Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

LETTERATURA: Rudy Salvagnini: “Dizionario dei film Horror”, Corte del Fontego

18 Settembre 2011

di Gordiano Lupi

Rudy Salvagnini
Dizionario dei film Horror
NUOVA EDIZIONE RIVEDUTA E AMPLIATA

Corte del Fontego – Pag. 1.030 – Euro 22,00
http://www.cortedelfontego.it

Rudy Salvagnini, sceneggiatore di fumetti e critico cinematografico, pubblica la seconda edizione del suo Dizionario dei Film Horror – Dall’Abbraccio del ragno a Zora la vampira, schedando in un libro monumentale oltre 3.000 titoli.   Salvagnini ha collaborato alle riviste Robot, Aliens, Nosferatu,   Amarcord e attualmente scrive per Segnocinema. Per la collana Il Castoro   ha pubblicato una monografia su Al Hashby. Il suo Dizionario dei film horror era già il più completo mai pubblicato in Italia, una vera Bibbia per gli appassionati, un volume indispensabile per critici e studiosi della materia. Niente a che vedere con il lacunoso Horror in cento film di Renato Venturelli (Le Mani, 1997) e con un ancor più scadente volumetto targato Newton & Compton curato da Antonello Sarno che non merita neppure di essere ricordato. La nuova edizione riveduta e ampliata del Dizionario analizza oltre 3.000 film. Il volume contiene 618 schede in più del recedente, per un totale di 3022, cinquanta delle vecchie schede sono state riscritte (in particolare quella de La settima tomba), sono stati operati aggiornamenti necessari e corretti piccoli errori. Le schede nuove si riferiscono in gran parte a film usciti nell’intervallo di tempo tra la prima e la seconda edizione, ma la ristampa è servita a recuperare diverse vecchie pellicole che per un motivo o per l’altro non erano state inserite nella prima edizione. Tra tutti citiamo: Lo spaventapasseri, Il rifugio del corvo, Ritratto in rosso, Angeli scatenati, Artigli (1991), Una candela per il diavolo, Atomic Reporter, Clown assassino, La casa che non voleva morire, La casa (The Dark Secrets of Harvest Home), Crystalbrain, Danger Island – L’isola maledetta, Forza bruta, Eredi di sangue, Il grattacielo della morte, Grida nel silenzio, La morte non esiste e Il mostro delle nevi.   Salvagnini ha ampliato la sezione inediti per fornire un quadro il più ampio possibile. Molta attenzione al cinema italiano. Sono state aggiunte nuove uscite come La terza madre, House of flesh mannequins, Shadow, AD Project, Bad Brains, Il bosco fuori, Cappuccetto rosso – Red Riding Hood, La casa della peste, Dekronos, Imago mortis e La maschera etrusca… L’autore ha recuperato alcuni film non inseriti nell’edizione precedente come Anemia, Estratto dagli archivi segreti della polizia di una capitale europea, Notte profonda, La pelle sotto gli artigli e Vampirismus. Ottimo anche l’indice dei registi che permette una rapida consultazione e così la ricerca di un’opera può essere inquadrata nell’ottica della produzione globale. Se andiamo alla voce Umberto Lenzi ci accorgiamo che ci sono proprio tutti gli horror realizzati dal regista maremmano, persino il pessimo Nightmare Beach che lui stesso ha ripudiato. Viene citato tra gli horror anche L’Esorciccio di Ciccio Ingrassia, un film sostanzialmente comico, una parodia de L’Esorcista ricca di trovate geniali e interessanti. Di Lucio Fulci non manca niente, c’è persino Dracula in Brianza con Lando Buzzanca, una via di mezzo tra horror e comico, ma fondamentalmente una commedia. Ruggero Deodato è citato persino con l’ottimo Vortice mortale (che il regista chiama La lavatrice), inedito in Italia, un film che ho dovuto vedere in olandese con sottotitoli in tedesco. Troverete persino Luigi Cozzi con l’ottimo Contamination (due stelle e mezzo) e il pessimo Paganini Horror (trash allo stato puro) e il recente The Torturer di Lamberto Bava, un discreto film che circola solo nel mercato dvd. Rudy Salvagnini realizza un ottimo lavoro dedicato al genere più fertile e longevo del cinema, un’opera puntuale, corretta, senza sbavature e imprecisioni. Basta guardarsi intorno per vedere quanti dizionari di cinema pubblicati da grandi editori sono infarciti di inesattezze e di grossolani errori. Un plauso anche al piccolo editore Corte del Fontego per aver contenuto il prezzo in limiti accettabili e per la cura editoriale davvero buona.

 

Gordiano Lupi www.infol.it/lupi


Letto 2739 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart