Libri, leggende, informazioni sulla cittĂ  di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone

TUTTI I MIEI LIBRI SU AMAZON qui

La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Piante e fiori del mio giardino e altre bellezze: qui

LETTERATURA: Proposta ad Amazon Libri

19 Agosto 2021

di Bartolomeo Di Monaco

Qualche mese fa espressi ad Amazon.it una mia idea, ma non avendo ricevuto risposta, la riporto qui, sperando che possa essere presa in considerazione.
Come è noto, Amazon è il maggiore produttore di libri nel mondo con il sistema del self-publishing. Per chi non lo sapesse il self-publishing è il modo in cui un autore ha la possibilità di pubblicare un suo libro gratuitamente sia in cartaceo che in digitale.
Avete letto bene: gratuitamente. Amazon non richiede che l’autore ordini un numero di copie per risarcirsi delle spese. L’autore sicuramente ordinerà almeno una copia per sé, o qualche copia da regalare. Ebbene Amazon ha previsto questa possibilità e consente all’autore (solo a lui) di acquistare copie del suo libro a prezzo di costo. Così un libro che come prezzo di copertina, ad esempio, ha 12 euro, se lo ordina l’autore gli viene a costare circa la metà.

Di questo sistema si avvalgono già quegli autori i quali sono abituati a muoversi per pubblicizzare e vendere i propri libri. Infatti lo comprano, poniamo a 6 euro e lo vendono a 12, con un margine di guadagno del 50%, impossibile ad ottenersi con qualsiasi Casa editrice, la quale in media dà all’autore tra il 10 e il 15% del prezzo di copertina.

In più i libri pubblicati con Amazon non usciranno mai dal catalogo, come succede alle pubblicazioni con le tradizionali Case editrici. Inoltre è consentito in qualsiasi momento la correzione di eventuali errori, inviando il nuovo file corretto.

Sono vantaggi notevoli.

Io pubblico da qualche tempo con Amazon (non muovendomi da casa, il mio guadagno è risibile) e devo dire che Amazon paga puntualmente ogni 29 del mese con accredito sul conto corrente dell’autore i copyrights maturati, con un ritardo di 2 mesi, ritardo che costituisce un’ulteriore fonte del suo guadagno. Ma si deve dire: meritato.

Per pubblicare basta andare su Amazon Kindle e riempire i format previsti.

Ma ora veniamo all’idea che ho proposta a Amazon, la quale è basata sul principio di dare all’autore la possibilità di far uscire il testo da lui desiderato senza interventi degli editor delle Casa editrici (soprattutto le grandi), le quali ormai si adoperano per rendere un libro “commerciabile”, a prescindere dalle novità che l’autore si era prefisso.
Inoltre, l’autore si pone direttamente sul mercato e a sanzionarne il successo sarà esclusivamente il numero più o meno elevato di copie vendute, senza interferenze, spesso interessate e criticabili, delle Case editrici che pubblicizzano il proprio libro e intervengono sui premi letterari, con risultati che non sempre premiano la qualità. I premi letterari, a loro volta, dovrebbero aprirsi anche al self-publishing.

Che dovrebbe fare, dunque, Amazon, tanto in Italia che nel mondo?
Dovrebbe aprire proprie librerie, al modo di Feltrinelli e di Mondadori, in tutte le città capoluogo. Lì vendere tutti i libri come una normale libreria, permettendo anche l’ordinazione sul proprio catalogo italiano e mondiale. In aggiunta creare uno spazio dedicato agli autori di quella provincia che hanno pubblicato libri con Amazon in self-publishing. Una vetrina tutta per loro.

In questo modo si avvierebbe una rivoluzione mirata a far pulizia nel campo (piuttosto compromesso) dell’editoria tradizionale e a mettere in diretto contatto l’autore coi propri lettori, sotto l’usbergo di una libertà creatrice a tutto campo.
Eventuali disarmonie iniziali, sarebbero corrette nel corso del tempo.


Letto 214 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart