Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

E ora tocca a Pontone dire tutta la verità

22 Settembre 2010

Più volte ho invitato Donna Assunta Almirante a convincere l’ex tesoriere di An, Francesco Pontone, a dire tutta la verità. La vedova di Almirante l’ha definito un galantuomo di vecchio stampo, di quelli che non se ne trovano più nemmeno a cercarli con il lanternino.

Però nel caso dell’immobile di Montecarlo svenduto per pochi soldi ad una società off-shore, appare evidente che Pontone ha tentato di proteggere qualcuno. Chi? Non è difficile pensare a Gianfranco Fini. Oggi Pontone è amareggiato (e qui). Si considera tradito, abbandonato dal suo capo. In un colpo solo tutta la sua onorata vita è stata messa in gioco.

Può uscirne tuttavia, raccontandoci tutta la verità. Non è difficile ricostruirla, ma ce la deve raccontare lui. Ci deve dire che cosa ha risposto Fini alle sue perplessità circa il prezzo di vendita, troppo basso, e circa la società Printemps Ltd, ubicata in uno dei paradisi fiscali messi all’indice dall’Ocse e ben conosciuto da Fini che ne aveva fatto oggetto di segnalazione nel libro che aveva contribuito a redigere sui paradisi fiscali quando era ministro degli Esteri.

Non basta raccontarci, come dichiarò alla stampa e come sembra abbia dichiarato ai pm, che egli eseguì soltanto degli ordini. Deve dirci che cosa colui che gli impartì quegli ordini rispose alle sue obiezioni. E deve dirlo non solo a noi, ma tornando dal magistrato.

Solo così Pontone può limitare lo smacco e aiutare il Paese a capire chi realmente sia il Mr Jekill che siede incollato sullo scranno più alto di Montecitorio (mi aspettavo stamani di leggere la notizia delle sue dimissioni, ma si vede che non c’è limite alla sfacciataggine e alla vergogna). E aiuterà a farlo capire anche a Napolitano, il quale continua a non sentire, a non vedere e a non parlare, nonostante che appaia ormai evidente che la terza carica dello Stato (della cui onorabilità egli è un garante) ha mentito agli italiani.

Articoli correlati

“La Camera sta con Cosentino: no all’utilizzo delle intercettazioni. Futuro e libertà, aveva invece deciso per il sì al loro uso nelle inchieste che riguardano l’ex sottosegretario”. Qui.

“La casa è di Tulliani”. Qui. Da cui estraggo:

“E’ ancor più chiaro che la terza carica dello Stato dovrà rompere il silenzio e spiegare agli ex di An e non solo come sia stato possibile quel passaggio di proprietà dalla famiglia politica alla famiglia personale.”

“I tormenti di Franco Pontone Uomo chiave di Fini su Montecarlo” di Federica Fantozzi. Qui.

“La casa è di Tulliani”. E’ davvero risolto il giallo di Montecarlo?” di Alma Pantaleo. Qui.

Tulliani smentisce. Qui, qui, qui, qui, qui.

“Una lettera da Saint Lucia” di Peter Gomez. Qui. Da cui estraggo:

“I cronisti de Il Giornale che oggi l’hanno ripreso con grande evidenza (“Fini non ha detto la verità. Ecco la prova” titola a tutta pagina il quotidiano diretto da Vittorio Feltri), nel loro articolo lasciano ancora un margine di dubbio. Parlano di una “notizia-bomba innescata on line che, se confermata ufficialmente, è destinata a fare parecchi danni”. E Tulliani, attraverso i suoi legali, smentisce categoricamente di essere lui il proprietario delle off-shore.
Ma è plausibile che il documento sia autentico. Anche se è decisamente inusuale che carte del genere, provenienti da un paese scelto dai trafficanti di droga e dagli evasori fiscali proprio per la sua proverbiale riservatezza, finiscano in mano alla stampa.”

“Savoiagate, assolto Vittorio Emanuele”. Qui.


Letto 1706 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart