Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone

TUTTI I MIEI LIBRI SU AMAZON qui

La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Piante e fiori del mio giardino e altre bellezze: qui

LIBRI IN USCITA: Martino De Vita: “Una coscienza inesistente” – Kimerik editore

18 Dicembre 2012

Titolo: Una coscienza inesistente
Autore: De Vita Martino
ISBN: 978-88-6096-815-9
Prezzo: € 14,00
Categoria: Narrativa
Anno 2012, Pagine: 150
Editore: Kimerik

Una coscienza inesistente è una suggestione. Voci che arrivano dal passato, dal tempo dei ricordi, e che trascinano con sé le risate, le amarezze, le incomprensioni – momenti che se ne sono andati, travolti dal tempo che passa. In questa storia si incontrano gli abitanti dì una vita, la vita di Martino – Mattino, come lo chiamava la tata, che a volte si mangiava le erre. C’è un padre difficile, ingom­brante; e c’è il resto della famiglia, la madre e le sorelle, il nonno e la tata, gli amici vicini e lontani.
E Gio. L’amore. Cercato, perso, ritrovato. Difficile, fino alla fine.
E su tutto, la scrittura. Il desiderio di tracciare parole. Per ricordare. Per vivere.

Martino De Vita è nato a Lucca nel 1949. Dopo aver conseguito il diploma di ragioneria, ha frequentato per alcuni anni la Facoltà di Lettere presso l’Università di Pisa. Nel 1989 ha pubblicato il suo primo romanzo Il Bimbo Nero con la Casa Editrice “Gazebo”, accolto dalla critica italiana con notevole interesse. Lusinghieri apprezzamenti sono stati formulati da Giuseppe Pontiggia, Giampiero Neri, Stefano D’Arrigo, Giorgio Barberi Squarotti, Alessandro Tamburini, Paolo Ruffilli ed altri. Il suo secondo romanzo, L’Uomo del Congresso, è stato edito dalla Casa Editrice E.T.S. di Pisa nel 2003.


Letto 1538 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart