Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

LETTERATURA: I disordini a Lucca

9 Marzo 2022

(Estratto dal mio racconto “Forza, gioventù”, del 1993)

La mattina dopo, a Lucca ci furono dei disordini. La polizia era schierata, e quando la folla arrivò in piazza San Michele per cominciare un nuovo saccheggio, fu minacciata, se non tornava a casa. Qualcuno s’infuriò, reagì, un poliziotto fu colpito. Fu ordinata la carica, allora; si lanciarono i fumogeni. Dalla folla partirono dei colpi di fucile. Caddero dei poliziotti. Si sparava da tutte e due le parti. Una strage. Nando stava davanti a tutti, s’era messo a menar le mani, gridava ai poliziotti di andarsene, che non ce l’aveva con loro, ma con chi li mandava, ch’era un maledetto boia, ed era il nemico di tutti, anche dei poliziotti. Una sventagliata lo colpì al cuore. Stramazzò senza nemmeno accorgersi di morire. Cadde anche il povero marito di Marisa, che s’era fatto convincere di andare anche lui. Ci aveva creduto, e si era sentito finalmente uno uguale agli altri. Morì lontano da Nando, in mezzo a gente venuta da altri luoghi, che lui neppure conosceva. Giunsero altre camionette, ma accorse anche altro popolo ad ingrossare le fila dei ribelli, e le piazze di Lucca furono attraversate da combattimenti e da spari. Per le strade correva gente, e anche nelle logge si accendevano le scaramucce, e quando dei poliziotti entravano in un portone, si udivano raffiche da una parte e dall’altra, e se qualcuno usciva fuori, era coperto di sangue.
L’antico orologio della Torre batteva le ore. Sembrava che quei tocchi non appartenessero più alla città, ma provenissero da un altro mondo.
A sera rimasero pochi focolai. Si sentiva qualche sparo giungere dalle Mura. Nella notte, non si udì più niente. La città parve aver chiuso di nuovo le porte, come faceva un tempo, e dormire in pace.

Il libro qui


Letto 321 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart