Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone

TUTTI I MIEI LIBRI SU AMAZON qui

La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Piante e fiori del mio giardino e altre bellezze: qui

Il lettore vi troverà in ordine di pubblicazione tutti gli articoli che furono pubblicati sul Blog, chiuso per le ragioni esposte negli ultimi scritti.

ARCHIVIO BLOG


Berlusconi: lo si deve odiare proprio tanto

6 Dicembre 2009

Ieri ho ascoltato Marcello Dell’Utri intervistato da un giornalista Rai, il quale gli ha chiesto che cosa si aspetti dalla prossima deposizione dei fratelli Graviano, programmata per venerd√¨ prossimo presso il tribunale di Palermo (sarebbe interessante poterla seguire in diretta tv per collegarla a quella di Spatuzza). La sua risposta √® stata: Non mi aspetto niente, giacch√© comunque vada, io ne uscir√≤ sempre male. Se Spatuzza mi accuser√†, io sono mafioso; se i fratelli Graviano mi scagioneranno, io sono colluso con la mafia. (continua…)

La Bindy e la volpe e l’uva

5 Dicembre 2009

Prima di parlare del No B-Day, vorrei per un attimo tornare alla deposizione di Spatuzza, quando racconta che i fratelli Graviano gli avevano assicurato che con quello di canale 5 e il compaesano di Sicilia (leggi: Berlusconi e Dell’Utri) tutto era andato ok.
Non lo sapevo, ma mi √® stato detto che, stando al calendario, dopo quella confidenza dei fratelli Graviano a Spatuzza, qualche giorno dopo i due¬†adorati (da Spatuzza)¬†fratelli furono arrestati e messi in carcere. La domanda: Ma da chi avevano avuto assicurazioni? Dai sosia di Berlusconi e di Dell’Utri? O era tutto un sogno? (continua…)

Sfortuna per Di Pietro: nel giorno del No B-Day acciuffati due capimafia

5 Dicembre 2009

Quando si dice la scalogna. Ieri il flop di Gaspare Spatuzza che aveva attirato folle di giornalisti e di telespettatori, e oggi, mentre Antonio Di Pietro leva sulla piazza di Roma tutti gli improperi possibili contro il governo Berlusconi, quest’ultimo, ancora una volta, risponde coi fatti. Presi proprio nel primo pomeriggio due pezzi da novanta, i boss Nicchi e Fidanzati: fanno 17 su 30 i boss accompagnati in carcere dall’azione decisa e continua del governo Berlusconi. (continua…)

Due parole a Vittorio Feltri sui casi Boffo e Mesiano

5 Dicembre 2009

Su Il Giornale (qui e qui) Vittorio Feltri, rispondendo ad una lettrice,¬†Eva Cambra,¬†scrive che il contenuto della nota anonima che accompagnava il certificato del casellario giudiziale in cui √® registrata la condanna per molestie telefoniche di Dino Boffo (ex direttore de L’Avvenire), entrambi riprodotti in foto a fianco dell’articolo a sua firma, non era attendibile, dopo che si √® potuto accedere agli atti. (continua…)

Spatuzza: Fiat lux? No, è un boomerang, e venne il buio

4 Dicembre 2009

“Dio disse sia fatta la luce e la luce fu” (Genesi, 1,3).

Qualcuno dei magistrati stamattina, prima dell’avvio della deposizione, attesa da tutto il mondo, della Sibilla Cumana, ovvero dell’oracolo Gaspare Spatuzza, deve aver immaginato di essere il Padreterno che stava per dare la luce all’intero pianeta, oscurato dal buio dello sterminatore nero, Silvio Berlusconi, il terrore dei sette mari e dei cinque continenti. (continua…)

Ripensare alla svolta di Fiuggi (ma senza coinvolgere gli an in buona fede)

3 Dicembre 2009

Ciò che sta succedendo, soprattutto riguardo alle frequenti e pungenti stoccate di Fini al governo Berlusconi, che mirano a variarne la linea politica (non lo dico io, ma lo dicono i migliori osservatori politici), mi sta inducendo, come vi sarete accorti, a fare molte riflessioni in pubblico, a voce alta.
Fini, come Bossi, non mi sono mai piaciuti. L’allenza con i loro movimenti da parte di Berlusconi fu una necessit√† per riuscire a sconfiggere il Pds e i suoi alleati, dopo il terremoto di Mani Pulite che aveva cancellato tutto l’arco costituzionale, salvo appunto il Pds e il Msi-Destra nazionale. Senza queste alleanze non avrebbe potuto vincere le elezioni.
La necessit√† della loro presenza nella maggioranza √®, ahim√©,¬†tutt’oggi essenziale. (continua…)

Fini il demiurgo: si dimetta

3 Dicembre 2009

Una volta c’era la buona usanza che le tre pi√Ļ alte cariche dello Stato riconsegnassero la propria tessera al partito di appartenenza per riprenderla a fine mandato. Ci√≤ per dare simbolicamente ai cittadini il messaggio costituzionale che quella carica sarebbe stata esercitata super partes. Ossia, a differenza della quarta carica dello Stato, ricoperta dal presidente del Consiglio (che rappresenta la maggioranza politica del Paese), essi avrebbero rappresentato tutti i cittadini. La consegna della tessera significava altres√¨ che essi non avrebbero effettuato incursioni nella vita dei singoli partiti. (continua…)

Fini al No B-Day?

3 Dicembre 2009

Sugli altri quotidiani presenti sul web non ho trovato conferma della notizia, che ho appreso dal sito georgiamada, riportata dal Il Messaggero, ossia che Gianfranco Fini, presidente della Camera e esponente del Pdl parteciper√† alla manifestazione No B-Day organizzata per il 5 dicembre da Di Pietro contro il governo Berlusconi. (continua…)

Penso che sia questo il disegno della mafia

2 Dicembre 2009

Lo Stato, per quanto riguarda la lotta alla mafia, √® impegnato su due fronti. Il primo si regge sul lavoro dei magistrati, il secondo su quello delle forze dell’ordine.
I crescenti successi che il governo sta riscuotendo su quest’ultimo fronte vanno ascritti non solo alla sua ferma volont√† di¬†annientare l’impero mafioso, ma alla intelligente ed efficace azione delle forze di polizia. Tra le forze di pubblica sicurezza e i carabinieri intercorrono,¬†infatti,¬†una ammirevole collaborazione ed una sana competizione, che hanno fatto s√¨ che i risultati fossero di tutto rilievo. (continua…)

Fini riceve in diretta l’investitura da Luttwak

2 Dicembre 2009

Chi ha assistito ieri sera alla trasmissione Ballar√≤, ha ascoltato le solite liti e le logore prese di posizione da una parte e dall’altra. Berlusconi, come al solito, √® stato il convitato di pietra, e torno a domandarmi di che cosa si parler√† dopo che si sar√† ritirato dalla scena politica. L’opposizione ha tutti i suoi soldati addestrati per un solo obiettivo: scagliare frecce contro di lui. Dovr√† quindi riconvertire tutto l’esercito; ci dovremo aspettare un periodo di sbandamento e di confusione. Magari si arriver√† a pensare che, sparito Berlusconi, tutto ci√≤ che con lui andava male, ora va bene. Ci√≤ che era nero diventer√† bianco. E l’Italia navigher√† con il vento in poppa. Gente felice, nessun problema, la disoccupazione sparita, i lavoratori pasteggeranno con champagne. Una goduria. (continua…)

L’ipocrisia di Fini (ma non sar√† sotto ricatto?)

1 Dicembre 2009

Ho da poco licenziato qui il post “D’Avanzo c’√® o ci fa” che l’accelerazione di cui l√¨ scrivevo mi si √® concretizzata sotto gli occhi, come se fossi un sensitivo. Ci√≤ che non sono affatto, e ringrazio Iddio. Non dormirei la notte e vivrei rintanato in casa, sotto un tavolino, con l’ossessione di essere travolto dalla benda (il grosso cucchiaio dentato) di una ruspa o da una tegola. Anche sotto il tavolino, comunque, starei rattrappito nel timore che esso¬†finisse in mille pezzi, e uno di questi, una scheggia¬†telecomandata, mi si conficcasse negli occhi. (continua…)

D’Avanzo c’√® o ci fa

1 Dicembre 2009

Credo che¬†l’articolo apparso stamani su la Repubblica a firma di Giuseppe D’Avanzo¬†potrebbe¬†rivelarci un intreccio pericoloso tra certa stampa, certa magistratura e la mafia. Un intreccio involontario e inconsapevole, voglio sperare. Anzi, mi devo convincere che sia proprio cos√¨, per non spaventarmi. Vi √®, tuttavia, la necessit√† di fare un po’ di chiarezza, o almeno provarci,¬†giacch√©¬†un tale¬†intreccio, se dovesse andare avanti e¬†consolidarsi, potrebbe avere risvolti devastanti per la democrazia. (continua…)

Non tocchiamo ancora il fondo, ma poco ci manca

30 Novembre 2009

Stamani la Repubblica ha pubblicato la lettera di un padre al figlio. Il padre, Pier Luigi Celli, ha ricoperto e ricopre importanti incarichi, e il figlio frequenta l’universit√† Luiss. (continua…)

L’impazzimento dei giornali

30 Novembre 2009

Ieri l’articolo su La Repubblica, infischiandosene della verit√† appurata da una perizia del 1999 eseguita da Francesco Paolo Giuffrida per conto della procura di Palermo (qui), ha avanzato il sospetto calunnioso che il 20% del patrimonio della Fininvest √® in mano della mafia. Pronta la risposta di Marina Berlusconi. (continua…)

Barbara Spinelli: ciò che non va nel suo ragionamento

29 Novembre 2009

Stamani Barbara Spinelli su La Stampa fa un intrico di ragionamenti tutti legati ad una sua dichiarazione iniziale, che è questa (il grassetto è mio): 

“L‚Äôaltra via stretta √® la possibilit√† che Berlusconi si difenda non dai processi ma nei processi, come Andreotti. O la possibilit√† che il ceto politico tragga le conseguenze, allontanando un leader non condannato ma debilitato da troppi processi e congetture. √ą accaduto per molti dirigenti in molte democrazie occidentali. Quel che sorprende in Italia √® che quest‚Äôalternativa, se si esclude Di Pietro, nessuno la propone: subito √® detta sovversiva.” (continua…)

Brava Marina (Berlusconi)

29 Novembre 2009

Se quanto afferma qui e qui Marina Berlusconi √® vero, ossia che la Finivest √® al 100% di propriet√† della famiglia Berlusconi, fa bene a querelare la Repubblica, che sembra inventarsi insinuazioni e accuse, lasciando intendere che il 20% appartiene alla mafia. (continua…)

La magistratura è il Sud delle Istituzioni. Ecco perché è necessario il processo breve

28 Novembre 2009

E’ passata ieri sotto silenzio una notizia scomoda per coloro che sostengono che il cosiddetto “processo breve” scardiner√† il sistema magistratura mandando in prescrizione un sacco di processi. (continua…)

La Finocchiaro intende fischi per fiaschi

27 Novembre 2009

Davvero siamo al ridicolo. Il capo dello Stato richiama le istituzioni al rispetto reciproco e fa una sottolineatura nei confronti della magistratura affinch√© non debordi dal suo ambito, e la Finocchiaro rilascia una dichiarazione in cui annota che il monito del capo dello Stato √® rivolto in modo particolare alla politica. (continua…)

I pentiti, ovvero gli 007 della mafia. (E i magistrati aspettano ancora Cocco Bill)

27 Novembre 2009

(Il precedente qui)

Dopo quanto si pubblica oggi qui e qui, si pu√≤ desumere che l’Italia¬†sia ormai¬†alla merc√® di ricattatori e pentiti. Partito in pompa magna il caso Noemi (che, a distanza di tempo, rivela che di scandalistico non aveva nulla, ma fu montato ad arte contro il presidente del Consiglio), e visto che¬†ha avuto¬†successo, giacch√© provocava quel tanto di rumore utile a guadagnarci su qualcosa, il filone √® diventato succulento e dilaga presso i ricattatori di mestiere. (continua…)

Commenti disattivati

Berlusconi e la dentiera di Cocco Bill

26 Novembre 2009

(Il seguito qui)

Sono sicuro, questa non la sapete. E’ tanto mai grossa che perfino la procura di Palermo ci va coi piedi di piombo, la tiene segreta. Ma io in certe procure c’ho la talpa. Ve lo dissi qualche tempo fa. Mi costa dei bigliettoni, ma c’ho anche le banche che mi fanno credito e finch√© non mi chiuderranno i rubinetti, io la talpa me la tengo. I debiti devono servire almeno a togliersi qualche sfizio, e il mio ormai √® quello di osservare la politica dei nostri tempi e farci ogni tanto qualche bella e sana risata. (continua…)

Alla faccia! Veronica Lario chiede pi√Ļ di tre milioni e mezzo di euro al mese

26 Novembre 2009

Sono convinto che l’amore (quello vero, non quello strombazzato dai rotocalchi) tra Veronica Lario e Berlusconi non ci sia mai stato. Una First Lady che attacca in quel modo, e a mezzo stampa, il marito, non pu√≤ averlo amato. Il vero amore non si cancella mai del tutto. Resta almeno una scintilla che impedisce di scendere nei bassifondi dell’odio. (continua…)

Mi rivolgo alla Procura di Palermo: Berlusconi ha ucciso Falcone, ho fatto un sogno

