Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Il Pdl a Lucca e altrove

17 Luglio 2010

Ho appreso con sgomento (confesso di essermi estraniato dalle faccende lucchesi) che il Pdl di Lucca si è diviso in due. Al momento uno si chiama Pdl 7 perché composto da sette consiglieri, e l’altro Pdl 11 perché i consiglieri sono 11.

Siccome tra quelli del Pdl 7 ci sono i più vecchi iscritti del Pdl essi reclamano di potersi chiamare soltanto loro Pdl, e gli altri si diano un altro nome. La questione è stata posta in consiglio comunale davanti al sindaco.

Ciò che sta succedendo a Lucca, mi dicono, capita anche in qualche altro ente locale.
Che sta succedendo?

È mai possibile che da Roma non ci sia qualcuno autorevole che imponga ai consiglieri lucchesi, e agli altri, di smetterla con queste buffonate? Il Pdl è unico, il marchio non è locale, ma nazionale. Sta a Roma stabilire se a Lucca si vuol dare luogo ad una scissione e quindi, se le cose dovessero stare così, toccherà a Roma, agli organismi preposti, cacciare coloro che non stanno alle regole.
Due Pdl nello stesso consiglio comunale fanno ridere i polli.

Stamani ho letto due articoli che si conformano al mio stato d’animo.
Il primo è di Maurizio Belpietro, “Attenti, qui salta tutto” e lo si trova qui, a pag. 45, l’altro è di Gennaro Malgieri, “Nel Pdl è l’ora del divorzio”, e si trova qui, a pag. 44.

Ho letto che Berlusconi rinuncia alle vacanze per mettere ordine nel partito. Bene, lo faccia, ma ci metta del pepe, ci metta del sano autoritarismo.
Richiami quei consiglieri Pdl a cui il sole ha cotto il cervello, e soprattutto, prima della chiusura del Parlamento, ponga in votazione il ddl sulle intercettazioni, così com’è. Dica stop agli emendamenti e chieda la fiducia.

È un’altra carta che Machiavelli e lo stellone gli mettono a disposizione. E’ una carta che non ha valore intrinseco, e potrebbe il ddl contenere anche questo solo articolo: 1 – comma: “Si possono intercettare solo le telefonate delle ganze dei parlamentari. ”, 2 – comma: “La terra gira in torno al sole”. Importante è sapere che così com’è attualmente il ddl non sarà approvato dai finiani. Ciò è più che sufficiente per accendere la miccia e quindi pervenire alla tanto auspicata rotta di collisione. Il fatto che poi, il ddl possa essere dichiarato incostituzionale, non ha alcuna importanza strategica. L’obiettivo deve essere uno: cacciare Fini, che trova comodo stare abbarbicato all’albero del Pdl.

Si tenga all’erta, gentile Cavaliere, o Fini e Napolitano prima o poi faranno cappotto.


Letto 2039 volte.


1 commento

  1. Commento by Bartolomeo Di Monaco — 18 Luglio 2010 @ 10:36

    Ho ricevuto questa precisazione dal consigliere lucchese del Pdl Maurizio Dinelli, che pubblico, insieme con la mia risposta:

    — In forum_immoderato_degli_immoderati@yahoogroups.com, maurizio dinelli
    <mauriziodinelli@…> ha scritto:
    >
    > non è esattamente così. Non voglio commenatre il resto dico solo la
    > verità sui due gruppi di Lucca. Come capogruppo del primo gruppo
    > costituitosi in comune il due marzo 2010 ho semplicemente contestato
    > al presidente Agnitti che nel consiglio non possono esserci due gruppi
    > con lo stesso nome, quindi che finchè Roma non toglie il diritto di
    > fregiarsi del nome PDL a quelli che lo hanno costituito il due marzo
    > 2010, non è possibile che lui autorizzi un secondo gruppo con lo
    > stesso nome. Tutto lì. Non voglio entrare nel merito dei motivi per
    > cui 11 persone anzichè entrare nel gruppo già esistente PDL, ne hanno
    > costituito un secondo. Non lo so. Però chiedo a Bartolomeo di non
    > scrivere insesattezze che riguardano altri, e ne mettono alla berlina
    > la dignità (siccome sono vecchi iscritti al PDL vogliono tenere il
    > nome ecc, o comunque ha scritto qualcosa del genere). Se le cose non
    > si conoscono non si scrivono, prima ci si informa, e poi si scrive.
    > SEna polemica, dica adesso Bartolomeo e chi vuole qualsiasi cosa,
    > basta che non facciano affermazioni non reali, mettendo nel mezzo
    > persone che soffrono, come me, personalmente di questa situazione
    > vergognosa nella quale si trovano, come lo scrivente, nel mezzo loro
    > malgrado. Buona serata a tutti, a partire da Bartolomeo

    Caro Maurizio, metterò questa tua precisazione sotto l’articolo apparso sul mio
    blog e su Legno Storto, com’è doveroso. Ma il problema che il mio articolo
    intendeva sottolineare è che, per una ragione o per l’altra, il Pdl si trova a
    vivere situazioni grottesche, come accade a Lucca, senza che nessuno da Roma
    intervenga con urgenza per dire una parola definitiva ed evitare che gli
    elettori ne ricevano un’impressione assai sgradita. Ciao.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart