Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Carla Bruni in Sarkozy

5 Gennaio 2011

L’Italia ha tante belle donne. Sar√† il clima, saranno le bellezze naturali che la circondano, sar√† la cucina mediterranea conosciuta e apprezzata dappertutto, fatto sta che noi vantiamo donne tra le pi√Ļ belle del mondo.

Bella √® anche la moglie di Nicolas Sarkozy e, come volevasi dimostrare, √® italiana. Si rifugi√≤ in Francia all’et√† di 9 anni, temendo, i genitori, di subire aggressioni dalle Brigate Rosse. E a Parigi √® vissuta ed ha studiato, diventando perfino una cantante di successo.

Dunque, ci√≤ che mi stupisce in lei non √® affatto la sua bellezza, una gemma che si √® portata dietro dall’Italia, ma l’odio e il risentimento che nutre per il suo Paese d’origine. Qualche anno fa disse di vergognarsi di essere italiana. Per fortuna era ancora vivo Francesco Cossiga che le rispose a muso duro, da par suo, che anche noi italiani ci vergogniamo di lei.

Non so se sia vergogna quella che io provo per la prima donna francese, ma non vi √® dubbio che non riesco a riconoscere e a ritrovare pi√Ļ in lei quel sentimento ¬†d’amore inestinguibile che ogni essere umano nutre per la propria terra d’origine.

Quantunque si possano detestare uomini e governi, non si può mai odiare la terra che ci ha dato i natali.
Odiarla è una mostruosità.

In questi giorni si parla di una testimonianza secondo la quale la Bruni sarebbe intervenuta direttamente sull’ex presidente brasiliano Lula affinch√© non estradasse il terrorista Cesare Battisti.

La Bruni smentisce, ma il sospetto resta. La donna non è nuova ad interventi spregiudicati tesi a farsi considerare una dominante nella famiglia Sarkozy, sebbene a scapito del presidente francese. Lascia intendere che non vuole essere seconda a nessuno e che le piace fare di testa sua, considerando la sua bellezza, tutta italiana, una specie di corazza impenetrabile.

E arriva perfino a dimenticare, per l’odio che porta all’Italia, che, proprio a causa del terrorismo, i suoi genitori furono costretti a fuggire da Torino, per paura di un rapimento, se non di qualcosa di peggio, essendo suo nonno il fondatore della CEAT, che a met√† del secolo scorso era sicuramente la seconda industria italiana della gomma, dopo la Pirelli.

Deve forse della gratitudine al terrorismo rosso? Forse riconosce al terrorismo rosso di averle consentito di crescere in Francia, una nazione da lei considerata migliore dell’Italia? Forse √® grata al terrorismo rosso se ha potuto conoscere il presidente francese e sposarlo nel 2008?

Piccinerie, gentile Carla Bruni. Anzi: meschinerie. Che non rendono omaggio ai suoi genitori, i quali, suppongo, non hanno mai rinnegato la loro italianità.
Credo che ritrovarsi ad essere uno dei rari esempi di essere umano che disprezza la propria terra natale, non sia un gran merito. Anzi sia una vergogna.

Le rammento, se lo avesse dimenticato, che non c’√® nessun Paese al mondo che possa vantare una storia illustre e nobile come quella del Paese dove √® nata ed √® stata bambina, l’Italia, a cui tutto il mondo √® debitore.

Essere italiani, gentile Carla Bruni, anche se oggi abbiamo perso un po’ dello smalto che ci ha reso temuti e ammirati, √® una fortuna che non a tutti √® concessa.
Una fortuna che lei, forse, non meritava.

Articoli correlati

“Battisti, il Tribunale riapre il fascicolo. Proteste alle sedi brasiliane in tutta Italia”. Qui.

“Caso Battisti a Bruxelles”. Qui:

“Tremonti insiste per le elezioni Ma regge il patto Silvio-Umberto” di Alessandro Sallusti. Qui. Da cui estraggo:

“La Bruni non sarebbe nuova a “intromissioni” in vicende di terrorismo: si era infatti gi√† interessata al caso di Marina Petrella, ex terrorista italiana fuggita in Francia. Altres√¨ Berardi, in passato, aveva dato mandato al suo legale per denunciare la Bruni per aver aiutato Battisti. Sulla scia del personaggio di Fiamma Tricolore, Sky ha intervistato anche Lorenzo Conti, figlio del sindaco di Firenze ucciso dalle Br, secondo cui in Francia risiedono ancora decine di terroristi italiani latitanti: “Il problema oggi √® proprio Carla Bruni, fortemente legata all’industria brasiliana”, ha detto Conti, che ha anche annunciato di volersi impegnare per promuovere un boicottaggio italiano nei confronti di Brasile e Francia.”

“Le dame nere del terrorista rosso” di Luigi Mascheroni. Qui. Da cui estraggo:

“Di Carla Bruni, Giovanna d’Arco di tutte le crociate della gauche, inelut ¬≠tabilmente caviar, si conosce tutto, anche molto di pi√Ļ del necessario: supermodella di grandissima bel ¬≠lezza, cantante e attrice di non al ¬≠trettanto talento, incarnazione fem ¬≠minea dello snobismo estetico pri ¬≠ma ancora che etico, italien antipa ¬≠tica ai francesi e ancora di pi√Ļ agli italiani, prima donna di Francia quale moglie del presidente Sarkozy √® detta vezzosamente Car ¬≠l√†. Non manca di prendere parte √Ę‚ā¨‚Äú quella a sinistra – ai dibattiti pubbli ¬≠ci e politici del suo e degli altri Paesi. Mai richiesta e raramente a proposi ¬≠to.”

“Da Parigi Carl√† respinge le accuse: ¬ęMai intervenuta in favore di Battisti ¬Ľ”. Qui. Da cui estraggo:

“¬ęCONDANNO OGNI FORMA DI TERRORISMO ¬Ľ – ¬ęL’ondata di violenza che ha scosso l’Italia durante la mia infanzia mi ha molto colpito, ne ho un ricordo molto preciso ¬Ľ ha detto la Bruni, smentendo in modo netto le presunte pressioni per il no all’estradizione di Cesare Battisti che le sono state attribuite. La premi√®re dame ha aggiunto di ricordare molto bene quegli anni e di condannare ¬ęogni forma di terrorismo ¬Ľ.”

“Battisti, l’Ue ribadisce: “Questione bilaterale” E dopo 24 ore Carla Bruni si ricorda di smentire”. Qui.

“Il Cavaliere non tremonta” di Mario Sechi. Qui. Da cui estraggo:

“5. Tremonti a differenza di Fini √® intelligente;”

“Crolla un altro castello, ma nel Pd nessuno lascia” di Giacomo Susca. Qui.

“Gli stipendi choc della magistratura: costano un miliardo di euro all’anno” di Francesco Maria Del Vigo. Qui.

“Il compagno in cachemire se la gode a Saint Moritz” di Vittorio Sgarbi. Qui.

“Moffa scopre le carte: “10 deputati col governo” di Laura Cesaretti. Qui.

“In Brasile cresce la fronda anti Lula: “Se l’Italia fa ricorso vince di sicuro”. Qui.

“Brasile, prima sconfitta per Battisti”. Qui.

“La lotteria di Berlusconi” di Mario Sechi. Qui.

“Il ministro di Lula smentisce Carl√†: fece pressioni” di Felice Manti. Qui.


Letto 2392 volte.
ÔĽŅ

8 Comments

  1. Commento by Marzio Messora — 5 Gennaio 2011 @ 08:32

    Un articolo che sputa veleno… suffragato ¬†da un sospetto… non me lo aspettavo.
    Innanzitutto… √® solo una bella gnocca! Una morbida gattina…
    Abbiamo pseudo intellettuali (saviano ad esempio) che sparano cazzate ben pi√Ļ grosse, capaci di farle attecchire e che ¬†vergognosamente ci campano pure sopra…
    No… non √® un articolo da “signori”, mi spiace, √® come sparare al gatto.
    Dimmi chi non si √® mai lamentato o vergognato di questo paese… che √® sempre ad un passo dall’essere grande… e non ci arriva mai!

  2. Commento by Bartolomeo Di Monaco — 5 Gennaio 2011 @ 09:28

    Mi dispiace dissentire, Marzio.
    Carla Bruni e la First Lady francese. Il suo odio verso l’Italia √® ben altra cosa dalle lamentele che possiamo fare io e te del nostro Paese. Che critichiamo, ma non odiamo.

    Del resto, Cossiga, che in quanto ad amore di Patria non aveva rivali, le ha risposto degnamente.

    Riguardo al sospetto, io credo pi√Ļ alla testimonianza (che √® diretta) di Bruno Berardi, dell’Associazione Domus Civitas vittime del terrorismo.

    Se ricordi, corsero anche voci del coinvolgimento di Carla Bruni nella fuga di Battisti dalla Francia.

    Ho ritenuto stigmatizzare questo innaturale antipatriottismo da parte di una donna in vista, i cui comportamenti stanno mettendo in ridicolo, talvolta, la figura del presidente francese.  E fanno male al nostro Paese.

    Sai che abbiamo altre belle donne spose di capi di Stato. Nessuna di loro si comporta contro di noi come Carla Bruni.

  3. Commento by Marzio Messora — 5 Gennaio 2011 @ 09:50

    Si, però lei nega.
    Perci√≤, che sia vero o no, oggi non se ne vanta…
    E’ gi√† sufficiente.
    In quanto alle belle donne sposate con capi di stato, √® chiaro che stanno zitte perch√® pi√Ļ intelligenti di lei. ¬†Daltronde nessun giovane appoggerebbe la propria formazione su: “l’ha detto carla Bruni”… Vedi come la natura l’ha gi√† abbondantemente castigata?
    Facciamo i signori e non giriamo il dito nella piaga, son ben altri i pericoli seri su cui scrivere.

  4. Commento by Ciro — 5 Gennaio 2011 @ 18:18

    Mo’ pure Saviano spara cazzate! Ahahahah …. gi√† la mafia non esiste …. me che meno al nord ….

    Certo che a non avere nulla da fare tutto il giorno le cazzate si sparano davvero! Chi può provarlo meglio di questo blog.

  5. Commento by Bartolomeo Di Monaco — 5 Gennaio 2011 @ 18:42

    Non essere invidioso, Ciro.

  6. Commento by Marzio Messora — 5 Gennaio 2011 @ 19:36

    Forse Ciro ha bisogno che saviano glielo scriva che esiste la mafia… ¬†Ma a me, quando uno mi dice che l’acqua √® bagnata…
    Purtroppo vedo tanti giovani attaccarsi alle sue ridicole ovviet√†… poveretti.
    Questo √® il paese dove i “maghi” han sempre fatto ¬†tanti soldi, ricordate la wanna marchi? saviano √® uguale !!! Posso ¬†anche ¬†immaginare il motivo della continua ricerca di “cultura” della sinistra… √® per compensare la mancanza di cervello. Non avendo il “motore” dentro al cranio, ci devono mettere tutto il carburante che trovano… ma ¬†se non ci st√† il pistone… che voi f√†’? Mah!

  7. Commento by Ciro — 7 Gennaio 2011 @ 14:46

    Invidioso? e di cosa? Figuriamoci … anzi mi scuso per il disturbo, sono finito qui per caso, colpa dei motori di ricerca, e da quello che ho sbirciato credo proprio sia il raduno di quattro vecchi nostalgici che non credono alle sciocchezze di Saviano ma a quelle di Dell’Utri, Previdi, Cosentino e Berlusconi.

    Ciaoooo, torno tra i giovani (quei “poveretti”)!!!

     

  8. Commento by Marzio Messora — 7 Gennaio 2011 @ 16:00

    Ottimo, vai dal tuo saviano ex difensore di battisti…

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart