Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

CINEMA: I film visti da Franco Pecori

16 Gennaio 2010

[Franco Pecori dal 1969 ha esercitato la critica cinematografica – per Filmcritica, Bianco & Nero, La Rivista del Cinematografo e per il Paese Sera. ¬†√ą autore, tra l’altro, di due monografie, Federico Fellini e Vittorio De Sica (La Nuova Italia, 1974 e 1980). Nel 1975, ha presentato alla Mostra di Venezia la Personale di Jean-Marie Straub e Dani√®le Huillet; e alla Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro, con Maurizio Grande, una ricerca su Neorealismo: istituzioni e procedimenti (cfr. Lino Miccich√®, Il Neorealismo cinematografico italiano, Marsilio). Dal 2002, ha tenuto per 4 anni, sul Televideo Rai, la rubrica settimanale Film visti da Franco Pecori. Noto anche come poeta, Pecori pu√≤ vantare la stima di Franco Fortini]

A single man

A single man
Tom Ford, 2009
Fotografia Eduard Grau
Colin Firth, Julianne Moore, Nicholas Hoult,  Matthew Goode, Jon Cortajena, Paulette Lamori, Ryan Simpkins, Ginnifer Goodwin, Teddy Sears, Paul Butler, Aaron Sanders.

Sensibile, un po’ estetizzante. La bravura di Colin Firth e Julianne Moore riscatta l’esercizio tematico del regista debuttante (ma di gran nome nel mondo della moda, Gucci, Saint Laurent e via dicendo) e trasforma la convenzionale questione della solitudine e dell’omosessualit√† ¬† in un credibile e a tratti emozionante ¬†incontro di anime. Sono gli anni ¬†’60 – ¬†Sessantotto ancora lontano. ¬†George/Firth, professore universitario, tiene lezioni sulla paura. Ha sub√¨to la perdita del compagno e sente che non gli sar√† facile, da gay e da persona cosciente del contesto, sopravvivere ¬†senza una vera vicinanza affettiva. Con abili e spiritosi tocchi ambiantali, Ford definisce gustosamente il vicinato e la mentalit√† di riferimento. Uno studente (Hoult) ¬†si avvicina al professore, scoprendo in s√© una qualche speciale tendanza. George quasi gli cede, si concede con lui ¬†un bagno ‚Äúpazzo‚ÄĚ ¬†nel mare argentato dalla luna. Ma la ‚Äúsalvezza‚ÄĚ √® lontana. Lo capiamo quando, una sera, George e Charley/Moore passano un’ora in casa, aggrappati all’impossibile. Mangiano, chiacchierano, bevono, ballano ¬†uno strepitoso ¬†twist. Lei in un solo minuto racconta una storia di s√© fatta di ardori inconfessati e di amare delusioni, aggancia l’amico in un corpo-a corpo disperato e sarcastico. √ą un momento di poesia travolgente, reso possibile dall’indimenticata protagonista di Lontano dal Paradiso (Haynes, 2002). Per il resto, Ford lascia intendere buone possibilit√† autoriali, al di l√† dell’eleganza dello stile.


Letto 2079 volte.
ÔĽŅ

Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart