Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

Domani voterò Fratelli d’Italia

23 Febbraio 2013

Da principio, qualche mese fa, deluso dalla arrendevolezza di Berlusconi, desideravo annullare la scheda con una brutta frase rivolta alla politica, mai scesa così in basso.
Se molti avessero scritto sulla scheda una medesima frase di protesta – pensavo – ciò sarebbe stato il segno di una massiccia ribellione, costringendo la politica a cambiare.

Il fenomeno Grillo realizza solo in parte il mio desiderio di una nuova delenda carthago, necessaria per incenerire anche la più subdola e nascosta cellula maligna che ci ha portati a questo disastro.
Non sono affatto meravigliato, perciò, dell’affermazione del M5Stelle, che ritengo frutto inevitabile del dilagante malcontento provocato ai cittadini dall’egoismo e dalla corruzione della classe dirigente.
Andrà valutato, una volta in parlamento, dalla qualità e concretezza dei fatti che lo vedranno protagonista. Taluni hanno già messo in conto il suo disgregamento sottoposto, come sarà, ai corteggiamenti di un Pd abile a smacchiare i giaguari.

Confesso che una tale prospettiva mi deluderebbe, giacché significherebbe che la palude in cui si è trasformata l’Italia è capace di ingoiare qualunque forma di protesta, anche quella di dimensioni ragguardevoli. Sarebbe la condanna alla irreversibilità.

Tuttavia è al centrodestra che affido ancora una volta le mie speranze di una riforma dello Stato e della giustizia radicali. Ma per le deludenti prove ricevute nel passato, sono più che convinto che il Pdl sarà ancora propenso all’ammucchiata con il centrosinistra, accampando fasulle giustificazioni, come già fece nel novembre del 2011. Invece a me interessa una formazione la quale, acquisito il programma di riforme del centrodestra, non sia disposta, per cupidigia del potere, a compromessi e tradimenti.

Credo che Fratelli d’Italia abbia i requisiti da me richiesti. Crosetto mi sembra un politico trasparente, costruttivo e rispettoso dei suoi elettori, così come la Meloni mi appare una persona combattiva e resistente.
Voglio provare con loro, sperando che sapranno opporsi ad eventuali inciuci del Pdl il quale, non lo si dimentichi, ha tra le sue eminenze grigie quel Gianni Letta, al quale attribuisco la caduta di credibilità del partito.
Finché Letta non sarà messo da parte, non ci saranno speranze che il Pdl si doti di una spina dorsale salda ed immarcescibile.
Fra l’altro, devo sottolineare che Fratelli d’Italia non è stata, almeno finora, contaminata dalla malattia che in questa campagna elettorale va di moda: la bugia.
Ne sono stati macchiati quasi tutti, da Giannino a Vendola, fino ai leader più quotati che si sono spesi in promesse che non potranno mantenere. Perfino Bersani, perfino Monti.

E’ mio convincimento che tra domani e dopodomani saranno poste le basi per una nuova storia della politica. Se migliore o peggiore lo vedremo presto. Quello che è certo è che si potrà sperare in una società migliore solo se gli elettori sapranno liberarsi dai politici che ci hanno portato a questa disastrata decadenza.


Letto 1296 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart