Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
I miei libriRivista d'arte Parliamone

La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Piante e fiori del mio giardino e altre bellezze: qui
Download VIVERE CON L'ACUFENE.

LETTERATURA: I MAESTRI: Linguaggio ed esotismi

25 novembre 2017

di Paolo Monelli
[dal ‚ÄúCorriere della Sera‚ÄĚ, 5 luglio 1969]

Le volenterose e purtroppo inutili rubriche linguistiche dei quotidiani e dei settimanali se la prendono sempre e sol¬≠tanto con i giornalisti come i pi√Ļ colpevoli di tanta barba¬≠rie (e invece, salve rarissime eccezioni, soltanto dai quoti¬≠diani partono queste prime reazioni) e lasciano stare gli orrori dei romanzieri e dei letterati; che i lettori possono trovare esposti e commentati con molto spirito e sorridente indulgenza in un libro di Lu¬≠ciano Satta (Come si scrive, uso ed abuso della lingua italiana, ed. Sansoni, 1968).

Luciano Satta √® giornalista, e con molto garbo pesca, anzi raccoglie con il mestolone dal¬≠la prosa dei nostri pi√Ļ letti o pi√Ļ, noti narratori sfarfalloni grammaticali e sintattici, bar¬≠barismi, errori di senso, mar¬≠chiane distrazioni (la pi√Ļ bella √® questa, di un ¬ę barone ¬Ľ del¬≠le lettere di cui Satta fa il no¬≠me: ¬ę …cominciarono a vede¬≠re una striscia di colori verso oriente, perch√© il sole tramon¬≠tava da quella parte ¬Ľ). E giornalista √® Mauro Magni, che nel suo Giornalismo e lin¬≠gua d’oggi (ed. Miano, Mila¬≠no, 1968) elenca frasi fatte, lapsus, barbarismi, paroloni, costrutti complicati e difficili delle nostre scritture; libro che farebbero bene a leggere an¬≠che gli olimpici narratori.

Nonostante¬†¬† gli stambura¬≠menti intorno alle grandi tira¬≠ture dei libri vincitori dei pre¬≠mi letterari lo stile della nar¬≠rativa influisce assai meno sul linguaggio che non la stampa periodica; e questa, purtrop¬≠po, assai meno che la radio e la televisione. Di fronte ai citati e ancora esitanti esempi di pentimento e di autodisciplina, i barbarismi si accam¬≠pano ancora da padroni nel¬≠l’originario tessuto della lingua, ogni giorno, si pu√≤ dire, ce ne arriva addosso uno nuovo subito ripappagallato da quotidiani e settimanali che non sempre si disturbano a spiegare ai lettori che cosa significhi.¬† ¬ę Arriva¬† Anna, la principessa swinging ¬Ľ; il giornale che mette questa didascalia sotto un’immagine della bella figliola non spiega che roba sia questo swinging, o¬† in che senso intenda usarlo, forse non √® quello che ha in inglese, di persona fanatica di jazz e che frequenta con passione ritrovi notturni

*

Cito alcuni calchi ed esoti­smi degli ultimi dodici mesi.

Sit-in, recentissima espressione arche in America che prima diceva sit-down, venuta di mo¬≠da con quelle recenti dimo¬≠strazioni studentesche e accol¬≠ta subito da noi, cara ad un giornale di Roma che vuole esser letto dal popolo, del quale citai lo scorso anno un teach-in che ancora non so che cosa significhi. Briefing, un insieme di esami clinici a cui sono stati sottoposti i piloti degli Apollo ed un’indagine sulle loro reazioni alle nuove esperienze; il senso originale dell’espressione inglese √® ¬ę sommario, riassunto ¬Ľ; non sapranno i nostri medici sug¬≠gerire una parola nostra che valga ad indicare un esame di questo genere, magari spul¬≠ciando i limpidi Consulti del secentesco medico aretino Francesco Redi?

