Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Sul legittimo impedimento

14 Gennaio 2011

Quanto si prevedeva è accaduto. Un colpo al cerchio ed uno alla botte.
D’ora in avanti, questa √® la sostanza, ai giudici di merito √® rimesso di valutare se la richiesta d’impedimento del premier e dei ministri a presenziare ad una udienza che li riguarda ¬†sia legittima o meno.

Berlusconi, a caldo, sembra che abbia considerato questa decisione come un compromesso accettabile. All’incontrario di Bondi. Solo quando questo mio articolo sar√† uscito conosceremo le reazioni ufficiali del presidente del Consiglio.

Non so se i giudici che saranno chiamati a giudicare il legittimo impedimento, lo faranno con l’imparzialit√† che la Consulta d√† per scontata e che invece scontata non √®.
Se ne lamentavano, infatti, ieri sera, gli avvocati difensori del premier, ricordando che i giudici respinsero la richiesta di legittimo impedimento in concomitanza con una riunione del consiglio dei ministri.

Ovviamente, anche grazie a questa sentenza, e come temeva lo stesso Togliatti, il cui pensiero √® stato riportato nell’articolo di Francesco Perfetti sul Il Tempo di ieri, tanto la Consulta che i giudici hanno assunto e sono destinati ad assumere sempre di pi√Ļ un ruolo di sindacato su ogni aspetto della politica, con una influenza che √® gi√† andata, e che rischia di peggiorare, ben oltre una naturale fisiologia di rapporti tra organi dello Stato.

Non vi è dubbio che qualcosa dovrà essere fatto affinché i confini della magistratura, oggi labili e sbiaditissimi, siano meglio marcati. Il contrario significherebbe dare ad essa un potere che potrebbe alla lunga trovarsi a confliggere gravemente con la sovranità popolare.

Ad ogni modo, la Consulta si è espressa, e come scrissi tempo fa, Berlusconi deve fare una cosa sola: presentarsi ai processi quando non vi sia la stretta necessità di richiedere il legittimo impedimento.
Lui stesso qualche settimana fa dichiar√≤ questa sua disponibilit√† molto chiaramente. La mantenga. Si vedr√† se i giudici praticheranno con lui quella leale collaborazione istituzionale a cui sembra credere, un po’ ipocritamente visto il loro annoso accanimento, la Consulta.

Anche in questo caso, i cittadini sapranno valutare i comportamenti da una parte e dall’altra.

Articoli correlati

Intervista telefonica a Berlusconi di Maurizio Belpietro. Qui. Da cui estraggo:

“Poi sulle polemiche dopo il mio discorso a Berlino. Se a Mirafiori dovesse vincere il no, l’azienda avrebbe delle motivazioni buone per dire ‘andiamo all’estero’, ecco cosa ho detto a Berlino. Non ho mai detto che sarebbe ‘giusto’, come hanno riportato i giornali di sinistra”.

“Berlusconi e il legittimo impedimento. ¬ęNon mi aspettavo una sentenza diversa ¬Ľ
Qui.

“Berlusconi spiazza tutti: non si va a votare” di Alessandro Sallusti. Qui. Da cui estraggo:

“I giudici infatti avranno ora la possibilit√†, nella mag ¬≠gior parte dei casi, di accetta ¬≠re o respingere la giustifica ¬≠zione del premier che, chia ¬≠mato in tribunale, avanzas ¬≠se un legittimo impedimen ¬≠to. Per esempio: √® un impe ¬≠dimento preparare col pro ¬≠prio staff un importante ver ¬≠tice internazionale? Dover incontrare un ambasciato ¬≠re, un governatore regiona ¬≠le, √® motivo sufficiente per saltare un’udienza? Se la ri ¬≠sposta √® affidata al magistra ¬≠to di turno, √® ovvio che le to ¬≠g ¬≠he avranno il potere di deci ¬≠dere l’agenda di governo, di stabilire che cosa √® giusto e utile per il Paese, il suo futu ¬≠ro, la sua sicurezza.”

“Il Pd √® ai ferri corti: il partito ormai √® morto. Manca solo l’annuncio” di Salvatore Tramontano. Qui.

“La sinistra italiana esulta ma si illude. Con il giustizialismo ha sempre perso” di Luigi Mascheroni. Qui.

“Onnipotenti” di Filippo Facci. Qui. Da cui estraggo:

“Cambiare la magistratura con l’aiuto di certa magistratura √® impossibile, concertare una riforma ¬ęampiamente condivisa ¬Ľ √® impraticabile. Non ci sar√† nessuna riforma, seria, senza cambiare la Costituzione e senza scatenare l’inferno. Un uomo solo poteva farcela: Silvio Berlusconi. Non ce la sta facendo, sta solo riuscendo a sopravvivere.”

“√ą successo tutto. Non √® successo niente” di Mario Sechi. Qui. Da cui estraggo:

“Sul tavolo di Berlusconi per√≤ c’√® un’altra opzione, un’arma micidiale che la stessa Corte ha messo in mano al premier: il conflitto permanente. Il Cav dovr√† sottoporre la sua agenda di appuntamenti al vaglio della magistratura. Al di l√† dell’assurdit√† evidente di tale prassi, bisogna porsi una domanda: cosa succede se i giudici convocano Berlusconi in aula nonostante tutto? Succede che se la presidenza del Consiglio ravvisa un comportamento abnorme da parte della magistratura, pu√≤ sollevare un conflitto presso la stessa Corte Costituzionale.
√ą una mossa che potr√† essere fatta ogni volta che gli avvocati di Berlusconi vedranno una violazione dei diritti connessi alla funzione di governo. A quel punto √® facile immaginare una pioggia di ricorsi (e di polemiche roventi) che metteranno il governo e la magistratura su un piano di scontro totale.”

“Sotto le apparenze, la sentenza della Corte stabilizza il Palazzo” di Salvatore Merlo. Qui.

“Giuristi spiegano che ‚Äúla legge non √® stata bocciata‚ÄĚ e che ‚Äúla Corte non poteva decidere altrimenti‚ÄĚ di Giulia De Matteo. Qui.

“Caso Ruby, Berlusconi indagato” di Luigi Ferrarella. Qui.

“Ruby, il Pdl insorge: ‚ÄúConsueto e logoro copione‚ÄĚ Qui.


Letto 1463 volte.
ÔĽŅ

3 Comments

  1. Commento by Ciro — 14 Gennaio 2011 @ 10:36

    Questa volta, spero tanto che il Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana ascolti il suo consiglio.

    ….. io temo proprio che non lo faccia. Se sar√† costretto dagli eventi lo far√† quando i reati saranno prescritti.

  2. Commento by giuliomozzi — 14 Gennaio 2011 @ 12:59

    Bart, scrivi: “Come scrissi tempo fa, Berlusconi deve fare una cosa sola: presentarsi ai processi quando non vi sia la stretta necessit√† di richiedere il legittimo impedimento.
    Lui stesso qualche settimana fa dichiar√≤ questa sua disponibilit√† molto chiaramente. La mantenga”.

    Ineccepibile. Come ineccepibile √®, credo, la scelta della Corte (che √® speculare a quanto tu scrivi): il legittimo impedimento pu√≤ esserci o no, non √® detto che ci sia ogniqualvolta l’interessato lo invoca, e qualcuno deve pur decidere se c’√® o no.

    Se non sbaglio, l’attuale presidente del Consiglio si present√≤ una sola volta davanti ai giudici, per una “dichiarazione spontanea” (cio√®: per parlare senza dover rispondere ad alcuna domanda).

  3. Commento by Bartolomeo Di Monaco — 14 Gennaio 2011 @ 14:44

    Credo, Giulio, che se Berlusconi, come ha sempre dichiarato, è innocente, non deve temere di presentarsi. I dubbi che ho riguardano sempre la imparzialità della magistratura.
    Avrai capito da tempo che non nutro molta fiducia almeno in una parte della msgistratura.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart