Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone

TUTTI I MIEI LIBRI SU AMAZON qui

La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Piante e fiori del mio giardino e altre bellezze: qui

CAPANNORI (Lu): 25 settembre: VI° edizione del Premio nazionale di poesia ‘Città di Capannori’

17 Settembre 2010

Sabato 25 settembre 2010 importante appuntamento per il ‘popolo dei poeti’ e per quanti amano la parola, la scrittura, la comunicazione poetica.

Nel pomeriggio dell’ultimo sabato di settembre, infatti, alle ore 17,00, presso il Frantoio sociale del Compitese (via di Tiglio, 609 – tel. 0583 907898) si terrà la manifestazione conclusiva della VI° edizione del Premio nazionale di poesia ‘Città di Capannori’. A seguire buffet ai sapori tipici della Piana lucchese e alle 21,30 esibizione dell’Accademia dell’ottava rima con Carlo Monni.

Il Premio speciale Luciana Baroni.

Tra le novità di questa edizione ricordiamo l’istituzione del premio speciale Luciana Baroni, “intitolato a una figura di educatrice e amministratrice che ha ben meritato presso la comunità capannorese” e “riservato a una lirica capace di illuminare le tematiche della condizione femminile, i suoi problemi, le sue difficoltà e i complicati cammini di libertà di tutte le donne del mondo.”

Il Premio speciale ‘Italia, tra memoria e futuro, Cosa significa essere italiani, oggi.’

Per quest’anno e per il prossimo, centocinquantesimo dell’Unità d’Italia, l’Amministrazione comunale di Capannori ha, poi, istituito un altro premio speciale riservato a quei partecipanti che senza retorica, abbiano saputo “elaborare poeticamente intorno ai temi dell’eredità storica che ci portiamo dietro e dentro come cittadini di questo Paese; su quanto il nostro passato possa essere considerato un serbatoio di identità; su quale idea di Italia vogliamo avere per il futuro.”

Muta la ‘location’.

Da non passare sotto silenzio, poi, il cambiamento dello scenario della manifestazione: non più gli sfarzosi contesti delle ville aristocratiche disseminate sulle colline, ma un concretissimo luogo di lavoro dove si svolge la frangitura delle olive, una delle attività più legate alla storia, alla tradizione, alla cultura del Capannorese. Dietro un’idea di poesia non estetizzante, ma legata alla via, alla sua materialità fatta di spigoli e durezze, impegnata insieme agli uomini nella costruzione di una società più giusta e ricca di senso.


Letto 1246 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Invito tutti a non inviarmi più libri in lettura. Per mancanza di tempo, e dall'11 novembre 2013 anche di salute, non posso più accontentare nessuno. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Chiedo scusa.
Bart