Factoring, operazione che consiste nella cessione di cre¬≠diti commerciali dal titolare a un¬† factor (commissionario) che percepisce una commissio¬≠ne e corre il rischio dell’insol¬≠venza del debitore; non doveva essere difficile trovare il competente che suggerisse il vocabolo adatto; invece √® gi√† sorta a Milano la societ√† In¬≠ternational Factors Italia e la Heller Factors Italia. ¬ę Civilt√† rurbana ¬Ľ calco del neologismo francese rurbaine composto su rural e urbain, per in¬≠dicare quella periferia che non √® pi√Ļ citt√† e non √® ancora campagna. Carca deur, francese, per indicare quell’acrobata che √® la controfigura. ¬ę acrobata controfigura ¬Ľ, di un attore. Optional, per indi¬≠care l’automobile fabbricata in vari tipi, sport, berlina, due-posti, etc., fra cui il com¬≠pratore ha la scelta; e si po¬≠trebbe tradurre ¬ę facoltativo ¬Ľ Le recenti trasmissioni tele¬≠visive dall’America dei due viaggi intorno alla Luna pullulavano di barbarismi o di parole di gergo, perch√© il com¬≠mentatore nostro nella concitazione non si sovveniva l√¨ per l√¨ il corrispondente italiano (ed una volta gli scapp√≤ ¬ę co¬≠stale ¬Ľ, coastal, invece di costiero); cos√¨ illustrando l’ammaraggio dell’Apollo 9 ci riem¬≠p√¨ le orecchie di innumerevoli ¬ę uomini-rana ¬Ľ. Ma ecco an¬≠che¬† i¬† quotidiani riproporci questo calco di frog-men, men¬≠tre avevano tutto l‚Äôagio di ricordarsi che noi questi specia¬≠listi li chiamiamo ¬ę sommoz¬≠zatori ¬Ľ, espressione dei dia¬≠letti meridionali da un verbo summuzz√† napoletano o sammuzzari siciliano o sumbuzzari calabrese, che vuol dire tuffarsi,¬†¬† nuotare sott’acqua etc., entrata con tutti gli onori nella lingua. E nelle cronache del secondo ammaraggio abbiamo letto nei titoli splash down¬†¬† (o addirittura splash per la tendenza che abbiamo di mutilare anche queste coppie di monosillabi) che con un po’ di buona volont√† si po¬≠teva rendere con lo scientifico ¬ę impatto ¬Ľ (francese e ingle¬≠se impact, ma dal latino impactus), o con l’efficace ¬ę tuf¬≠fo ¬Ľ. Dobbiamo alle imprese nello spazio anche il count-down e il mondano e salottiero, come lo ha definito Leo Pestelli, rendez-vous in orbita in luogo del molto pi√Ļ serio ¬ę appuntamento ¬Ľ.

I nuovi esotismi si somma¬≠no agli antichi; per cui √® sem¬≠pre pi√Ļ frequente imbattersi sui giornali in titoli, talvolta mezze dozzine per ogni nu¬≠mero, in cui √® straniera la pa¬≠rola pi√Ļ importante (se non due). ¬ę Quanto costa un pic¬≠nic al sacco per un week-end ¬Ľ. ¬ę La visita dei media-men pubblicitari ¬Ľ. ¬ę Donne verso il part-time ¬Ľ. ¬ę Thrilling lun¬≠go il canale ¬Ľ. ¬ęIl racer team di Bertone al rally di Montecar¬≠lo ¬Ľ. ¬ę Vanessa pre-maman (e op) ¬Ľ. (Pr√©-maman era fino ad ora la veste della donna incin¬≠ta; qui √® usato per l’incinta stessa). ¬ę Piazza Navona off limits ¬Ľ. (Se la guerra la vin¬≠cevano i tedeschi avremmo detto ¬ę Piazza Navona verboten ¬Ľ.). ¬ę Supermarket dei bipedi ¬Ľ (i quali bipedi sarebbe¬≠ro i pi√Ļ contesi campioni del calcio. Che delicatezza). Di ti¬≠toli di questo genere ne ho centinaia nelle mie schede.

*

Tutti i nuovi prodotti della nostra industria, ogni nuova attivit√† in vari campi, turismo, editoria, cinematografo, vita sociale, si pu√≤ dire che sono presentati al pubblico in veste forestiera. Scelgo, anche qui, fra centinaia di esempi. Un nuovo lucido da scarpa si chiama ¬ę sciusci√† okay ¬Ľ. La Piaggio ha creato un nuovo aereo P.D. 108, detto executi¬≠ve, italian style. (Vedete? E’ diventato ¬ę stile italiano ¬Ľ es¬≠sere chiamati con un nome straniero).

Alla fiera di Milano una ditta italiana espone plastic processing machinery. A Ro¬≠ma, gi√† orgogliosa di un suo cinema d’essai, i bambini han¬≠no un loro circolo, baby’s club composto di un baby parking e di un centro baby sitter. (Baby, boy e teen ager ‚ÄĒ spes¬≠so ridotto a teen per il vezzo mutilatorio di cui sopra per cui si dice trench, trincea, in¬≠vece di trench-coat, night che in inglese vuol dire notte e anche buona notte, invece di night club ‚ÄĒ hanno messo del tutto al bando i nostri bimbo e bambino e adolescen¬≠te. Tanto per cambiare, un’in¬≠dustria vicentina che fabbrica vestiti per bambini preferisce la parola tedesca kinder e cos√¨ si appella. Per fortuna che ¬ę bambino ¬Ľ √® ancora vivo in inglese ove √® preferito a baby, soprattutto per indicare il Bambin Ges√Ļ; e nel gergo americano √® molto diffuso ¬ę bimbo ¬Ľ per dire ¬ę recluta ¬Ľ ¬ę persona insignificante ¬Ľ, ¬ę un tipo spavaldo ¬Ľ; e anche ¬ę pu¬≠gno ¬Ľ).

Case editrici hanno i loro art-directors. Un’impresa edi¬≠lizia, che preferisce chiamarsi ¬ę realizzazione ¬Ľ, ha creato ¬ę una residenza √©lite per l’√©lite preparata da una √©quipe di architetti e paesaggisti, in una atmosfera di relax, di sport e sicura privacy, con appartamenti di gran standing ¬Ľ. La pellicola di Raffaele Andreassi che la Direzione generale dello Spettacolo ha mandato a Cannes a rappresentare uffi¬≠cialmente l’Italia √® intitolata Flash Back. Sorge un nuovo albergo alla baia del sole sulla via Aurelia, e si chiama sunbay Park Hotel. Una scuola di navigazione a vela sul lago di Garda si denomina West Garda yacht club. Un’indu¬≠stria italiana di caldaie per ri¬≠scaldamento ne produce quat¬≠tro tipi a gasolio, silent W., oil fire B., oil boiler K., pres (sic) jet.

*

Da quando la Fiat ha chia¬≠mato una sua nuova vettura 124 special (ed io inviai una lettera alla rubr√¨ca delle ¬ę Lettere al Corriere ¬Ľ chie¬≠dendo ai dirigenti di quella celeberrima casa quale parti¬≠colare significato dessero a questo aggettivo inglese, s√¨ da preferirlo al nostro ¬ę specia¬≠le ¬Ľ; ma non ebbi l’onore di una risposta), altri ne hanno seguito l’esempio, alcune tra¬≠smissioni della televisione so¬≠no state chiamate anch’esse special; √® lecita la previsione che fra qualche anno tutti i vocaboli inglesi uguali ai no¬≠stri salvo la vocale ultima, universal, claustral, format, primordial, canal, fatal, etc., intent, content, cement, lament, dement, ferment, etc., saranno sostituiti ai nostri ori¬≠ginali. Gi√† ora un metodo di cura italiano per dimagrire in fretta √® nominato president; e President √® uno spumante di una nota casa piemontese. Chi abbia letto su un giornale di una ditta che lancia un appa¬≠recchio, chiamato ¬ę mare lung ¬Ľ, per rifornire d’aria un nuotatore subacqueo, non creda che si tratti anche qui di un aggettivo italiano, ampu¬≠tato nell’ultima vocale; quel lung √® inglese,- e significa ¬ę polmone ¬Ľ.


Letto 157 volte.
ÔĽŅ

Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Invito tutti a non inviarmi pi√Ļ libri in lettura. Per mancanza di tempo, e dall'11 novembre 2013 anche di salute, non posso pi√Ļ accontentare nessuno. Cos√¨ pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Chiedo scusa.
Bart