Libri, leggende, informazioni sulla cittĂ  di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone

TUTTI I MIEI LIBRI SU AMAZON qui

La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Piante e fiori del mio giardino e altre bellezze: qui

LIBRI IN USCITA: Lupo Editore

9 Giugno 2011

Anteprima – Io accuso

18 maggio, 2011

 

 Come ha risposto la scuola alla mutazione dei tempi? La domanda percorre questo esame di coscienza di un professore senza risparmiare nulla e nessuno, smascherando la ridondanza di parole e definizioni  che, lungi dal riqualificare la scuola, l’hanno sepolta sotto rituali insensati riducendola ad una sorta di cinico “mercato” da un lato e ad un parcheggio improduttivo dall’altro.
Il senso di disonestà diffusa che emerge da questa analisi di Marco Antonacci non può fare a meno di suscitare disagio o il sospetto di un radicale (e per questo condannabile) pessimismo, ma al lettore non sfugge la forza di verità della denuncia, la sofferenza di chi nella scuola è approdato credendoci e insiste a crederci ancora mantenendosi fedele a se stesso.

Anteprima – Il conto degli avanzi

18 maggio, 2011

 

 Ispirati da una sensibilità sostanzialmente fotografica – nella quale le immagini si fanno metafora dell’interiorità – questi “cammei” colgono l’essenza del vivere nei suoi momenti più nudi, in istantanee che parlano di verità scomode e di illuminazioni.
La solitudine degli universi individuali, la miseria della maschera, le ambizioni frustrate, le inquietudini che emergono quando la routine si spezza, i momenti di bilancio nel bazar di una vita… tra echi di poesia e duro realismo, Stefano Zuccalà riesce a rendere l’idea che gli esseri umani siano come «deserti in cerca di vicinanza», ma anche la certezza della preziosità di ogni esistenza.

Come lei mi insegna

4 maggio, 2011

Dora è un’insegnante appassionata, un modello di vita per i suoi alunni. Ciò che la contraddistingue è l’acutezza dell’osservazione,  la limpidezza di giudizio, il suo spessore affettivo e l’apertura mentale. La generosità con la quale si spende nella sua professione travalica spesso le sue forze obbligandola a “staccare la spina” e ad affrontare la propria interiorità per mettere ordine nelle sue consapevolezze e riprendere coscienza del proprio valore.
Loredana Ruffilli scrive un’antologia umana dal sorriso dolente, piena di amore per i giovani e intrisa di profonda onestà, quella della protagonista che sulla propria pelle affronta il dubbio dell’inganno, della reale capacità dell’istituzione scolastica di svolgere la sua funzione sociale.

 

 


Letto 1059 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Invito tutti a non inviarmi più libri in lettura. Per mancanza di tempo, e dall'11 novembre 2013 anche di salute, non posso più accontentare nessuno. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Chiedo scusa.
Bart