Libri, leggende, informazioni sulla cittĂ  di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone

TUTTI I MIEI LIBRI SU AMAZON qui

La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Piante e fiori del mio giardino e altre bellezze: qui

LIBRI IN USCITA: Maria Antonietta Pinna: “Mister Yod non può morire”

6 Novembre 2012

E’ in uscita il libro della nostra collaboratrice Maria Antonietta Pinna dal titolo: Mister Yod non può morire”.

“Yod percorre un viaggio in tre atti tra passato, presente e futuro, nell’e­terno ciclo della vita. Si annoia mortalmente, cerca la morte per poi scoprire di voler vivere ancora. Cerca se stesso: nel cuore arido e stretto dei parenti; nell’antro circolare di Paracelso, tra pozioni e metafore di colorati filtri; nel ventre caldo di un leviatano, favoloso simbolo prenatale, oggi crudelmente maltrattato. La massa ovoidale della balena è stata paragonata a due archi di cerchio che si congiungono come il cielo e la terra. Un’antica leggenda degli inuit racconta della dea del mare Sedna, bella fanciulla che respinse tutti i pretendenti proposti dal padre e sposò un uccello. Il padre indignato, uccise lo sposo e buttò la figlia nell’oceano. Sedna si aggrappò con tutte le sue forze all’umiak. Per costringerla a lasciare la presa le vennero mozzate le falangi. Dalle dita tagliate nacquero le varie creature marine, tra cui la balena. Dentro il suo mitico, caotico ventre, in una sorta di regressus ad uterum che assume valore universale, tra il male originario degli uomini ed i loro eterni, ciclici errori, Yod, disperatamente aggrappato con le dita all’umiak della coscienza umana cerca la luce dell’altro suo se per esserci ancora nel mondo.”

Trovate tutti i dettagli cliccando sul link qui sotto. All’autrice la rivista esprime i piĂą affettuosi auguri.

Pinna-MISTER YOD


Letto 1862 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart