Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

LETTERATURA: Maurizio Antonetti: “Una domenica a corte di Re Travicello”, Trasciatti ed. 2009

12 Gennaio 2010

di Marisa Cecchetti

“Una domenica a corte di Re Travicello” di Maurizio Antonetti, biologo lucchese, è decisamente un racconto che stupisce. Proiettato in un futuro remoto, dove il virtuale ormai ha sostituito il reale, ci porta in un mondo di donne, dove la riproduzione avviene al femminile e l’unico maschio sopravvissuto è oggetto di visite da parte di scolaresche di ragazze chiassose, che vogliono studiare lo sconosciuto funzionamento del sistema riproduttivo del maschio. Vir XIV vive alla reggia di Versailles, gestito da mani e menti di donna, risvegliato nei sensi da sensuali veline virtuali, in modo da essere sempre all’altezza del suo compito. Con questo “compendio di paleoandrologia” che coinvolge per la ricchezza della immaginazione, per il linguaggio e le situazioni,   Antonetti dilata e deforma fino al grottesco e al surreale i messaggi che arrivano dalla nostra società, che vede identità maschili sempre meno marcate, con i ruoli non più ben definiti, con il culto dell’immagine che omologa uomini e donne, con l’estendersi delle insicurezze relazionali che portano, come conseguenza sempre più verificata e denunciata, alla ricerca dello stesso sesso in cui riconoscersi, perché non fa paura. Inatteso il finale. Interessanti le tavole illustrative di Jessica Lagatta

Maurizio Antonetti, Una domenica a corte di Re Travicello, Trasciatti ed. 2009


Letto 2126 volte.


3 Comments

  1. Commento by Alessandro Trasciatti — 17 Gennaio 2010 @ 12:03

    Grazie a Marisa per la recensione e a Di Monaco per l’ospitalità.
    Alessandro

  2. Commento by simona — 19 Gennaio 2010 @ 15:58

    Racconto letto e riletto, anni fa’,quando fu pubblicato per la prima volta.Mi manca l’Antonetti dedito alla fantascienza,ma opere come questa sono un valido memento alla sua bravura in questo tipo di letteratura!

  3. Commento by Maurizio Antonetti — 19 Gennaio 2010 @ 22:10

    Grazie Simona, e detto da te, che la fantascienza non solo la leggi, ma la scrivi (e con ottimi risultati!) mi fa doppiamente onore.
    Un grazie speciale anche a Marisa e a Bartolomeo  per gli  apprezzamenti – fin troppo generosi –  e per  lo spazio riservato a questo “libratto”.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart