Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone

TUTTI I MIEI LIBRI SU AMAZON qui

La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Piante e fiori del mio giardino e altre bellezze: qui
Download gratuito VIVERE CON L'ACUFENE.

SERAVEZZA: Fabio Tonacci al Centro Studi Sirio Giannini

21 Novembre 2013

La S.V. è invitata a partecipare al terzo e ultimo appuntamento letterario della manifestazione culturale

“Seggiola. Tavolo. Pietra.
La forma della lettura. La sostanza della scrittura”

– Mostra e Caffè letterario –

organizzata dal Centro Studi Sirio Giannini e dal collettivo Circuito OFF

Ospite dell’incontro
Fabio Tonacci
co-autore con Michele Bocci del libro-inchiesta
“La mangiatoia.
Perché la sanità è diventata il più grande affare d’Italia”
Mondadori, 2013

intervista a cura di Alberto Marchi

Sabato 23 novembre, h. 17.30
Teatro Scuderie Granducali, Villa Medicea, Seravezza

Sarà possibile acquistare il libro grazie al punto vendita allestito da “La Libreria del Forte”

NOTE SULL’AUTORE.
Fabio Tonacci (1978) ha iniziato a lavorare al «Tirreno» a vent’anni.
Per «Repubblica Tv» ha seguito la cronaca e realizzato videoinchieste.
Dal 2010 si occupa di cronaca nazionale per il quotidiano «La Repubblica».

Vi invitiamo a visitare la mostra che dà il titolo all’intera manifestazione,
curata dalla Dr.ssa Daniela Cappello,

con opere di

Rebecca Maria Aliboni, Philippe Delenseigne, Jill L. Glick,
Chiara Lera, Vezio Moriconi, Massimiliano Merler,
Giovanni Romboni, Alessandra Sawicki, Fabio Sciortino

nei giorni venerdì, sabato, domenica dalle ore 15 alle ore 20

CHIUSURA MOSTRA DOMENICA 24 NOVEMBRE 2013

Ingresso gratuito.

Per informazioni: www.centrostudisiriogiannini.org


Letto 1666 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Invito tutti a non inviarmi più libri in lettura. Per mancanza di tempo, e dall'11 novembre 2013 anche di salute, non posso più accontentare nessuno. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Chiedo scusa.
Bart