Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Maggioranza e opposizione unite nei privilegi

21 Ottobre 2010

Quante volte ci siamo detti che in una sola cosa l’opposizione e la maggioranza si trovano d’accordo: quando c’è da approvare qualche aumento di stipendio che le riguardi. Nessuno litiga, tutti votano Sì, e poi cercano di nascondere al pubblico la notizia. Si vergognano. Sanno bene che i poveri cristi dei lavoratori faticano, crisi o non crisi, ad arrivare alla fine del mese; con quale faccia potrebbero giustificare il lauto stipendio di cui godono e che li fa vivere nel lusso, e lontani dalla miserevole realtà di tutti gli altri?

Loro dicono di rappresentarci, ma è una fandonia. Per rappresentarci dovrebbero per lo meno conoscere i sacrifici che quotidianamente i cittadini devono sopportare per vivere. E loro son ben lontani dal conoscerli. Questo vale per Berlusconi, ma vale pure per Bersani, per Epifani, per Diliberto, per Fini, per Casini e così di questo passo. Perfino quando vanno in treno o in aereo viaggiano in classi privilegiate.

Se si potesse disegnare il viso di uno qualunque dei nostri parlamentari, potremmo cavarcela con un unico volto, uguale per tutti, e costituito da una bella banconota. Al denaro, alla posizione sociale, alla vita di lusso: solo a questo pensano i nostri parlamentari. Per il resto, come va va, loro staranno sempre bene. I guai li passa, come sempre, il popolino.

Ho appreso che “Il giorno 21 settembre 2010 il deputato Antonio Borghesi dell’Italia dei Valori ha proposto l’abolizione del vitalizio che spetta ai parlamentari dopo solo 5 anni di legislatura in quanto affermava cha tale trattamento risultava iniquo rispetto a quello previsto dai lavoratori che devono versare 40 anni di contributi per avere diritto ad una pensione. Indovinate un po’ come è andata a finire!”

È andata a finire così:

Presenti 525
Votanti 520
Astenuti 5
Maggioranza 261
Hanno votato sì 22
Hanno votato no 498

Ossia solo 22 deputati erano d’accordo per eliminare il privilegio!
Maggioranza e opposizione si sono invece trovati d’accordo per respingere la proposta. Qui potete ascoltare l’intervento del parlamentare Antonio Borghesi e avere ulteriori dettagli.

Come è possibile credere in questi uomini che si considerano molte spanne al di sopra di noi cittadini, al punto da ritenersi meritevoli di ricevere il vitalizio dopo aver lavorato un ottavo di tempo rispetto a tutti gli altri cittadini.
Quando si parla di moralizzazione si deve cominciare anche da qui.


Letto 1803 volte.


1 commento

  1. Commento by luigi — 29 Novembre 2010 @ 14:57

    sono indignato e anch’iuo condivido appieno queste riflessioni.
    Mi viene alla mente una riflessione  che dovrebbe diventare l’urlo di chi sta pensando come noi:
     NON CI STANNO ALLONTANANDO DALLA POLITICA CI STIAMO ALLONTANANDO DAI POLITICI
    Luigi V.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart