Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

LETTERATURA: RIVIERA, la via lungo l’acqua di GIORGIO FICARA. Einaudi

17 Luglio 2010

di Francesco Improta

Se è vero che oggi nella stragrande maggioranza dei casi si è perso il piacere dell’esplorazione e della scoperta perché i viaggi sono diventati semplici spostamenti da un luogo all’altro, le cui rotte, tra l’altro, sono tracciate in anticipo da agenzie turistiche che almeno sulla carta sembrano sod ­disfare ogni nostra più piccola esigenza di comodità e di benessere è altrettanto vero che le mete dei nostri viaggi (paesi, città o nazioni che siano) sembrano sottrarsi al nostro sguardo, sempre più pigro e meno penetrante, presentandosi tutti, a detta dei sociologi, come non-luoghi, privi di spe ­cifiche caratteristiche.

Da questa consapevolezza parte Giorgio Ficara nel suo ultimo libro Riviera. La via lungo l’acqua non per contestare il turismo di massa o per scrivere un saggio sociologico, anche se spunti di que ­sto genere si rilevano nel paragrafo dedicato agli emigranti, ma per restituire alla Liguria, terra di sua madre, da lui profondamente amata la propria identità, pur sapendo della difficoltà oggettiva di tradurre in linguaggio la natura, di per sé “impenetrabile al pensiero”.

Ed è proprio l’inaccessibilità alle parole – vengono in mente i versi di Dante “… a l’intenzion de l’arte… la materia è sorda” (Parad. Canto I vv.129/29) – che spinge l’autore a un viaggio più nel tempo che nello spazio, come si legge del resto nel risvolto di copertina.

Il libro ha una struttura particolare: si divide in tre capitoli (Rive, Partenze, e Il luogo felice) in ­tervallati da cinque storie (3 + 2) e non segue né un ordine cronologico né un itinerario geografico, anche se l’autore si muove esclusivamente, come suggerisce il titolo, bord de mer, pronto a “scattare oltre”, a “salpare”. Il sottotitolo, infatti, La via lungo l’acqua, non indica solo una collocazione geografica, una vicinanza fisica al mare ma anche una familiarità con la lontananza, una vocazione marinara che è proprio del popolo ligure fin dalle Repubbliche Marinare e forse anche prima.

Ficara appartiene a quella genia, oggi in via di estinzione, di critici letterari che sono innanzitutto letterati (penso a Giacomo De Benedetti, Gianfranco Contini), scrittori nel vero senso della parola, capaci di illustrare, commentare i testi e attraverso la disamina degli stessi raccontare la vita, o meglio il romanzo della vita. Non meraviglia, quindi, che dal fiume della memoria di Ficara, una memoria individuale e collettiva al tempo stesso, emergano personaggi pubblici (divi della celluloide e intellettuali di chiara fama) accanto a marinai senza nome o camalli che trascinano la vita con i denti; fatti di cronaca e leggende popolari: il tutto descritto in una festa di suoni, di luci e di colori.

La scrittura, ricercata e trasparente, fluisce chiara e leggera come quella dei migliori scrittori ita ­liani; penso, e non a caso, a Biamonti e a Orengo, di cui tra l’altro Ficara era amico e profondo conoscitore. C’è in questi scrittori, che hanno condiviso sia pure con sfumature diverse lo stesso amore per la Riviera, una grazia particolare che si riversa in costruzioni prive di peso e in trame lievi e trasparenti, intrise di luce. Procedendo nella lettura ci si accorge dei continui riferimenti, non sempre espliciti, a Sbarbaro, Montale, Leopardi e Conrad, a ben guardare, però, le citazioni non hanno funzione esornativa né tanto meno sono semplice sfoggio di erudizione ma una chiave indispensabile d’interpretazione che apre nuovi spazi, e profondità inattese alla scrittura.

Libro, in conclusione, colto e piacevolissimo che mi ha consentito, tra l’altro, di capire qualcosa di più della terra in cui, da venticinque anni, ho scelto di vivere.


Letto 2834 volte.


1 commento

  1. Pingback by Bartolomeo Di Monaco » LETTERATURA: RIVIERA, la via lungo l'acqua … — 17 Luglio 2010 @ 14:36

    […] Prosegue Articolo Originale: Bartolomeo Di Monaco » LETTERATURA: RIVIERA, la via lungo l’acqua … […]

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart