Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone

TUTTI I MIEI LIBRI SU AMAZON qui

La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Piante e fiori del mio giardino e altre bellezze: qui

LIBRI IN USCITA: Lupo Editore, dicembre 2010

17 Dicembre 2010

Anteprima – Medusa

30 novembre, 2010 Dal mito classico alla psicanalisi moderna, la terrificante immagine di Medusa ha sempre rappresentato la pericolosità e l’angoscia del “femminino”, la cui insondabile e ambigua forza distruttiva – di qualsiasi abito si vesta – disarma l’uomo e lo fa soccombere.
Questi racconti, scritti con dovizia da Chiara Cordella, spesso sottilmente surreali, ci portano in storie inquietanti le cui protagoniste mietono vittime impreparate e inermi a volte consumando una loro crudele privata vendetta, a volte per calcolo spietato, altre rivendicando semplicemente il diritto ad esistere. 

Anteprima – Gast-arbeiter, intervista a un emigrante

16 novembre, 2010 “Nelle baracche ero diventato la mascotte degli operai. La maggior parte di essi era analfabeta, alcuni non sapevano nemmeno fare la firma e grazie a me potevano scrivere alle loro famiglie. In questo modo venivo a conoscenza di molte cose della loro vita, delle loro condizioni, dei loro sogni e desideri. Ma se da una parte era molto interessante perché mi apriva nuovi orizzonti, (…) dall’altra mi riempiva spesso di malinconia. A volte addirittura mi commuovevo nel vedere quegli uomini rudi, con le mani callose e il viso pieno di rughe, usciti indenni dal conflitto bellico e temprati da tanti stenti e sofferenze, piangere nel sentire le notizie sui figli, lasciati in tenera età o addirittura nati dopo la loro partenza. Raccontavano di come fosse duro il lavoro nel paese straniero che li ospitava, a volte quasi ostile e dei sacrifici che facevano”. Angelo Pettofrezza 

Cadenza d’inganno

16 novembre, 2010 Nelle orecchie gli ronzavano ancora i rumori graffiati del sognoche aveva fatto la notte precedente… C’era una scogliera alta, altissima, di un colore indefinibile. Liscia, liscissima, dalla cima sino al suo violento ingresso nel mare scuro e rabbioso.
Scandito in quattro “Movimenti”, questo breve, intenso romanzo di Alfredo Annicchiarico racconta dunque di sogni e di sognatori vissuti in un’epoca in cui l’idea di progresso appariva limpida.
La grande avventura del ponte si rivelerà troppo avanti per i tempi, ma i suoi protagonisti restano emblema di chi, pur rinunciando all’impeto visionario, non lo rinnega per sentirsi vivo, in attesa. 

Il lamento dell’insonne

14 novembre, 2010 “L’insonnia come lusso silente, futuro, per chi vorrà sgambettare la catastrofe diffusa attraverso un processo di consapevolezza che annienti quanto l’umano essere abbia costruito sino ad ora. L’insonnia urlante quale scorciatoia per la corsa alla condizione arcaica, primordiale. L’insonnia affinché si arrestino tutti quegli escamotage buoni solo ad evidenziare una «deriva che travestiamo da viaggio» (…) (continua…) 

Parola di Dio/Kalimat Allah

12 novembre, 2010 Gaza City. Il caldo che la soffoca non è solo quello dell’afa, ma soprattutto quello del fiato dell’integralismo islamico e delle bombe israeliane: due inferni.
Qui vive la famiglia di Kabul, specialista in neuroplastica formatosi in gioventù a Gerusalemme, che ha lasciato dopo l’assassinio di Rabin e il crollo delle speranze di pace per dedicarsi alle sofferenze del suo popolo.
È Kamil, suo figlio maggiore, a narrare la rovina della sua casa ma anche l’inaudita violenza di un potere che fa della crudeltà lo strumento privilegiato. Una visita inaspettata devasta l’esistenza di Kamil e dei suoi familiari. Prima che il suo destino si compia, Kamil si ribella contro lo stravolgimento dei valori più sacri e degli stessi  principi religiosi. Il suo grido vuole raggiungere un mondo che continua ad assistere alla condanna di generazioni spinte alla morte o all’estremismo da un eterno conflitto.
Dalla penna dell’esordiente Federico Ligotti nasce un libro drammatico e provocatorio. 


Letto 1347 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart