TOSCANA ED
IL CALIFFO DI  BAGHDAD AL-MUKTAFI’
Anno 293 dell’Egira [1]

Da Lucca a Baghdad

Nell’anno 905 del calendario cristiano[2], e anno 293 dell’Egira[3], Berta di Toscana scrisse al califfo di Baghdad al-Muktafì[4] – Principe dei credenti [5]-una lettera su seta bianca inviata  per mezzo di un eunuco che  con le sue navi, dall’Africa Settentrionale, si era spinto in azioni di pirateria sulle coste Toscane, ed era stato fatto prigioniero. (continua…)

STORIA: Il Risorgimento visto da “Lo Statuto” toscano #32/33

13 Aprile 2010

[da “Lo Statuto”, venerdì 20 luglio 1849]

NOTIZIE DELLA MATTINA
Firenze, 20 Luglio.

(Carteggio dello Statuto) (continua…)

STORIA: Fascisti di ieri e di oggi

9 Aprile 2010

di Paolo Buchignani

[Storico e scrittore, Paolo Buchignani è uno studioso del ‘900 italiano, con particolare riferimento al periodo compreso tra le due guerre.
Collaboratore di “Nuova Storia Contemporanea”, ha pubblicato numerosi saggi sulle avanguardie e sul fascismo. Tra i suoi libri: Marcello Gallian. La battaglia antiborghese di un fascista anarchico, Bonacci, 1984; Un fascismo impossibile. L’eresia di Berto Ricci nella cultura del ventennio, Il Mulino, 1994 (Premio Luigi Russo, ’94); Fascisti rossi, Mondadori, 1998 (poi in Oscar Mondadori, 2007); La rivoluzione in camicia nera. Dalle origini al 25 luglio 1943, Mondadori, 2006 (poi in Oscar Mondadori 2007).
Come narratore, segnalato da Romano Bilenchi e Geno Pampaloni, Buchignani ha esordito col libro di racconti L’orma d’Orlando (1992), a cui è seguito il romanzo Santa Maria dei Colli (1996). Di prossima pubblicazione Solleone di guerra, racconti, prefazione di Carlo Lizzani, Firenze, Pagliai Polistampa, 2008.]
(continua…)

STORIA: La politica di Berta, marchesa di Toscana (7)

29 Marzo 2010

Capitolo terzo
1 -La “politica” di Berta , marchesa di Toscana
ANNO 900
Prima discesa in Italia di Ludovico III di Provenza e manovre politiche di Berta di Toscana in favore del figlio Ugo (continua…)

Commenti disattivati

STORIA: Berta di Toscana (7)

26 Marzo 2010

CittĂ  di Pavia
Anno del Signore 891
Lamberto è associato al trono italico come coreggente. (continua…)

Commenti disattivati

STORIA: Berta: I pretendenti alla corona italica(6)

19 Marzo 2010

di Vincenzo Moneta

Tentativo di accordo fra Adalberto II e Berengario
contro Arnolfo di Carinzia e Lamberto di Spoleto

A questa seconda calata di Arnolfo, il giovane imperatore Lamberto sembrò assistere passivamente e si eclissò senza combattere. (continua…)

Commenti disattivati

STORIA: Berta: I pretendenti alla corona (5)

9 Marzo 2010

di Vincenzo Moneta

1 -Lotte di potere fra la nobiltà italica, di stirpe franca, per  l’assegnazione della corona d’Italia e della corona imperiale.

CittĂ  di Pavia
Anno del Signore 888
Muore il re Carlo il Grosso.
I maggiorenti italici scelgono come successore
il marchese del Friuli Berengario[1], della stirpe franco-germanica.
FOTO CORONA FERREA[2] (continua…)

STORIA: Berta a Lucca (4)

26 Febbraio 2010

di Vincenzo Moneta

Berta:  i matrimoni e i figli

Prima dell’880 (Ann. Bertiniani, p. 151), Berta era stata data in matrimonio al conte lorenese Teobaldo che dopo gli sfortunati tentativi di Ugo, anch’egli figlio naturale di Lotario II e quindi fratello di Berta, per la conquista del regno del padre (880-85), aveva dovuto esulare presso il cugino Bosone di Provenza, divenendo conte di Arles. (continua…)

STORIA: Il Risorgimento visto da “Lo Statuto” toscano #31/33

24 Febbraio 2010

[da “Lo Statuto”, martedì 17 luglio 1849]

INVITO SACRO.

Costantino, per la misericordia di DIO Vescovo di Albano, della S. R. C. Cardinal Patrizi, Arciprete della Patriarcale Basi­lica Liberiana, della SantitĂ  del Nostro Signore PAPA PIO IX Vi­cario Generale, della Romana Curia e suo Distretto, giudice ono­rario ec. (continua…)

STORIA: Berta figlia di Lotario II e Waldrada (3)

12 Febbraio 2010

di Vincenzo Moneta 

Berta, nata fra l’860 e l’865, era la figlia  di Lotario II re di Lotaringia (825-869) e di una nobile  di nome Waldrada (Friedelfrau o “sposa di gioventù”.[1]
Lotario II aveva poi sposato Teutberga, donna desiderabile per le sue alleanze politiche, ma da cui non aveva avuto figli. Dopo due anni aveva deciso di sciogliere l’unione e sposare: Waldrada, con la quale in precedenza  aveva convissuto e dalla quale aveva avuto tre figli: Ugo, Ghisela e Berta e che quindi voleva legittimare. (continua…)

STORIA: Pio XII Santo?

4 Febbraio 2010

di Maria Antonietta Pinna
[Sulla decisione di elevare agli onori degli altari Pio XII si sono aperte delle polemiche, soprattutto tra la Chiesa e una parte almeno della comunitĂ  ebraica. Maria Antonietta Pinna prende con questo articolo una posizione critica contro Pio XII, del resto non nuova. La rivista lo pubblica nella speranza che possa sucitare interventi anche discordanti o contrapposti.] (continua…)

STORIA: Lucca: Berta di Lotaringia, contessa di Arles sposa Adalberto II (2)

26 Gennaio 2010

di Vincenzo Moneta 

Nel IX secolo, soprattutto al tempo dell’imperatore Ludovico III e dei duchi Adalberto I e Adalberto II, a Lucca avvenne la fusione progressiva della vecchia societĂ  longobarda con la nuova societĂ  franca. (continua…)

STORIA: Il Risorgimento visto da “Lo Statuto” toscano #30/33

24 Gennaio 2010

[da “Lo Statuto”, domenica, 8 luglio 1849]

Pubblichiamo come semplice documento la
COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ROMANA. (continua…)

Commenti disattivati

STORIA: Nel tempo di… Berta di Lotaringia, Contessa di Arles, Marchesa di Toscana (1)

16 Gennaio 2010

di Vincenzo Moneta  

A Lucca   una discendente di Carlo Magno
e i suoi rapporti con l’Impero Franco ed il papato, 
 l’impero Bizantino ed il Califfo di Baghdad

Dedicato a coloro che non si arrendono …
 
Lodiamo ora gli uomini famosi e i padri nostri che ci hanno generato…
Alcuni ve ne sono che hanno lasciato un nome dietro di sé, per cui
se ne possono tramandare le lodi.
E altri ve ne sono che non hanno lasciato un ricordo; che sono morti
come se non fossero mai esistiti; e sono divenuti come se non
fossero mai nati; e non avessero lasciato figli dietro di sé.
Ma essi erano uomini pietosi, la cui rettitudine non è stata dimenticata.
Attraverso la loro progenie costituiranno per sempre una buona ereditĂ ,
e i loro figli sono dentro il Patto. 
La loro progenie resiste fermamente, e i loro figli, per causa loro. 
La loro progenie resterĂ  per sempre, e la loro gloria non sarĂ  cancellata.
I loro corpi sono sepolti in pace; ma il loro nome vive per sempre.

Ecclesiastico, XLIV[1] (continua…)

Invito tutti a non inviarmi più libri in lettura. Per mancanza di tempo, e dall'11 novembre 2013 anche di salute, non posso più accontentare nessuno. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Chiedo scusa.
Bart