Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone

TUTTI I MIEI LIBRI SU AMAZON qui

La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Piante e fiori del mio giardino e altre bellezze: qui
Download gratuito VIVERE CON L'ACUFENE.

LIBRI IN USCITA: Julio Monteiro Martins: “La grazia di casa mia” – redivivia edizioni

21 Gennaio 2014

di Rosanna Morace

La grazia di casa mia. Ma… cosa è “la grazia”? E qual è la “casa” di Julio Monteiro Martins? Il Brasile, l’Italia, la Toscana, o il mondo?
E cosa è la poesia? Dove si trova? In che forme si esprime, oggi?
A queste domande sembra voler rispondere l’autore, con una raccolta poetica dal sapore insolito e ritmo leggero, che alterna il tono sarcastico al malinconico, giungendo fino al divertissement mai fine a se stesso. Liriche che sembrano ballate e raccontano storie, come fossero bagliori di racconto; poesie prosastiche in rima, che a tratti sfociano nel gioco fonico e nella scoperta della parola e dell’idioma; un sentore di ruggine dietro l’apparente giocosità; una tavolozza di temi che si impastano l’uno con l’altro, richiamandosi a vicenda: amore e morte, sensualità e amarezza, malinconia e dolcezza, istinto animale e razionale, amore verso la terra natia ed esilio forzato: un percorso umano che dalla «grazia di casa mia» conduce alla perdita di quella grazia, fino alla riacquisizione consapevole e dolcea mara di ciò che sembrava perduto …
Con questa seconda raccolta poetica in lingua italiana, ]ulio Monteiro Martins affina il suo peculiare modo di fare e intendere la poesia, dando vita, ancora una olta, ad un inedito connubio tra «la favela» e «la favella », il Brasile e l’Italia:

Lasciare la favela
e riacquistare la favella.
Cantare
la favela carioca
con la favella toscana: affabile favola.


Letto 3196 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Invito tutti a non inviarmi più libri in lettura. Per mancanza di tempo, e dall'11 novembre 2013 anche di salute, non posso più accontentare nessuno. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Chiedo scusa.
Bart