Libri, leggende, informazioni sulla città di LuccaBenvenutoWelcome
 
Rivista d'arte Parliamone
La scampanata, il romanzo di Bartolomeo Di Monaco trasformato in testo teatrale, qui per chi volesse rappresentarlo.

LIBRI IN USCITA: Cristina Zagaria: “Perché no”, Perdisapop

15 Giugno 2010

CRISTINA ZAGARIA ha vinto il Premio   CITTA’ DI CAVA DE’ TIRRENI  e  ha ottenuto la “menzione speciale” dalla  Giuria letteraria dell’edizione 2010  del Premio  TRACCE DI TERRITORIO  – Sezione Riccardo Bacchelli con PERCHÉ NO Collana Babele Suit
“La Zagaria dà una rappresentazione di quella parte di realtà che troppo spesso non va in pagina, ma che presuppone la notizia criminale. Lo fa seguendo i dettami della Ortese e della Serao, immergendosi con uno spirito lieve in un mondo che non è suo, ma che non   sfugge a chi ha occhi per vedere. Vincenzo Aiello, Il Mattino

Napoli. Quattro adolescenti decidono di compiere la loro prima rapina. A muoverli è la stessa fretta di diventare grandi, di accedere a un mondo dove tutto sembra più facile. Daniele, Francesco, Mario detto la Iena, e Capa grossa inquadrano il loro obiettivo. È Adriana, loro ex maestra alle elementari, una donna di cinquant’anni che vive con il marito, operaio della Fiat di Pomigliano in cassa integrazione. Si può diventare grandi con una rapina così?Cristina Zagaria ha 34 anni. Nasce a Carpi, vive cinque anni a Bergamo e poi torna in Puglia, a Taranto, città della suaf amiglia, dove si sente a casa. A 25 anni viene assunta dal quotidiano La Repubblica e lavora nelle redazioni di Bologna, Bari, Roma, Milano e ora Napoli, dove vive. Ha pubblicato Miserere (Dario Flaccovio, 2006), Processo all’Università. Cronache dagli atenei italiani (Dedalo, 2007), L’osso di Dio (Dario Flaccovio, 2007).  

Ufficio stampa
Anna Maria Riva
mob +39 329 0974433
e-mail mailto:annamaria.riva@gruppoperdisaeditore.it
http://www.gruppoperdisaeditore.it/


Letto 1398 volte.


Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

A chi dovesse inviarmi propri libri, non ne assicuro la lettura e la recensione, anche per mancanza di tempo. Così pure vi prego di non invitarmi a convegni o presentazioni di libri. Ho problemi di sordità. Chiedo scusa.
Bart