Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
I miei libriRivista d'arte Parliamone

La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Piante e fiori del mio giardino e altre bellezze: qui
Download VIVERE CON L'ACUFENE.

VARIE: Ruby e lo scontro di civiltà

1 luglio 2013

di Costanza Caredio

Ora sappiamo in che cosa consiste il famoso “scontro di civiltà”. E’ in atto tra chi nel tempo libero organizza serate conviviali con amici, e chi passa le serate a leggere Proust: autore di un noiosissimo e interminabile romanzo senza né capo né coda, inteso solo a screditare l’aristocrazia francese.
Questi risparmiano su spese voluttuarie, salvo poi elargire milioni per le cosidette “primavere", ossia bagni di sangue fra opposte fazioni di giovani.
Il caso Ruby fa da spartiacque: da un lato le nazioni-idoli che si autoincensano come serie e responsabili, dall’altro noi, il popolo, la “pancia molle” che, come da tradizione millenaria, si ritrova, si festeggia, organizza serate di musica e barzellette.
Era sembrato possibile avviarci verso un’intesa, Destra e Sinistra nell’interesse di tutti: sulle strategie economiche, grandi differenze non erano apparse, anzi è la stessa strategia, con la Sinistra che agita su vecchi programmi i resti della Grande Armée sindacale e la Chiesa che tiene di conto i suoi poveri, timorosa che svaniscano nelle categorie superiori. La Destra che si affanna a predicare efficienza e modernità, più Nazione e meno Stato e la Sinistra che è d’accordo, ma non lo può dire.

Il caso Ruby fa riemergere vecchi fantasmi. Si vuole annullare la ritrovata autonomia femminile? Ripristinare sensi di colpa felicemente dissipati? Cercare sponde nei Puritani Protestanti e Islamici ed agganciare ad essi un Cattolicesimo che per sua origine e territorio e forma di civiltà aperta e creativa è erede di Roma e non di Babilonia?
Ruby rappresenta comportamenti propri dell’età giovanile, insicura ma audace, che deve trovare da sé i propri limiti. A lei vengono contrapposte tre giudici-donne, ma il loro pesante verdetto di condanna di Berlusconi, ospite generoso, offende il comune sentire degli Italiani come estraneo ad ogni ragionevole sanzione e dettato da risentimenti incomprensibili.

Allore occorre fare del caso Ruby,insicura adolescente mediterranea, una bandiera, non solo per la Giustizia Giusta, ma per la difesa dei nostri modelli di vita.


Letto 1133 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Invito tutti a non inviarmi più libri in lettura. Per mancanza di tempo, e dall'11 novembre 2013 anche di salute, non posso più accontentare nessuno. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Chiedo scusa.
Bart