Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Napolitano, pagalo tu il neo senatore a vita

12 Novembre 2011

Se il presidente Napolitano non avesse letto il mio articolo (e ovviamente non lo ha letto) gli ripeto, con tono ancora più indignato: perché in una situazione di crisi come l’attuale, in cui è necessario risparmiare a più non posso, si è permesso di ridersela della crisi (di questo si tratta) e di esercitare una sua facoltà di rango costituzionale che poteva benissimo mettere da parte, quando tutti invocano il controllo della spesa pubblica?

Potrebbe addirittura succedere che il laticlavio concesso al neo senatore Monti resti senza frutto, visto che sul suo nome ci sono fior di resistenze.
Il Pdl, infatti, sembra orientato a non buttare a mare la solida alleanza stipulata con la Lega Nord che ha dimostrato di resistere ad ogni intemperie. Mantenere questa alleanza significa, in sostanza, mantenere al bipolarismo minacciato da Casini e dall’arrivo dello stesso Monti, un appiglio a cui agganciarsi quando questa tempesta sarà passata e si dovranno raccattare i cocci.

Vengo a sapere stamani che il laticlavio concesso a Monti ci costerà almeno 25 mila euro al mese. Uno schiaffo dato senza alcun ritegno ai cittadini, costretti al contrario di Monti e di Napolitano a tirare la cinghia.

In un momento di crisi come questa non sarebbe stato meglio fare a meno di questo passaggio non necessario, che non fu osservato per Ciampi quando fu chiamato, pure lui, a salvare (invano) l’Italia? Soldi inutili e sprecati.

Chiedo dunque a Napolitano di sobbarcarsi, lui, il costo del laticlavio concesso, decurtandosi gli emolumenti della stessa cifra, così da evitare che essi vadano ad incrementare i costi della politica, tutti e sempre pagati dai cittadini.

Ovviamente, Napolitano si guarderà bene dal tirare fuori un solo centesimo dalle proprie tasche, assai pingui.
Come si dice, piove sempre sul bagnato. Ai ricchi si offre denaro a volontà, anche quando non ce n’è proprio bisogno. E perfino in un momento di profonda crisi.
Insomma, si è cominciato sotto i peggiori auspici.

Meglio le elezioni anticipate?
Continuo a credere di sì. Si farà più in fretta a dare di nuovo la parola agli elettori che arrivare a decidere qualcosa (ma ne dubito fortemente) con un governo davanti al quale si vanno addensando livori e resistenze.

www.i-miei-libri.it

Altri articoli
“L’unica soluzione è il voto” di Francesco Maria Del Vigo. Qui.

“Elezioni subito. Il Cavalire non si faccia fregare” di Giuliano Ferrara. Video.

“Tra urla, fischi e monetine l’Italia degli sfascisti in piazza festeggia le dimissioni” di Francesco Maria Del Vigo. Qui.


Letto 834 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart