Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Vediamo se il Pdl ha gli attributi

29 Maggio 2012

Beh, qualcuno nel governo sta facendo del buono: è il ministro Piero Giarda, il quale ha dichiarato che si possono risparmiare sulla spesa pubblica ben 400 miliardi, di cui 100 subito. È, finalmente, una bella notizia, e lo è ancora di più se essa sarà utilizzata per alleviare la sofferenza dei cittadini provocata da un inasprimento fiscale che non ha precedenti.

E proprio a tal proposito ha scritto ieri sul “Giornale” l’economista Francesco Forte, il quale sostiene che a questo punto il governo deve fare un passo indietro sull’Imu e prevederne l’esenzione sulla prima casa (e, aggiungo, sulla casa data come abitazione ai figli). Le entrate previste da questa odiosa tassazione sono nell’ordine di 3 miliardi, perciò, scrive Forte, se ne può benissimo fare a meno, visti i problemi che sta creando ai cittadini, oltre al fatto che questa tassa incide negativamente su uno dei settori portanti dell’economia, quello edilizio.

La Santanchè, intervistata, sempre ieri, da Antonio Signorini del “Giornale”, si è già fatta sotto e chiede al governo che sia subito tolta questa “polpetta avvelenata” gettata in pasto alle classi più deboli. Però la Santanchè non basta, come non basta l’articolo puntuale di Francesco Forte. Deve essere il Pdl, con Alfano in testa (a Porta a Porta non è stato così netto come la Santanchè e il professor Forte), a pretendere da Monti il passo indietro, ricordando che l’esenzione dell’Ici sulla prima casa è sempre stata la bandiera del Pdl e perciò, ora che se ne prospettano le condizioni, tale esenzione deve essere ripristinata.

Come ho più volte scritto, non c’è tassa più odiosa di questa, poiché penalizza i sacrifici di chi ha fatto di tutto per assicurare un tetto alla propria vecchiaia e ai figli.
Monti, il tassator scortese, non mollerà e in questo sarà appoggiato sicuramente dal Pd, che continua a considerare un privilegio la proprietà privata, da sottoporre perciò ad una tassazione punitiva.

Chi la vincerà? Il Pdl si ricorderà delle sue promesse? Si farà valere o calerà le brache? Lo vedremo presto.


Letto 1304 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart