Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Vediamo le carte

30 Agosto 2010

Se guerra ci deve essere, che ci sia, senza guardare in faccia a nessuno. È il momento di scoprire le carte e vedere. Per scoprire le carte e vedere c’è un solo modo, cominciare ad impegnare il Parlamento sul cosiddetto processo breve.

Già solo a sentirne l’odore da lontano, l’Anm si è scatenata. Palamara fa sapere che non è una priorità. Bocchino dice che vuol vedere il testo, perché si tratta di uno di quei punti che rientrano in quel 5%, percentuale simbolica, che segna l’incerta aerea in cui i finiani si riservano le mani libere.

Allora è bene cominciare da qui. È la battaglia in confronto alla quale le altre che seguiranno si configurano come semplici scaramucce.

Che si schierino le truppe ora e subito, con i mezzi migliori a disposizione.  
Dall’esito di questa prima battaglia si potrà già stabilire il vincitore.

Anche perché è prevedibile che questa volta Palamara si porterà dietro quasi tutta la magistratura, visto che il processo breve costringerà i magistrati ad un impegno maggiore, a cui molti non sono abituati. Il processo breve è come un’intrusione in un alveare. S’intende: di vespe fannullone più che di api lavoratrici. Chi voglia osare, deve essere pronto a prendersi molte punzecchiature.

Ma ne vale le pena. Basta premunirsi di una buona maschera e coprirsi per bene, come fanno gli apicoltori.
Poi non resterà che costruire una ferrea resistenza, respingendo ogni tentazione al rammollimento e all’annacquamento, come è successo per il legittimo impedimento.

È scontato che i finiani daranno man forte alla casta dei magistrati, ma ciò servirà a scoprire le loro vere intenzioni. Che non sono cambiate: sbaragliare Berlusconi.

Dunque: se sul processo breve la proposta del governo avrà in Parlamento i voti necessari per la sua approvazione, bene; l’ostacolo più grosso sarà stato superato. Altrimenti si raccolgano le carabattole e si vada al voto entro dicembre.
Importante è non farsi irretire da trame temporeggiatrici, di cui le colombe sono abili tessitrici.

L’ammucchiata proposta da Bersani è una lugubre messinscena. Prima ancora di nascere mostra già le crepe. E poi Napolitano questa volta dovrà pensarci su due, ma anche dieci volte, prima di mettere al governo questa accozzaglia di incapaci, buoni solo ad inventarsi sterili formule adatte più ai salotti mondani che al bene del Paese.

Napolitano sappia che gli elettori non sono più disposti a farsi governare da maggioranze e da premier che non abbiano essi stessi eletto con il loro voto.

Se così accadesse, si prepari il Pdl ad una azione di disconoscimento dell’eventuale nuovo governo, tale da rendere manifesto di fronte alla Nazione quello che dovrebbe essere chiamato con il suo vero nome: il golpe. Ossia un vero e proprio colpo di Stato, checché ne dica una Costituzione formale che ha fatto il suo tempo, come ormai si riconosce da parte di taluni autorevoli giuristi.

Articoli correlati

“Democrazia «bipolare », una discussione necessaria” di Angelo Panebianco. Qui.

“Riparte la caccia grossa dei pm a Berlusconi” di Stefano Zurlo. Qui.

“Aiuti agli amici nella Camera privata: telefonate tra la cricca e la corte di Fini” di Francesco Cramer. Qui.

“Ora Gianfranco deve chiarire su Montecarlo” la Bernini a Andrea CuomoQui.

“Alleati in pressing su Berlusconi. “Ora basta liti” di Ugo Magri. Qui.

“I fans dell’ex capo di An su Facebook” di Matthias Pfaender. Qui.

Casa di Montecarlo. Rassegna stampa del 30 agosto 2010. Qui.


Letto 2311 volte.


7 Comments

  1. Commento by Ambra biagioni — 30 Agosto 2010 @ 09:07

    Caro Bart, voglia Dio che quanto dici sia anche il pensiero del Governo.
    Soltanto se si agirà così non si ripeterà quell’infausto 8 settembre che portò Badoglio al Governo.

  2. Commento by Ambra biagioni — 30 Agosto 2010 @ 10:47

    Interessante questo dal CorriereInformazione.it

    Processo breve, Berlusconi: o passa o tutti a casa

  3. Commento by Ambra biagioni — 30 Agosto 2010 @ 11:46

    Ancora dalla Rassegna stampa su Fini  e la sua agenda

  4. Commento by Bartolomeo Di Monaco — 30 Agosto 2010 @ 12:49

    Ambra, sia su Fini che su agenda i link non si aprono.

  5. Commento by Mario Di Monaco — 30 Agosto 2010 @ 12:53

    Sarà soprattutto  l’occasione per verificare se Fini dispone ancora di una piena capacità di agire oppure è costretto a subire i condizionamenti di coloro che lo stanno eventualmente ricattando e come intenderà comportarsi la sparuta pattuglia dei suoi malaccorti seguaci.

  6. Commento by Ambra biagioni — 30 Agosto 2010 @ 13:42

    A me si sono aperti entrambi.. Magari te li spedirò per posta.

  7. Commento by Maria — 30 Agosto 2010 @ 21:58

    La penso anche io come te: speriamo bene, anche se temo tantissime insidie

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart