Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
I miei libriRivista d'arte Parliamone

La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Piante e fiori del mio giardino e altre bellezze: qui
Download VIVERE CON L'ACUFENE.

LETTERATURA: Robert Burns – 2

21 luglio 2014

A UN TOPO, CUI AVEVO DISTRUTTO IL NIDO
CON L’ARATRO, NOVEMBRE, 1785

O liscia bestiolina, che ti rannicchi paurosa,
oh, quale panico è nel tuo piccolo cuore!
Non c’è bisogno che tu corra via così lesta
con precipitosa fuga!
Sentirei ripugnanza a rincorrerti
col micidiale bastone!

Sono veramente dolente che il dominio dell’uomo
abbia spezzato l’unione sociale della natura
e giustifichi la cattiva opinione
che ti fa sobbalzare
dinanzi a me, tuo povero compagno nato dalla terra
e mortale come Te!

Lo so che rubi qualche volta;
ma che importa? Povera bestiolina, devi pur vivere!
Una spiga di grano di tanto in tanto in un covone
non è gran cosa:
avrò una benedizione col resto,
e non mi mancherà mai!

Anche la tua casetta in rovina!
I venti van sperdendo le misere sue pareti!
E dell’erba verde non ce n’è adesso
per costruirne una nuova!
E i venti del freddo dicembre sopravvengono
mordenti ed acuti!

Vedevi i campi spogli e desolati
ed un tedioso inverno appressarsi
e qui, al calduccio, riparato dal soffio del vento,
pensavi dimorare,
finché, crac!, il vomero crudele è passato
attraverso la tua cella.

Quel misero mucchietto di foglie e di stoppia
t’era costato un ben lungo rosicchiare!
Ora ne sei cacciato fuori, malgrado la tua fatica,
senza casa e senza riparo,
a sopportar le nevi e le piogge dell’inverno
e la gelida brina!

Ma, topolino, non sei il solo,
a comprovar che la previdenza può esser vana:
i migliori piani dei topi e degli uomini
van spesso di traverso
e non ci lascian che dolore e pena
invece della gioia promessa.

Tuttavia tu sei felice a paragone di me!
Soltanto il presente ti tocca:
ma ahimè! Io volgo lo sguardo indietro
su lugubri visioni!
E volgendolo innanzi, sebbene non veda,
sospetto e temo.


Letto 1264 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Invito tutti a non inviarmi più libri in lettura. Per mancanza di tempo, e dall'11 novembre 2013 anche di salute, non posso più accontentare nessuno. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Chiedo scusa.
Bart