Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

FUMETTI: Girighiz – Fra’ Salmastro

28 Gennaio 2010

[da: ‚ÄúEnciclopedia dei fumetti‚ÄĚ, a cura di Gaetano Strazzulla, Sansoni, 1970]

L’AUTORE

ENZO LUNARI – Nato a Milano il 2 gennaio 1937, da genitori di origine veneta. √ą fratello del commediografo Gigi Lunari. Dopo un’infanzia normale, per quanto possa essere normale un’infanzia durante una guerra mondiale, tra ¬≠scorsa in un paesino nei pressi di Vicenza, torna a Milano per continuare gli studi medi e liceali. Frequenta la facolt√† di scienze poli ¬≠tiche e sociali presso l’Universit√† di Pavia, lau ¬≠reandosi nel 1961. Ha studiato anche musica (pianoforte e composizione), dando qualche esa ¬≠me al Conservatorio, ma senza arrivare al con ¬≠seguimento del diploma. Gli √® rimasta comun ¬≠que la venerazione per Mozart che egli consi ¬≠dera ¬ę unico fenomeno della Natura veramente sconvolgente ¬Ľ.

Dopo aver assolto gli obblighi militari come soldato semplice, senza troppo entusiasmo si imbarca in un’impresa commerciale (porcellane di Limoges), dalla quale per√≤ si ritira dopo un paio d’anni senza guadagni e senza rimpianti. Redattore per qualche tempo in una casa editrice, si dedica successivamente alla grafica e all’attivit√† di visual design. Non v’√® dubbio che l’indirizzo storico-politico dei suoi studi e dei suoi interessi culturali hanno notevolmente contribuito a ispirare a Lunari tanto Girighiz che Fra’ Salmastro.

I PERSONAGGI

GIRIGHIZ – Nel 1965, per puro caso, prese a disegnare alcune strisce che vennero pubbli ¬≠cate dalla rivista Linus. Nasceva cos√¨ il per ¬≠sonaggio di Girighiz, eroe eponimo di un fu ¬≠metto nel quale si incontra un assortimento eccezionalmente incredibile di cavernicoli del ¬≠l’era mesozoica, intenti a dibattere i problemi del loro tempo e a riflettere su di essi. Tra i comprimari vi sono l’intellettuale Hollocok, il contestatore pessimista Wozzeck, l’inventore della scrittura e il poeta Chronicon che non riesce mai a trovare la giusta ispirazione per i suoi poemi, lo sfortunato stregone Chicche-vacche che vede la sua supremazia insidiata da un giovane collega venuto da lontano. Questi uomini dell’et√† delle caverne, posti al centro di un paesaggio volutamente spoglio, assistono giorno dopo giorno al lento divenire della sto ¬≠ria. Non sempre √® facile sorridere alle battute che si scambiano questi uomini preistorici ca ¬≠lati in un’amara e squallida solitudine, perch√© la striscia, ricca di un umorismo raffinato e sofi ¬≠sticato, √® tra le pi√Ļ difficili dei fumetti con ¬≠temporanei. Non a caso ricorda assai da vicino la ¬ęcommedia ¬Ľ vissuta giornalmente da B.C. e compagni.

FRA’ SALMASTRO – Sempre su Linus Lunari ha pubblicato, a partire dal 1966, i primi episodi di Fra’ Salmastro da Venegono, un predicatore francescano del XIII secolo, protagonista di una gustosa e godibile satira a fumetti dedicata alla societ√† medioevale. Forse per questo personaggio l’autore si √® ispirato a Fra’ Salimbene de Adam (1221-1288 circa) di Parma, autore di una Crociata dei suoi tempi, scritta in latino con molta vivacit√† di stile e libert√† di giudizio intorno ai personaggi suoi contemporanei. Povero, umile, dotato di un’intelligenza me-diocre e scarsamente erudito, ma sostenuto da un’incrollabile fede, Fra’ Salmastro se ne va ramingo per il mondo, aggirandosi per piazze e contrade con il suo disarmante candore tra una folla di potenti e di ribaldi, esortando con il suo eloquio grezzo il popolino a guadagnarsi il Paradiso attraverso le sofferenze, le privazioni e le umiliazioni, esorcizzando gli indemoniati e curando con erbe e tisane gli appestati. Dal punto di vista figurativo i personaggi di Lunari ricordano quelli di alcuni bassorilievi medie ¬≠vali: hanno lo stesso tono ¬ęmesto ¬Ľ e la stessa fisionomia ¬ę anonima ¬Ľ.

¬ę L’averlo inventato e il proporlo all’attenzione dei lettori viene a colmare una lacuna e a li ¬≠berare finalmente il medioevo da quell’aria te ¬≠tra e insulsa che tradizionalmente gli viene at ¬≠tribuita ¬Ľ: con queste parole, non prive di una certa facezia, Lunari present√≤ il suo personag ¬≠gio di Fra’ Salmastro, il quale, nell’assai povero
panorama del fumetto satirico italiano, rappre ¬≠senta una delle poche novit√† veramente degne di nota. Questo ieratico fraticello, ora ingenuo ora sarcastico, che narra con impari solennit√† le cronache dei suoi tempi, si inserisce in una tradizione culturale tipicamente nostrana ed √® il protagonista malizioso di un fumetto che figu ¬≠rativamente si rif√† per preziosit√† e ironia all’ico ¬≠nografia romanica.


Letto 4144 volte.
ÔĽŅ

2 Comments

  1. Commento by Carlo Capone — 28 Gennaio 2010 @ 11:31

    Lunari mi ha sempre appassionato. Scoprii ¬†Fra Salmastro e Girighiz ¬†attraverso Linus. ¬† ¬† ¬†Del ¬†secondo fumetto, che ¬† grazie a questa lettura mi √® tornato alla mente, ¬† ¬†ricordo Chicche vacche, uno spassosissimo stregone che ne combina di tutti i colori. All’epoca ho addirittura preferito la strip di Lunari a quella con ¬†B.C, che pure √® un classico all times.

  2. Commento by Bartolomeo Di Monaco — 28 Gennaio 2010 @ 12:20

    Mi fa piacere, Carlo, risvegliare in te tanti ricordi.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart