Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

LUCCA: Cinema: Il programma del Circolo Ezechiele

18 Gennaio 2012

http://ezechiele2517.wordpress.com/2012/01/15/i-film-di-ezechiele-dal-17-al-20-gennaio/

Martedì 17 gennaio 2012 ore 21.30
Prime visioni
MELANCHOLIA
di Lars Von Trier – Danimarca 2011 – 130′
con Kirsten Dunst, Charlotte Rainsbourg
Premio Felix come miglior film europeo 2011
Prendete The Tree of Life e l’ultimo film di Lars von Trier: sono speculari! Solo che il primo si rifà alla Genesi biblica, mentre Melancholia all’Apocalisse. Lasciati da parte i furori iconoclasti e stucchevoli di Antichrist, il folle regista danese costruisce una partitura visionaria di grande suggestione attorno a una di quelle famiglie aristocratiche in cui continua ad annidarsi un marciume già denunciato da Amleto qualche secolo fa. L’inquietudine serpeggia attorno al matrimonio che viene festeggiato in una grande villa di campagna, a partire dall’enorme automobile che porta gli sposi e che non riesce a fare una curva nella stradetta sterrata. Lì qualcosa si inceppa, l’apparente perbenismo si incrina e nella notte che segue alla cena l’ipocrisia viene smascherata. Come di fronte al giudizio divino, tutti i personaggi si metteranno a nudo di fronte a degli eventi più grandi di loro, con il creato pronto a esplodere (o implodere) portando con sé ogni meschinità. Sorvoliamo sui deliri verbali del regista a Cannes (da dove è stato bandito): resta la sua indubbia qualità di autore, la visionarietà, la capacità di osare laddove gli altri nemmeno si accostano.

Mercoledì 18 gennaio 2012 ore 21.30
Cinema per la pace
TUTTI PER UNO
di Romain Goupil – Francia 2010 – 90′
con Valeria Bruni Tedeschi, Linda Doudaeva
Ingresso gratuito riservato ai soci in collaborazione con la Casa della Pace
22 marzo 2067: la 60enne Milana, residente in Francia ma di origine cecena, ricorda i momenti trascorsi nel 2009 con i suoi compagni delle scuole elementari – Blaise, Alice, Claudio, Ali e Youssef – ma soprattutto come insieme a loro riuscì a mettere in atto un piano per rimanere sempre uniti ed evitare l’espulsione per quelli del gruppo immigrati come lui dal paese. Di tanto in tanto, dai meandri della distribuzione, spuntano nelle sale cinematografiche film importanti da riscoprie. Uno di questi è senza dubbio Tutti per uno di Romain Goupil, un film che comincia nel 2067, ma torna ai giorni nostri per raccontare un mondo che non esiste più, quello dove i clandestini venivano rimpatriati da un giorno all’altro e i bambini sans papier sono costretti ad abbandonare la scuola, gli amici, il quartiere. (…) Girato ad altezza bambino questo film alla Truffaut può contare su uno straordinario cast di piccoli attori e sull’intensa interpretazione di Valeria Bruni Tedeschi.

Giovedì 19 gennaio 2012 ore 21.15
Chiesa Inglese – Bagni di Lucca
I mostri sacri della commedia all’italiana
GUARDIE E LADRI
di Steno e Mario Monicelli – Italia 1951 – 100′
con Aldo Fabrizi, Totò, Ave Ninchi
Ingresso gratuito in collaborazione con la Fondazione Michel de Montaigne e il Comune di Bagni di Lucca
Totò è un ladruncolo napoletano che una bonaria guardia romana (Aldo Fabrizi) deve catturare, pena la perdita del posto. Dopo inseguimenti vari, i due fanno amicizia, scoprendo di avere molti problemi in comune. Uno dei rari film di Totò che fu elogiato quasi all’unanimità dalla critica dell’epoca (ebbe anche un Nastro d’argento e la Palma d’oro a Cannes) anche perché s’innestava nel filone neorealistico. “Ho favorito il passaggio di Totò al neorealismo, limitando le sue caratteristiche di comicità surreale che lo aveva caratterizzato in precedenza. Sarà poi Pasolini a orientarlo più sul misterioso o sul magico, forse lo ha capito meglio di me” (Mario Monicelli).

Venerdì 20 gennaio 2012 ore 21.15
Sala della Festa – Borgo a Mozzano
Cineforum Roma 31
LA PRIMA COSA BELLA
di Paolo Virzì – Italia 2009 – 116′
con Valerio Mastandrea, Stefania Sandrelli, Micaela Ramazzotti, Claudia Pandolfi
Ingresso riservato ai soci in collaborazione con Cineforum Roma 31 e Comune di Borgo a Mozzano
Bruno, professore di lettere a Milano, torna nella sua Livorno dopo l’aggravarsi della malattia di sua madre Anna. L’incontro lo riporta con la memoria all’infanzia e all’adolescenza, al rapporto con una mamma bellissima e vitale, entusiasta della vita anche quando da questa tradita.
Ode a una città aspra, e al cinema italiano moderno, dolceamaro e politico, anche quando era intimo (Ettore Scola e Antonio Pietrangeli su tutti). Se il film ha un difetto, è analogo al movente del personaggio di Anna: inondare di (per) troppo amore l’oggetto amato. Virzì non è più solo il cineasta travolgente e polemista, quello che dirige benissimo i bambini. Tornato a casa, non teme più nemmeno di essere autenticamente sentimentale.


Il sito www.cineforumezechiele.com
Facebook http://www.facebook.com/home.php#/group.php?gid=34848605769


Letto 1669 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart