Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone

TUTTI I MIEI LIBRI SU AMAZON qui

La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Piante e fiori del mio giardino e altre bellezze: qui
Download gratuito VIVERE CON L'ACUFENE.

LUCCA: Maria Cristina Finucci: dal 22 maggio al 27 giugno 2010 al Lucca Center of Contemporary Art.

7 Giugno 2010

Maria Cristina Finucci, da cultrice, costruttrice e conoscitrice di spazi architettonici ed esistenziali, ha preso in considerazione il pensiero che l’uomo, in modo più o meno consapevole, si accontenta di conoscere due delle molteplici dimensioni possibili, arrivando al massimo a proporne una terza in modo immaginifico.
Nella sua mostra istallazione “Paradigmi”, l’artista tende ad annullare la prospettiva illusoria, esce da qualsiasi schema prevedibile che porterebbe il fruitore a cercare una spiegazione logica del suo lavoro, si allontana da ogni convenzione proponendo strutture che suggeriscono aperture verso altre dimensioni.

La meccanica delle matrici è una formulazione della meccanica quantistica creata da Werner Heisenberg, Max Born, e Pascual Jordan nel 1925. La meccanica delle matrici era la prima definizione completa e corretta della meccanica quantistica. Ha esteso il modello atomico di Bohr descrivendo come i salti di quanti accadano. Ha fatto così interpretando le proprietà fisiche delle particelle come tabelle che si evolvono nel tempo. È equivalente alla formulazione dell’onda di Schrödinger della meccanica quantistica ed è la base della notazione bra-ket di Dirac per la funzione d’onda. Ebbene questo artista parte proprio da queste concezioni, che già hanno coinvolto in letteratura molti autori e cerca di renderle tangibili. Un punto di partenza, sicuramente per addivenire ad altre e più complesse opere. La multidimensionalità del multiverso, il cambiar onda per sintonizzarsi su un altro “quando” riportano alla sensibilità e alla genialità di Tesla. Molte sono le percezioni che ci colgono intrappolati nella sua “rete” o che ci avvolgono nell’installazione montata nel seminterrato. Dal 22 maggio al 27 giugno 2010 al Lucca Center of Contemporary Art.
 
 

vittorio baccelli – c.p.46 (ex132) -55100 lucca – I – baccelli1@interfree.it http://stores.lulu.com/baccelli1 http://baccelli1.interfree.it


Letto 1862 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Invito tutti a non inviarmi più libri in lettura. Per mancanza di tempo, e dall'11 novembre 2013 anche di salute, non posso più accontentare nessuno. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Chiedo scusa.
Bart