25 Novembre 2009

Spatuzza, a me, non mi lega nemmeno le scarpe. Lui racconta sempre la stessa solfa: Ho sentito dire da un mafioso il quale ha sentito dire da un secondo mafioso che ha sentito dire da un terzo mafioso che ha sentito dire da un quarto mafioso che ha sentito dire da un quinto mafioso (e qui si perde, perch√© non sa contare pi√Ļ di cinque, costringendo la procura a ingaggiare in fretta e furia un’insegnante di matematica che in un corso accelerato dovr√† insegnare a Spatuzza a contare almeno fino a dieci). Che barba, che noia, direbbe la Sandra Mondaini. (continua…)

Far cadere Berlusconi è come darsi la zappa sui piedi

25 Novembre 2009

Quando Oscar Luigi Scalfaro nel 1994, dopo la caduta del primo governo Berlusconi, cerc√≤ di ripristinare la prima Repubblica, che era stata messa in soffita dal maggioritario, met√† dell’Italia insorse, ma lui se ne infischi√≤ e, Costituzione alla mano, sentenzi√≤ che non c’erano state novit√† di rilievo costituzionale tali da indurlo a non lasciare che i partiti, attraverso il parlamento, facessero i cavoli loro, ossia stracciassero il risultato elettorale. (continua…)

Bersani, ovvero i sonnambuli della politica

24 Novembre 2009

Da pi√Ļ giorni Bersani (in coro con la Finocchiaro) va dicendo: Si ritiri il disegno di legge sul processo breve e saremo pronti a discutere sulla riforma della giustizia. (continua…)

Saviano e il processo breve

24 Novembre 2009

Mi dispiace che Roberto Saviano sia stato indotto da Repubblica ad accettare la raccolta delle firme intorno alla sua lettera indirizzata a Silvio Berlusconi. Sono iniziative che non hanno senso, populiste, questo sì.

Senso pu√≤ averlo¬†la lettera che ha scritto, ma la raccolta di firme a che vale? (continua…)

Commenti disattivati

Mani Pulite gli fa un baffo

23 Novembre 2009

Con tutto il rispetto per Mani Pulite che decapit√≤ la prima Repubblica, un po’ come fece la Rivoluzione francese, ossia non guardando tanto per il sottile, oggi ci√≤ che sta succedendo in Italia √® qualcosa di assai pi√Ļ grosso. (continua…)

Berlusconi come Alcibiade?

22 Novembre 2009

Una mia carissima lettrice – evidentemente memore dei corsi e ricorsi vichiani – mi ha ricordato Alcibiade (Atene, 450 a.C. ‚Äď 404 a.C.), generale e politico della Grecia antica, accostando parte della sua vita a ci√≤ che oggi accade in Italia, e in particolare a Silvio Berlusconi. (continua…)

Berlusconi e la mafia

22 Novembre 2009

Lo spunto mi viene dato da questo articolo apparso su Il Foglio di Giuliano Ferrara.

Vi si legge:

“I dati del ministero dell‚ÄôInterno dicono che tra il maggio 2008 e questo novembre lo stato ha arrestato in media otto mafiosi ogni giorno. Poliziotti e carabinieri hanno catturato 270 latitanti ‚Äď un incremento del 91 per cento rispetto al governo precedente ‚Äď e tra questi 14 facevano parte della lista nera dei 30 ricercati pi√Ļ pericolosi e 36 facevano parte dell‚Äôelenco dei 100 pi√Ļ pericolosi.” (continua…)

“Stronzo”, ecco il linguaggio di Fini, la terza carica dello Stato

22 Novembre 2009

Se Berlusconi si diverte a fare le corna in occasione di una foto dei capi di governo europei, se fa grassi complimenti alla tedesca Merkel, se fa il cicisbeo con la moglie di Obama, che cosa arriveranno mai a pensare di noi all’estero se, dopo la quarta carica dello Stato (Berlusconi), la terza carica dello Stato fa sfoggio davanti ad una platea di giovani stranieri del suo eloquio da taverna. Diranno probabilmente che questa √® una conseguenza della lunga soggezione che il nostro Paese ha tenuto nei confronti della Chiesa cattolica, che ha la sua sede universale a Roma. E’ un segno di liberazione, diranno. Lo sfogo di una natura troppo a lungo repressa. (continua…)

Le insinuazioni su Schifani

21 Novembre 2009

Il presidente del Senato, Renato Schifani, ha appena finito di esprimersi l’altro giorno a favore di elezioni anticipate nel caso di dimissioni del governo Berlusconi – contrastando opportunamente l’ambiguit√† del suo collega Gianfranco Fini (che l’antifona la deve aver capita, mi pare) -, che Il Fatto Quotidiano, come un orologio svizzero, ha cominciato ad indagare su di lui. (continua…)

Commenti disattivati

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart