Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Per Fini la richiesta di archiviazione. Tutto previsto

26 Ottobre 2010

Per i pm romani che hanno indagato sul losco scandalo di Montecarlo (non interrogando mai Giancarlo Tulliani), il reato di truffa è uscito dal codice penale. Come se non fosse mai stato scritto. Ma è scomparso per tutti? Non per noi poveri cristi. È scomparso solo per Fini. Fini può fare tutto ciò che vuole. Può fare contemporaneamente il presidente della Camera e può fare i comizi contro il governo Berlusconi. Il capo dello Stato può solo fiancheggiarlo, visto che gli lascia fare tutto.

Dunque, tornando ai pm romani, secondo costoro una casa di proprietà di un partito, An, valutata circa 240/270 mila euro nel 1999 e venduta a euro 300 mila nel 2008 non costituisce truffa nei confronti del partito che ne era proprietario. Anche se le perizie 2008, perfino quella monegasca, danno all’alloggio una valore, nel 2008, non inferiore a un milione di euro, i pm dicono che tutto va bene così e chiedono al gip di archiviare l’inchiesta. Pensate, solo ora si viene a sapere dalla procura che anche Fini era indagato:

“(che con l’ex tesoriere di An Francesco Pontone era stato iscritto nel registro degli indagati per truffa)” . E qui.

E sapete perché lo si è venuto a sapere ora che è partita la richiesta di archiviazione? Perché altrimenti Fini avrebbe dovuto dimettersi, visto che ha fatto dimettere il ministro Scajola che neppure era indagato.

Commenta Storace:

“Il processo breve, brevissimo si applica solo a Gianfranco Fini. In poche settimane lo si scrive nel registro degli indagati per truffa e poi si decide che va assolto… In compenso, si ammette che c’è stato il danno per aver svenduto la casa di Montecarlo finita al cognatino. Proviamo ad indovinare che cosa sarebbe successo a un cittadino comune. Ovviamente ci sarà opposizione documentatissima a quella che per ora è solo una richiesta della Procura di Roma.”

Poi ditemi se non è necessario riformare la giustizia. Se fossi stato io a compiere questa che mi pare una truffa chiara come il sole, a quest’ora ero già finito dietro le sbarre, svegliato al mattino prima dell’alba da un esercito di carabinieri.

Comunque, a prescindere dalla criticabilissima richiesta di archiviazione, non diminuisce per nulla la responsabilità morale di Fini, visto che il beneficiario dell’operazione è il cognato Giancarlo Tulliani, il quale, secondo il governo di Saint Lucia, è, o è stato, oltre che inquilino, anche proprietario della casa monegasca. Una svendita non certo a favore della buona causa per la quale era stata lasciata in eredità.

Poiché la documentazione probante apparsa sulla stampa nei mesi scorsi, fa di Fini l’autore di una operazione inquietante (un’operazione a favore di familiari, come le raccomandazioni Rai), restano in piedi tutte le motivazioni di indegnità che ne suggeriscono le dimissioni.

Invece Fini (che già cantava la canzone dell’archiviazione un mese fa) verrà fatto santo. Si dirà che se non l’avesse venduta lui quella casa a Montecarlo, sarebbe andata in malora, e dunque lo si ringrazi. Gli ex aennini dovranno fare un pellegrinaggio alla Camera per prostrarsi davanti a santo Gianfranco, capace di fare alla rovescia il miracolo dei pani e dei pesci.

Misera Italia! E Berlusconi ha perso il coraggio di salvare il nostro popolo da questa dittatura che vede la magistratura decidere secondo un proprio disegno politico ciò che è bene e ciò che è male, a prescindere dalle leggi?

Bisogna spazzare via questo marciume.  Non se ne può più. Che Berlusconi non ci tradisca. Dia un calcio nel sedere alle colombe. Faccia la battaglia fino all’ultimo respiro. Non ci potranno essere governicchi in Italia se Pdl e Lega Nord faranno capire al capo dello Stato che se non sarà rispettata la volontà degli elettori,   e non si tornerà dunque alle urne, sarà praticato il boicottaggio delle Istituzioni, perché gli elettori non riconosceranno più uno Stato che ridicolizza ed insulta la loro sovranità.

Articoli correlati

“Casa An, colpo di spugna della procura: Fini era indagato, chiesta archiviazione”. Qui.

“Casa di Montecarlo, Fini graziato dai Pm”. Qui.

“Fini è indagato, ma l’hanno nascosto” di Alessandro Sallusti. Qui.

“Montecarlo, Fini indagato in segreto Ma la procura chiede l’archiviazione” di Gian Marco Chiocci e Massimo Malpica. Qui.

“La doppia vittoria di Fini. “Ora possiamo ridere” di Amedeo La Mattina. Qui.

“Al convegno del Pdl si parla di libertà di stampa. Parlano Feltri, Belpietro, Minzolini”. Qui.


Letto 1307 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart