Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

LUCCA: Corso di scrittura: LA ROSA DI PARACELSO

23 Febbraio 2011

LA ROSA DI PARACELSO
CORSO DI SCRITTURA CREATIVA / POESIA
Il Laboratorio di Poesia “La Rosa di Paracelso” è un corso – un luogo – un porto aperto a tutti coloro che vogliono esprimere quello che hanno dentro mediante il potere magico ed evocativo delle parole.

    E’ una via, un sentiero da percorrere, per chi ama la bellezza misteriosa e profonda della vita.

    Come dice Nadine Gordimer, scrittrice Sudafricana . “Scrivere è vivere”

    Il linguaggio poetico, vissuto come esperienza di vita oltre che linguistica, può essere chiave musicale per capire noi stessi e il mondo in cui viviamo (o in cui vorremmo vivere).

    Blanchot, in “Lo spazio letterario”, asserisce che scrivere è percepire il continuo ed inesauribile mormorio dell’essere.

    La poesia e la narrativa non sono un grimaldello per forzare la saracinesca della realtà, ma un modo diverso di guardare tutto ciò che esiste rivelando se stessi al di là di quello che appare (che sembra a noi, che sembra agli altri).

    “C’è bisogno di un mondo di sogno – come diceva il filosofo della scienza Paul K. Feyerabend – per scoprire i caratteri del mondo reale (che in realtà potrebbe essere solo un altro mondo di sogno)”.

    Vi è un flusso incessante, intimo e magico, fra vita e scrittura, scrittura e vita, se stessi e gli altri.

    Le parole sono “rivelazione” di un “qualcosa” che nasce dal continuo “incontro” fra il mondo interiore (lo spazio interno dell’esperienza soggettiva) e la materia di cui sono fatte le cose (di cui anche il cervello è parte).

    Le parole fluttuano dalla realtà all’immaginario, da impulsi informi simili a odori/colori alla pagina scritta, dai sensi alla mente.

    L’immaginario fluisce dentro di noi e sgorga “fuori” attraversando la realtà fisica e vitale della scrittura, colorandosi degli eventi e delle emozioni fino ad essere percepibile e visibile come “forma”.

    La scrittura favorisce la conoscenza delle diverse realtà dell’essere, dell’uomo e del mondo, unendo il corpo alla mente tramite suoni e segni che hanno significati visibili e nascosti.

    La lingua spazia in tutti i campi dell’esperienza umana, esplica la stessa esigenza di essere ed esistere.

    Ogni persona ha il diritto di “giocare”, “sperimentare”, “fare esperienza” per riconoscersi come originalità creativa, attiva, solidale, consapevole, responsabile, libera.

    Si insegna il linguaggio… non l’espressione che è un fatto personale.

    In questo laboratorio si scopre, ci si mette in gioco, si liberano energie… raccontando e raccontandosi

    Teoria e pratica si compenetreranno in attività stimolanti e coinvolgenti, che, partendo dalla percezione sensoriale e dalla analisi di testi, arriveranno fino alla scrittura profonda e all’azione poetica.

    Si può capire il mondo ed esprimere se stessi attraverso le parole…

   

Da “Foglia, di Niggle”, di J. R. R. Tolkien,

una metafora straordinaria

sull’immaginazione e sulla creatività

“C’era una volta un omino a nome Niggle. Niggle faceva il pittore. Niggle era di quei pittori cui riescono meglio le foglie che non gli alberi, e di solito dedicava molto tempo a un’unica foglia, nel tentativo di coglierne la forma, la lucentezza, l’iridescenza delle gocce di rugiada sui margini. C’era un quadro che soprattutto lo assillava. Era cominciato con una foglia preda del vento, ed era divenuto un albero. Poi, tutt’attorno e dietro l’albero, cominciò ad allargarsi un paesaggio. Ben presto, la tela divenne così vasta che Niggle dovette procurarsi una scala…”

Il Corso si articola in 10 incontri di due ore ciascuno

Quota di partecipazione: Euro 180

Orario: 21.00 – 23.00

Giorno: Mercoledì

Presentazione: Mercoledì 23 Febbraio, ore 21.00

Inizio: Mercoledì 2 Marzo, ore 21.00

Periodo:   2 Marzo – 18 Maggio

(con pausa pasquale il 20/04 e il 27/04)

 

Sede del Corso:

NUHA – Cultura e Benessere

Via Sarzanese 1096 – Nave (Lucca)

Tel. 0583/392502 – 349/3996509

www.nuhabenessere.it – sonialaudato@libero.it

 

Programma

 

– La rosa di Paracelso

– La scrittura come continuo ed inesauribile mormorio dell’essere

– La magia delle parole

– Gioco delle parole nascoste (workshop)

 

– L’interno l’esterno; la realtà / l’immaginazione

– Lettura di versi di autori contemporanei

– Parole … che parlano (workshop)

 

– La scrittura come freccia scoccata da un arco

– Cut up, finali ed altro

– Il Gioco dello Scassinatore Nucleare (workshop)

 

–               – Il rapporto contenuto /forma

– Pause e silenzi

– Il gioco dei punti e delle virgole (workshop)

 

– Lasciarsi andare / emozionarsi / comunicare / riflettere

– Acrostici ed altro (workshop)

 

– Il suono delle parole e la poesia

– Il verso,   la metrica, la fonetica

– Rime, rimette, allitterazioni… ed altri giochi fonetici (workshop)

 

 

– Raccontare e raccontarsi

– Immaginazione, sensorialità, realtà

– Gioco delle metafore profonde (workshop)

 

 

– Ascoltare le cose, la gente, il mondo

– Punti di vista

– Il gioco degli oggetti, delle situazioni diverse (workshop)

 

 

– La scrittura profonda e sensoriale

– Il gioco della musica misteriosa (Workshop)

 

– La poesia breve

– Haiku

– Il gioco della poesia breve e dei significati nascosti (workshop)

 

– Conclusione del Corso: revisione (trim and cut)

– Verifiche del Lavoro svolto


Letto 2612 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart