Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

LETTERATURA: “Il gran grimorio, manuale pratico di evocazioni diaboliche e magia nera”, Fanucci edizioni

1 Febbraio 2010

di Maria Antonietta Pinna

Il Grimorio che ricorda il francese gramaire, altro non è che un libro magico di istruzioni: come evocare gli spiriti, come ottenere da loro denaro e successo, guarire le malattie con formule e intrugli più o meno magici, fabbricare talismani, conoscere i giorni fausti e infausti di ciascun mese, praticare legamenti d’amore, etc.

Molti di questi Grimori, la cui lettura alla fine è davvero divertente, furono scritti tra la fine dell’età medioevale e gli inizi del ‘700.

La Fanucci nel 1981 ha riproposto un testo, ormai fuori catalogo, contenente La Clavicola di Salomone, l’arte di parlare coi morti, le istruzioni per costruire il famoso specchio di Salomone e altri segreti magici.

Si tratta di un manuale che insegna a praticare i demoni.

La prima parte riguarda esattamente l’invocazione con formule, triangoli, cerchi, conversazioni con gli spiriti e tutto l’occorrente per il rito.

Il cerchio ha infatti funzione protettiva e il triangolo, collegato in varie tradizioni al numero tre, è Dio stesso, la trinità, la perfezione in molte religioni.

Nel testo si parla del patto vero e proprio con tanto di conversazioni demoniache per finire con raccolte di incantesimi, ricette miracolose, etc.

Invero il patto diabolico alle fine è conveniente più che altro per l’uomo che ottiene quello che vuole utilizzando metodi e forme appropriate di rito.

Purtroppo le preparazioni e i miscugli magici sacrificano spesso meravigliosi gatti neri e galline dello stesso colore, nonché poveri rospi la cui unica colpa è di avere un aspetto inquietante.

La Clavicola, o “piccola chiave” fu proibita dalla Santa Inquisizione, che la dichiarò Libro del Diavolo. Oggi è conosciuta grazie ai manoscritti conservati nelle grandi biblioteche di Londra e Parigi.

Il Gran Grimorio, presentato in una versione modernizzata contiene un’appendice di panacee per guarire malattie e fabbricare perfino colle per cristalli o ceramiche.

Ad esempio un rimedio per far aprire i foruncoli o altri “apostemi” è il seguente. Si prende una presa di sale fino, la si mischia col rosso di un uovo cotto e lo si applica sul carbuncolo che leverà tutto il veleno.

Dubito che possa funzionare.

Comunque non si sa mai…

Spassosi sono i segreti dell’arte magica sotto i quali sono riportati rimedi ingenui, utili ad esempio “per far ballare tutto nudo” o per “rendersi invisibile”, o per “esser duro all’arma bianca”.

Doveste mai praticare simili rimedi, vi consiglio di lasciar in pace i gatti neri, i piccioni, e altri animaletti…

Il materiale non va preso alla lettera, ovviamente. Esso maschera molto probabilmente un linguaggio simbolico nascosto da procedimenti necromantici , costruzione della pietra filosofale sotto forma di veleno, invocazioni e patti.

Buon divertimento…


Letto 2887 volte.


1 commento

  1. Pingback by LETTERATURA: “Il gran grimorio, manuale pratico di evocazioni diaboliche e magia nera”, … | IlTuoWeb.Net News — 31 Marzo 2010 @ 10:03

    […] Articolo originale: LETTERATURA: “Il gran grimorio, manuale pratico di evocazioni diaboliche e magia nera”, … Cucina, Ricette […]

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart