Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

LETTERATURA: Angela Grillo: “After the Sun”, Lampi di stampa

11 Agosto 2011

di Lorenzo Spurio

After the Sun di Angela Grillo
Lampi di Stampa, Milano, 2011

L’esordio letterario di Angela Grillo con After the Sun la immette a piè pari in quella categoria di scrittori dei nostri giorni che narrano con attenzione della contemporaneità, della vita e delle cose comuni, dei piccoli eventi che accadono a tutti ogni giorno. E’ un romanzo attuale, vivo, immagine dei nostri tempi, in cui è evidente il riferimento a Moccia o, più in generale, a quegli scrittori che articolano le loro storie attorno all’amore che nasce spesso da un evento fortuito.
E’ forse proprio nelle prime pagine che va ricercato il significato del titolo, After the Sun… infatti qui si fa riferimento al giovane che con il suo cellulare fotografa il sole, la bellezza naturale, cosa quanto mai singolare se si tiene presente la frenesia della vita di tutti i giorni. Ma Sun, come scopriremo leggendo, è il nome della casa discografica per la quale Stella finirà per lavorare. E’ un romanzo dolce, lieve, romantico, aggraziato nelle descrizioni, ricco di elementi che ci permettono di viverlo sulla nostra pelle: le varie tecnologie a cui si fa riferimento, i talent-show che, purtroppo o per fortuna, a seconda della nostra prospettiva, abbondano sui teleschermi.
Così la protagonista finisce per incarnare molti atteggiamenti e pensieri che potrebbero essere di ciascuno di noi; Stella osserva: «Sono una ragazza più matura delle ragazze della mia età » (pag.13), tuttavia, in realtà, si evince il contrario. A mio modo di vedere Stella è infatti un po’ troppo esaltata per tutto, eccitata, narcisista e credo che questi comportamenti siano classificabili nettamente all’interno di una fase adolescenziale. Ma non c’è niente di strano in tutto ciò come la poetessa Alda Merini scrisse: «Ci sono adolescenze che si innescano a novanta anni ».
Ma il romanzo non è solo ricerca di amore è anche il racconto di un sogno, di un desiderio che si realizza. E così Stella, la protagonista, un po’ per caso un po’ per fortuna, da cameriera nel locale della zia passa a lavorare in una casa discografica, come promettente cantante. E’ un mondo nuovo, affascinante e agognato che la rende la donna più felice del mondo. E’ forse in questo aspetto, nei talent-show, nei cantanti esordienti, nelle agenzie che fanno firmare veloci contratti a autori giovanissimi promettendo spesso cose che poi mai arrivano, che si respira un’aria altamente attuale e realistica. La Grillo è attenta a non sottolinearne solo gli aspetti positivi: la felicità di Stella, la disponibilità dei suoi agenti, l’affascinante mondo dello spettacolo, intravedendo anche gli aspetti meno edificanti: il narcisismo patologico, il successo che da alla testa, la perdita degli affetti.
La narrazione non si fa mai noiosa perché la Grillo interviene spesso con nuovi elementi, nuove storie, delle svolte che consentono ogni volta di incrementare l’attenzione del lettore e questa sensazione si enfatizza in prossimità delle ultime pagine del libro in cui Stella si rende conto di aver sbagliato, di essersi illusa, di aver frainteso il vero senso della vita sostituendo affetti e sentimenti con fama e successo. E così in una storia che era pensata tutta volta alla felicità e alla consacrazione di una ragazza che diventa popstar si insinua il disturbo psichiatrico e la devianza (professor Bassani) e la malattia tumorale degenerativa della zia di Stella, sua unica parente.
Complimenti all’autrice di questo libro per il suo linguaggio semplice ma corretto, fresco e scorrevole e per la storia da commedia rosa dai toni quasi favolistici, calata nella nostra contemporaneità di tutti i giorni capace però di affascinare schiere di giovani, adolescenti alle prese con amori e sogni. Il filo rosso dell’intera narrazione è questa giovinezza frizzante sempre volta a cercare un possibile fidanzato, inseguendo il sogno del principe azzurro, intenzionata a formare una coppia e sentirsi amata sulla falsariga di Moccia o di Melissa P. “100 Colpi di spazzola” perennemente alla ricerca di amore (seppur un’altra forma d’amore). C’è da augurarsi che la Grillo segua questa strada in future narrazioni, dipingendo altrettanti spaccati di vita quotidiana con la stessa maestria.

ANGELA GRILLO è nata a Milano nel 1969. Ha conseguito un diploma di perito aziendale e corrispondente in lingue estere. Attualmente vive a Condino (Trento) dove lavora nel negozio di telefonia del marito seguendo la componente amministrativa e commerciale. Il suo libro d’esordio, After the Sun, edito da Lampi di Stampa, è stato pubblicato a fine giugno del 2011.


Letto 1641 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart