Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Fini e l ┬┤effetto Clinton

14 Agosto 2010

Prima di varcare il confine verso l ┬┤Austria e verso Vienna, ho fatto in tempo a leggere qualche giornale acquistato presso un Autogrill. Mi interessava verificare se il diktat di Napolitano avesse avuto i suoi effetti soprattutto sui due quotidiani che hanno scoperto il caso Montecarlo e le raccomandazioni di Fini alla Rai (ricordiamoci che su questo ultimo punto non ha ancora risposto).

Ho potuto constatare con piacere che tanto il Gionale quanto Libero non si sono lasciati intimorire, anzi hanno tratto nuovo vigore dall ┬┤intromissione del tutto irrituale e inconstituzionale di Napolitano.

In particolare, un articolo a pag. 11 del Giornale del 14 agosto, a firma di Giancarlo Perna, mi ha svelato di Napolitano aspetti del suo carattere che non conoscevo. Praticamente c ┬┤e ┬┤ una certa affinita ┬┤ tra il presidente della Camera e il capo dello Stato. Entrambi nella loro lunga militanza politica sono stati tutto fuorche ┬┤ dei cuor di leone.

Napolitano con l ┬┤intervista dell ┬┤altro giorno all ┬┤Unita ┬┤ha fatto un autogol, pari a quello fatto da Fini. Anche in questo si assomigliano. Ma Napolitano ha fatto di piu ┬┤. Ha evidenziato un asse con la terza carica dello Stato le cui finalita ┬┤ gia ┬┤ erano apparse nei mesi scorsi, ma mai con l ┬┤evidenza messa in rilievo dall ┬┤intervista.

Napolitano e Fini stanno lavorando ad una sostituzione di Berlusconi e hanno costituito una rete di alleanze, tra le quali non ultima quella con Montezemolo che ha fatto lo stesso errore che commise Brancher, ossia di parlare male e al momento sbagliato.

Ma di Montezemolo non c ┬┤e ┬┤da temere. E ┬┤innocuo. Non sembra sia mai riuscito a combinare nulla di buono, ed una eventuale sua discesa in campo somiglierebbe ad una frana che tutto arruffa e travolge.

Invece l ┬┤alleanza tra Napolitano e Fini puo ┬┤essere estremamente pericolosa per la democrazia, se dovesse tendere al ribaltone. Significherebbe sovvertire la volonta ┬┤popolare, che non e ┬┤piu ┬┤ possibile sovvertire da quando gli elettori scelgono la maggioranza e il premier che viene indicato proprio a questo scopo nel simbolo della coalizione che si presenta al loro giudizio.

La maggioranza e Berlusconi sono stati scelti dal popolo sovrano, piaccia o non piaccia a Napolitano, a Fini e all ┬┤opposizione. Non tenerne conto vorrebbe dire attaccarsi ad una Costituzione formale superata da quella materiale, ormai vigente da molti anni.

Ma la comunanza tra i due non finisce qui. Fini e ┬┤ da mesi che non rispetta le regole imposte alla sua carica. Egli e ┬┤una delle tre cariche istituzionali super partes, che non possono schierarsi. Ma Fini se ne e ┬┤strafottuto e mi pare che pure Napolitano con l ┬┤intervista all ┬┤Unita ┬┤ ne abbia condiviso e avallato l ┬┤esempio. Anche Napolitano e ┬┤ da tempo che si permette di esondare dalle sue funzioni, ma questa volta ci e ┬┤ andato giu ┬┤ pesante, seminando sconcerto e preoccupazione. Se ne e ┬┤accorto subito e provvidenzialmente il presidente del Senato, che ha fatto garbatamente notare che egli non e ┬┤ disposto a seguirlo su quella sstrada. Tra Fini e Napolitano (prima e terza carica dello Stato) qualcuno (la seconda carica dello Stato) ha inteso frapporre il richiamo al rispetto della volonta ┬┤popolare espressa con il voto. E ┬┤ percio ┬┤ su Schifani che dobbiamo puntare affinche ┬┤ gli elettori siano rispettati. Per la prima e terza carica dello Stato e ┬┤ ancora il Palazzo, l ┬┤elite, a dover dirigere il Paese. Per loro siamo ancora agli intrallazzi della prima Repubblica, dunque.

Ma ancora c ┬┤e ┬┤ un altro punto che unisce i due esondatori: la stessa sorte sul caso Fini. Infatti, con l├ş┬şntervista all ┬┤Unita ┬┤ Napolitano, difendendo Fini e cercando di porre il silenziatore alla stampa, ne ha sposato il destino. Che significa?

Che se Fini risultera ┬┤ davvero un mentitore di fronte al Paese, scattera ┬┤ per lui l ┬┤effetto Clinton. Se ricordate, gli americani non condannarono Clinton perche` aveva fatto sesso con Monica Lewinsky nella famosa sala ovale, bensi ┬┤ perche ┬┤ aveva mentito di fronte alla Nazione. Fu soltanto quando Clinton si decise a dire la verita ┬┤ che gli americani lo perdonarono.

Ma per gli americani il presidente non aveva altre colpe alle spalle che quella di aver fatto sesso con una bella ragazza. Niente da fare con le accuse che vengono mosse al nostro presidente della Camera. Gli americani passarono sopra ad una scappatella amorosa. Ma da noi, se le accuse saranno provate definitivamente, gli italiani si troverebbero ad avere come terza carica dello Stato un presidente in balia dei Tullianos, fragilissimo, forse perfino ricattabile, ed incapace di dire di no ad operazione dubbie e malsane. Puo ┬┤continuare a tenere quella carica? No.

I finiani, da ragazzini della via Pal, minacciano accuse contro Berlusconi per sostenere che se le ha fatte Fini, le magagne, le ha fatte pure Berlusconi, e rifriggono faccende note e stranote, senza riflettere che, pur in presenza di quanto loro accusano, Berlusconi e ┬┤stato praticamente e politicamente assolto dalla maggioranza che lo ha, infatti, eletto, nonostante cio ┬┤. Gli elettori sanno tutto di Berlusconi grazie alle campagne orchestrate da certa stampa e da certa magistratura, nonche` dall ┬┤opposizione. Fini invece dava lezione di moralita ┬┤, trasparenza e legalita ┬┤ al mondo intero, come un nuovo Giovanni Battista.

Invece non era degno, cosi ┬┤sembra, di scagliare la prima pietra. Gli elettori e ┬┤ in questo che vedono la enorme differenza tra il Berlusconi che non si e ┬┤mai permesso di fare il Giovanni Battista, e Fini che si e ┬┤eretto a sant ┬┤uomo.

Ebbene, se i documenti e le testimonianze che sono stati pubblicati finora non sono dei falsi, ci sono gia ┬┤molti elementi che lasciano intendere che Fini ha mentito agli italiani, come fece Clinton con i suoi concittadini.

Chi mente non puo ┬┤ stare ai vertici dello Stato. Non e ┬┤piu ┬┤degno di fiducia. E siccome avrebbe mentito su faccende assai malsane, non ci puo ┬┤essere spazio per il perdono. Come ne ha combinate ieri ed oggi, cosi ┬┤potrebbe combinarne domani. Il proverbio dice: Il lupo perde il pelo ma non il vizio.

E Napolitano? Eh, si ┬┤, Napolitano forse non si e ┬┤reso conto di cio ┬┤che ha combinato con quell ┬┤intervista. Difendendo Fini ha scelto di legarsi a lui.

I segnali ci sono tutti. A Stromboli, a quanto pare, non si e ´ mai alzato dalla sedia a sdraio per convocare Fini e chiedergli la verita ´. Eppure la stampa tutta metteva in risalto le magagne del presidente della Camera. Ma Napolitano non vedeva, non sentiva e non parlava. Poi, tornato dal mare, magari anche abbronzato e pimpante, invece di convocare Fini, che sarebbe stato un comportamento ovvio, ed anche atteso dagli italiani, sembra che a  Fini abbia preferito Veltroni e che da quel colloquio sia nata in pratica la sostanza dell ´intervista.

Dunque, dal comportamento di Napolitano sembrerebbe che egli abbia scelto di schierarsi dalla parte di Fini.

E allora? Se la questione morale tanto sbandierata da Berlinguer e dal Pci, ed oggi dal Pd, ha avuto una qualche forza in Napolitano, nel momento in cui Fini rassegnera ┬┤le dimissioni, dovra ┬┤anch ┬┤egli seguirlo su quella strada. Altra soluzione non c ┬┤e ┬┤.

Quando Aldo Moro fu trovato morto, Cossiga, che di colpe addirittura non ne aveva, senti ┬┤ il dovere e il bisogno morale di dimettersi.
Il grande Cossiga, al quale rinnovo la mia stima e i miei auguri! Chissa ┬┤ che cosa avrebbe detto oggi a Fini, e forse anche a Napolitano, il grande picconatore!

Proseguendo la mia vacanza, ho gia ┬┤visto che non potro ┬┤consultare i quotidiani italiani, per cui non conoscero ┬┤gli sviluppi di questa vicenda. Spero che al mio ritorno Fini sia uscito di scena.

Sto battendo questo articolo da un pc che ha una tastiera non italiana. Perdonate gli errori che non sono riuscito a correggere.


Letto 2441 volte.
´╗┐

1 commento

  1. Pingback by Bartolomeo Di Monaco ┬╗ Fini e l ┬┤effetto Clinton — 14 Agosto 2010 @ 21:52

    […] Il seguito di questo articolo: Bartolomeo Di Monaco ┬╗ Fini e l ┬┤effetto Clinton […]

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Cos├Č pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordit├á. Chiedo scusa.
Bart