Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

LETTERATURA: Amazon editore

10 Marzo 2024

di Bartolomeo Di Monaco

Voglio spendere ancora una volta qualche riga a favore di Amazon nella sua veste di editore.

1 – L’esempio del libro “Il mondo al contrario” del generale Roberto Vannacci, pubblicato (come faccio da tempo anch’io) con Amazon dimostra che pure con il self-publishing si può avere successo di pubblico e di vendite. Credo che il libro suddetto stia viaggiando intorno alle 300 mila copie vendute. Un best seller, dunque. Ovviamente, immagino che l’autore abbia fatto molte presentazioni e sfruttato l’interesse che i media hanno dimostrato per il suo libro, da alcuni apprezzato e da altri respinto. Ossia, l’autore deve contribuire con il suo sforzo personale al successo del libro. Se sta fermo, deve rimettersi alla fortuna o al caso. Sempre però Amazon gli mette a disposizione gratuitamente tutta la sua potente attrezzatura e gli conserva il libro nel proprio catalogo in modo che chiunque nel mondo possa trovarlo ed acquistarlo attraverso la sua piattaforma. Amazon, poi, paga puntualmente ogni mese i diritti d’autore maturati sulle vendite.

2 – Detto questo, Amazon ha un altro grande merito: ci fa conoscere (per me, che scrivo qualche recensione, cosa importantissima) l’autore autentico, così com’è, ossia ci rivela quali siano le sue reali qualità. Oggi sappiamo che le case editrici (alcune anche piccole) dispongono dei cosiddetti editor, ossia persone che provvedono, discutendone con l’autore, a correggere, modificare, indirizzare i testi. Di conseguenza il lettore si troverà a leggere un libro in cui sarà difficile valutare i reali meriti dell’autore, poiché esso, una volta pubblicato, sarà frutto di un lavoro collegiale. Ecco perché, qualche tempo fa, anche su Facebook, suggerii che le case editrici informino, per correttezza nei confronti del lettore, se il libro sia stato rivisto da un editor e, se affermativo, ne segnalino il nome quale riconoscimento del suo lavoro, come si fa già per i traduttori. A questo riguardo, permettetemi di esprimere un mio convincimento: in futuro il lavoro degli editor sarà sostituito dall’Intelligenza Artificiale. Già ora Amazon chiede all’autore se ha fatto uso di questo nuovo mostruoso strumento della moderna tecnologia.

3 – Ma non è finita qui. Un altro merito di Amazon editore è quello di non rifiutare mai un libro e di pubblicare, dunque, testi che nessun altro editore pubblicherebbe poiché con contenuto privo di mercato. È molto, credetemi.
Chi avrebbe mai pubblicato, ad esempio, questi 3 libri, da me scritti per rappresentare, quale testimone diretto, gli anni in cui sono vissuto?:

a) “Cencio Ognissanti e la rivoluzione impossibile” (2 grossi volumi), in cui riporto, sotto forma di romanzo, citazioni da più di un giornale e dalla TV a riguardo degli accadimenti, tutti rilevanti, durante il governo Dini negli anni 1995-1996;

b) “La politica su Facebook. La mia esperienza dal 4 marzo 2018 al 10 settembre 2019” (1 volume);

c) “Un anno vissuto politicamente. Dal 14 settembre 2019 all’8 novembre 2020” (3 volumi).

Grazie ad Amazon, invece, ho potuto rilasciare e pubblicare (che sia utile, come spero, o meno a qualcuno non importa) gratuitamente la mia testimonianza.


Letto 50 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart