Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Bocchino, ma chi ti credi di essere?

28 Aprile 2010

A questo qui gli gira la testa. S’è montato a tal punto che ha preso una solenne sbornia e, è proprio il caso di dirlo, non si regge in piedi.

Se qualcuno non lo ferma, il bulletto rischia di trovarsi con le ossa rotte. Ora, siccome è il fedelissimo di Fini, non v’è dubbio che Fini ha scelto in proprio la parte del moderato e ha mandato avanti il kamikaze. Ma il pensiero del capo è in realtà rappresentato dal fedelissimo, pronto ad immolarsi.

Ora addirittura il bulletto arriva a sostenere una tesi talmente bizzarra da meritare l’oscar dell’idiozia. Dichiara che se lui si dimette da vice-capogruppo del Pdl alla Camera, deve dimettersi anche il capogruppo, ossia Fabrizio Cicchitto. È come dire che se in un governo si dimette il vicepresidente del Consiglio, lo deve fare anche il presidente del Consiglio.
Siamo alla neuro.

Come ho già scritto, attenzione e sangue freddo. Questi che hanno acceso la miccia, sono provocatori.

Non per nulla fanno la gioia dell’opposizione che, proprio nel momento in cui si sentiva sconfitta e senza idee, si è vista regalare su di un piatto d’argento l’occasione di sostenere che il Pdl è spaccato ed è il Pdl che non vuole le riforme.

Fini sapeva benissimo che la sua mossa, già preparata dal luglio scorso con le prime esternazioni, a questo avrebbe portato. Oggi dichiara che la lealtà al governo e alla leadership di Berlusconi non è messa in discussione. Ma come gli si può credere?

Guardate la tracotanza belligerante di Bocchino. Vi pare uno che accetti le regole democratiche? Questo, se si era al tempo di Mussolini, faceva il manganellatore. Ne ha tutta la predisposizione. È un prepotente e un casinista nato.

L’impressione che ho tratto dalle sue apparizioni televisive è piuttosto preoccupante. Non manderei mai al governo un tipo simile. Chiede democrazia, ma la ignora. Non ce l’ha nel dna.

Perfino Fini si è trovato nella necessità di chiedere scusa a Maurizio Lupi per l’aggressività e la prepotenza esibite contro di lui nella famosa trasmissione L’ultimaparola.

Ci fu un tempo in cui il grande Forattini ritraeva Craxi in divisa fascista. Si dovrebbe fare anche con Bocchino, e per di più mettendogli in mano un manganello.

Articoli correlati

“Il virus di Fini sta sfasciando il Pdl” di Salvatore Tramontano. Qui.

“Bocchino sfida il Pdl e “spara” su Cicchitto ma i finiani non lo seguono” di Lucia Bigozzi. Qui.


Letto 1780 volte.


3 Comments

  1. Commento by Ambra Biagioni — 28 Aprile 2010 @ 10:39

    Articoli correlati su Libero

    Ti ricordi Starace ?

  2. Commento by Bartolomeo Di Monaco — 28 Aprile 2010 @ 11:47

    Certo. Ho dato al bulletto anche del kamikaze.

  3. Commento by Ambra Biagioni — 1 Maggio 2010 @ 17:08

    Da Il Giornale di oggi 1 maggio 2010

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart