Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Collegamento Fini-magistratura

24 Gennaio 2011

Se ci fosse stato un solo dubbio sull’esistenza di un coordinamento (eversivo?) tra il presidente della Camera e la magistratura, esso viene fugato dalla nuova richiesta di dimissioni del governo avanzata dalla terza carica dello Stato.
Tutto torna per filo e per segno.

Il sospetto comincia a prendere consistenza a partire da quella famosa conversazione tra Fini e un giudice sorpresa da un giornalista. Ricordate? Doveva scoppiare una notizia bomba a carico di Berlusconi che avrebbe mandato a carte quarantotto il suo governo. Erano le rivelazioni di Spatuzza poi andate regolarmente a vuoto.

Quindi si arriva alla P3, anch’essa agitata per creare una falla nel Pdl, e anch’essa una delle tante inchieste italiche che nel tempo hanno coinvolto uomini politici di tutti i colori e di tutte le specie.
Poi arriva la richiesta di dimissioni che Fini proclama in piazza, a Bastia Umbra.
Poi c’√® il karakiri di Fini con la batosta del 14 dicembre, che aveva tentato di far passare come una sconfitta semplicemente numerica, ed √® mancato poco che lo seppellisse.

Fini, dopo il 14 dicembre, era rimasto sott’acqua, un sommozzatore che aveva scaricato la sua bombola d’ossigeno.
Ma ecco che la magistratura, in questo caso quella di Milano, corre a soccorrerlo con lo scandalo, tutto da dimostrare, della minorenne Ruby.

Fini prende fiato e di nuovo ieri torna a chiedere le dimissioni del governo. Spregiando di nuovo la funzione super partes che la sua carica gli imporrebbe, ma che Fini calpesta sicuro della sua impunità.
Perché chi nel nostro Paese gode di impunità è proprio lui, il tullianos dipendente.
Ormai le prove sono consolidate. Mettiamole in fila.

Il pm romano chiede di archiviare lo scandalo di Montecarlo, non potendo per√≤ non far rilevare che la svendita del patrimonio c’√® stata, e ad opera proprio di Fini. La sua responsabilit√† per√≤ deve farsi valere in sede civile e non in sede penale, scrive. Ovviamente Fini non si sente moralmente toccato da questa sua colpa. Gli accusatori hanno presentato una memoria ben documentata respingendo la richiesta di archiviazione del pm. Tuttavia a distanza di mesi il gip competente non ha ancora preso una decisione. Ci si domanda perch√©, anche in relazione alla celerit√† che i pm milanesi pongono, invece, nel voler processare Silvio Berlusconi.

La mia interpretazione dei fatti √® che il gip romano si trovi in grande difficolt√†. Le prove di un arzigogolio con molte devianze di legge ci sono tutte. Documenti ufficiali dimostrano che la propriet√† √®, o perlomeno √® stata al momento della prima vendita, di Giancarlo Tulliani, il quale (privilegio raro, ove si pensi all’interrogazione celerissima di Nadia Magr√¨ per lo scandalo Ruby) non √® mai stato sentito dai magistrati. Come non esistesse. Eppure bastava fargli un domanda molto semplice: √ą o √® stato il proprietario dell’appartamento di Montecarlo? Non ci voleva un’intelligenza speciale per fare una domanda simile. Ma non √® stata fatta perch√© la risposta la si conosceva gi√† e avrebbe messo in difficolt√† il presidente della Camera.

Dunque, il gip romano tergiversa. Probabilmente attende solo il momento in cui l’opinione pubblica sia distratta da qualcos’altro per archiviare senza clamore.
Ma credo che tanto La Destra di Storace quanto alcuni giornali vicini al centrodestra faranno buona guardia e   ci terranno aggiornati sulle mosse della magistratura capitolina.

E questo √® il primo riscontro di un collegamento sospetto tra Fini e la magistratura. E il secondo √® ancora pi√Ļ scandaloso.
Testimoni diretti (il dirigente Rai Paglia) hanno dichiarato che Fini raccomandò, perfino con una certa prepotenza, che ai suoi familiari (i Tulliani) fossero dati contratti adeguati (ossia sostanziosi).

Mentre per il caso Ruby √® bastato il sospetto su di una telefonata del premier alla questura di Milano per accusarlo di concussione (e non vi √® il concusso, badate) per Fini, la cui pressione in Rai and√≤ a buon fine, nessun magistrato si √® mosso per aprire un’indagine. Eppure l’azione di Fini fu messa in atto nel suo ufficio di Montecitorio e quindi non vi √® nemmeno da mettere in dubbio che non lo fece approfittando della sua carica. E non solo: l’operazione and√≤ a buon fine e il concusso in questo caso, a differenza che per Berlusconi, c’√®: la Rai, attraverso la testimonianza, mai smentita, del dirigente Paglia che fu l’uomo Rai convocato da Fini, il quale Fini, avuto il diniego di Paglia, si mosse a livelli pi√Ļ alti finch√© non raggiunse lo scopo.

Non vi pare strano che nessun magistrato abbia aperto un’indagine? S√¨, se siete dei cittadini onesti. No, se siete accecati dall’antiberlusconismo.
La verità è che Fini gode di impunità. E se volete un altro esempio, andiamo a cercarlo nel silenzio di Napolitano.

Interviene sempre puntualmente quando c’√® di mezzo Berlusconi, ma ha taciuto e tace sugli scandali di Fini. Ma non basta. Quando ieri Fini, tornato a rialzare la cresta, ha chiesto le dimissioni di Berlusconi, ci√≤ che non pu√≤ fare per gli obblighi che comporta la sua carica, Napolitano si √® ben guardato dal richiamarlo ai suoi doveri.

Quando, dunque, Berlusconi, parla di un tentativo di golpe, non parla a caso. Questo tentativo c’√®. Si vuole instaurare a palazzo un governo non eletto dal popolo, un governo che ripristini tutti i vizi e tutti i privilegi della prima Repubblica.

Il Pdl faccia attenzione a non arretrare. Gli elettori del centrodestra hanno capito il gioco e sono convinti anch’essi che √® in atto un tentativo di sovvertimento del risultato elettorale.
Dunque, i parlamentari del centrodestra siano compatti di fronte a questo duro assalto. Non cadano nei tranelli e nelle sirene dell’opposizione. E se il palazzo stesse per ottenere il capovolgimento della volont√† degli elettori, la maggioranza di centrodestra faccia una cosa sola. Respinga duramente il tentativo e faccia in modo, con una ferma azione, che si torni al voto.
Come ho già scritto, ci penseremo noi a sistemare le cose.

P.S. Non si smetta inoltre di osservare i comportamenti di Gianni Letta, di cui chi mi legge sa che diffido da tempo.

Articoli correlati

“I dubbi del questore sul rilascio di Ruby. “Palazzo Chigi ci ha raccontato una balla” di Piero Colaprico. Qui.

“Casini:”Governo assieme al Pdl ma senza Berlusconi” intervista a cura di Marcello Sorgi. Qui.

“Floris come Santoro, gaffe in tv Le fan di Silvio trattate da escort” di Giulia Guerri. Qui.

“A sinistra scocca l’ora dei devoti “papagliacci” di Marcello Veneziani. Qui.

“Maroni: “Siamo fedeli al premier” E il Pd rifiuta l’appello alla tregua” di Paolo Bracalini. Qui.

“Annunziata guardona radical chic” di Paola Setti. Qui.

“E’ Fini il regista occulto delle toghe” di Andrea Cuomo. Qui.

“Caro Cav., c’√® un’unica risposta al golpe: il contro-golpe” di Milton. Qui. Da cui estraggo:

“Presidente Berlusconi, c’√® una sola risposta a un golpe: un contro-golpe. Lei deve a coloro che l’hanno eletta e a chi in questi giorni √® irriso e sbeffeggiato dai numerosi servi sciocchi che albergano in TV e sui giornali, una riforma della giustizia dura e senza sconti, a cominciare dalla responsabilit√† civile dei magistrati (per la quale il popolo italiano si √® gi√† per la verit√† espresso) fino alla separazione delle carriere, dall’abrogazione dell’obbligatoriet√† dell’azione penale alla reintroduzione dell’immunit√† parlamentare, per finire con una legge che limiti lo stillicidio delle intercettazioni e la loro pubblicazione sui media Il tutto va fatto senza indugio e a colpi di maggioranza (se veramente c’√®), mobilitando il popolo del PdL pronto a circondare, se serve, la Procura di Milano.
E poi dritti alle elezioni.”

“La ricetta dei pm? Tanti sospetti, zero prove” di Vincenzo Vitale. Qui.

“L’ultima follia di Fini: Berlusconi si dimetta” di Paolo Zappitelli. Qui.

“Operazione Craxi” di Mario Sechi. Qui.


Letto 2089 volte.
ÔĽŅ

3 Comments

  1. Pingback by Collegamento Fini-magistratura | Politica Italiana — 24 Gennaio 2011 @ 06:46

    […] via ¬†https://www.bartolomeodimonaco.it/?p=16799 AKPC_IDS += “26097,”;Popularity: unranked [?] Posted by admin on gennaio 24th, 2011 Tags: Fini-Tulliani Share | […]

  2. Pingback by Collegamento Fini-magistratura | Politica Italiana — 24 Gennaio 2011 @ 09:46

    […] via ¬†https://www.bartolomeodimonaco.it/?p=16799 AKPC_IDS += “26107,”;Popularity: unranked [?] Posted by admin on gennaio 24th, 2011 Tags: Crisi di governo, Elezioni, governo berlusconi Share | […]

  3. Commento by Franco — 24 Gennaio 2011 @ 19:35

    A questo aggiunga che i PM di Roma indagano per diffamazione e tentata estorsione la escort che dichiarò di aver avuto una relazione sessuale con Gianfranco Fini.

    Indagine doverosa e giusta.

    Mi chiedo per√≤ se i magistrati mostreranno la medesima solerzia nei confronti della escort Macr√¨ le cui dichiarazioni contro il premier, ogni giorno che passa, sono sempre meno credibili per non dire ‘false’.

     

    Non ci resta che attendere…

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart