Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Cosa c’è di vero nel grillismo

1 Maggio 2012

Grillo l’altro giorno l’ha sparata grossa e si è attirato le ire di tutti. Un saggio lo potete trovare nell’articolo di Domenico Ferrara, qui.

Grillo è furbo. Non vi è dubbio che sta approfittando del vento favorevole. Non ha però la scaltrezza del politico che sa camuffarsi e confonderti le idee. Credo che le cose che dice contro la politica le senta veramente, e le senta allo stesso modo di molti concittadini. Solo che le esprime nella forma e nei toni sbagliati, incattivito dall’ira e anche dall’impotenza.

Si reputa che il suo movimento 5 stelle viaggi intorno ad un consenso del 10%. Un bel successo, ma il merito non è tutto suo, lo deve spartire con la politica la quale non solo ha costretto i cittadini a sacrifici iniqui e inimmaginabili, cinicamente imposti da coloro che più nuotano nell’oro e continueranno a nuotarci, ma anche ha tolto alla stragrande maggioranza degli italiani la speranza di riformare questo Stato.

Nessuno tra quelli che si sono rimboccate le maniche con buone intenzioni è riuscito a farlo. Una massa di poteri occulti (non poi così tanto) ha ininterrottamente messo i bastoni fra le ruote al solo scopo di difendere lo status quo e le posizioni di potere e di rendita acquisite.

Non è facile combattere e sradicare un cancro di questa portata.
Come la mafia è il cancro del nostro Paese, così lo è diventata la nostra architettura, infetta e infestante.

Bisognerebbe domandarci, dunque, se sia sufficiente imprecare contro le intemperanze di Grillo e del suo movimento quando la nostra classe politica, al pari di una tarma, si è trasformata nella larva che corrode  e consuma lo Stato.
Più che contrastare Grillo, la politica dovrebbe guardare se stessa, riflettere sui propri errori e porvi rimedio in fretta.

Quando si farà questo, il grillismo si squaglierà come neve al sole, ma fino a che avremo una classe politica insensibile   ed incapace, ottusa ed arrogante, il grillismo è destinato a crescere, e attirerà a sé molte varietà di sentimenti, tutti accomunati però dalla rabbia di contrastare uno Stato che non si preoccupa   dei suoi cittadini e li guarda cinicamente soffrire e morire.

Come ha ben scritto ieri sul Giornale lo scrittore Luca Doninelli.

P. S. Leggo con piacere che stanno intensificandosi le proteste contro l’Imu sulla prima casa.

www.i-miei-libri.it


Letto 1516 volte.


1 commento

  1. Commento by Fabrizio Spinella — 1 Maggio 2012 @ 17:22

    Siamo in un periodo di transizione, noioso, confuso e urlato come si conviene ai periodi più brutti della nostra storia. Non ci sono indocti che possano appropriarsi del cielo… La Rete moltiplica le miserie, le ignoranze, gl’insulti, le negazioni. Un grande starnuto riuscirà ad espellere l’aria viziata?

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart