Libri, leggende, informazioni sulla cittĂ  di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

LETTERATURA: Barga e Umiliana

16 Gennaio 2022

(Estratto dal mio racconto “Vivere un uomo”, del 1978)

Non so quanti di voi conoscono Barga.
Ä– cittadina antica, millenaria, stracolma di storia.
Per chi venga da Lucca, arrivato a Fornaci deve prendere una stradicciola in salita, dolce a percorrersi; incontra sotto di sĂ© l’antica chiesa di Loppia, tutta quieta, umile, quasi nascosta.
Dopo una curva, dentro un paesaggio alpestre, raccolto, rado di casupole che accendono nella fantasia visioni, usanze lontane, ecco spuntare al sommo della collina la bella cattedrale maestosa, cara al Pascoli.
Si scende al borgo nuovo; si arriva allo stadio e proprio davanti si trova una villa piacente, con un bel giardino, adorno di alberi anche secolari.
Qui Barga raccoglie gli anziani, i vecchi rimasti soli.
Vengo spesso a trovarvi Umiliana, una cara vicina della mia infanzia, che ha voluto bene a tutti noi.
Quando arrivo è un trillo di gioia, le altre mi vengono incontro, domandano dei miei figli, della mia famiglia.
V’è un calore, una voglia di vivere in quelle quattro mura, un concentrato di speranze, una densitĂ  di amore che, ad uscire di lĂ , tornarsene nel mondo, si avverte un freddo, un gelo, si sente l’amaro nel cuore.
Là ogni istante è vissuto, guardato, cullato; ogni gesto compiuto con fede. Occorre trovarsi dentro questo amore per capire la vita, per afferrare in un lampo il suo senso profondo.
Allora perchĂ© invidiare, odiare, umiliare, offendere, disprezzare… L’amore, la caritĂ , la fiducia negli altri, lĂ  si fanno grandi, avvampano, ingigantiscono; ci prendono dentro tutto lo spazio del mondo.

Il libro, qui.


Letto 305 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart